Grand'Esercito della Repubblica

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
(Reindirizzamento da Grande Armata della Repubblica)
Il soggetto di questa voce è apparso nell'era dell'ascesa dell'Impero.
Grand'esercito della repubblica.jpg
Grand'Esercito della Repubblica
Informazioni generiche
Fondatori
Leader

Comandante Supremo

Quartier generale

Coruscant

Sedi

Kamino

Informazioni storiche
Fondazione

32 BBY

Riorganizzazione

19 BBY nell'Esercito Imperiale

Restaurazione

parzialmente nel 10 BBY

Informazioni aggiuntive
Epoche

Era dell'ascesa dell'Impero

Affiliazione

Repubblica Galattica

"Un esercito di cloni. E senza dubbio uno dei migliori che abbiamo mai creato."
Lama Su[fonte]

Il Grand'Esercito della Repubblica, spesso chiamato anche Esercito dei cloni, fu il principale strumento con cui la Repubblica Galattica fronteggiò la Confederazione dei Sistemi Indipendenti durante le Guerre dei Cloni. Dopo il conflitto contro l'Alleanza separatista, La Repubblica adottò una nuova forma di governo e altrettanto accadde all'esercito dei cloni che fu il punto di partenza per l'entrata in scena delle leggendarie Truppe d'Assalto.

Storia

Preludio

Nel periodo compreso fra la Riforma di Ruusan e le Guerre dei Cloni la Repubblica Galattica non disponeva di una vera e propria forza armata. Con la fine delle guerre della Vecchia Repubblica e la presunta scomparsa dei Sith, si penso' che un conflitto di proporzioni galattiche non si sarebbe piu' ripetuto, e che continuare a mantenere l'Esercito e la Flotta della Repubblica sarebbe stato superfluo. Con lo scioglimento dei due corpi armati, il mantenimento della democrazia venne affidato in maniera quasi esclusiva alle forze militari dei singoli pianeti membri. Un'altro cambiamento fu il ruolo che avrebbe svolto l'Ordine Jedi dalle riforme di Ruusan in poi. I Jedi infatti passarono dall'essere generali delle Nuove Guerre Sith a un vero e proprio corpo di sicurezza e diplomatico al servizio della Repubblica.

Ritorno dell'oscurita'

Nel 32 BBY il giovane Jedi Obi-Wan Kenobi sconfisse in un duello un misterioso guerriero addestrato nelle arti Jedi. Dopo una breve ma accurata indagine il Consiglio degli Jedi non ebbe dubbi sul fatto che il misterioso guerriero era un Sith.

Fondazione

"E come primo decreto in accordo alle mie nuove funzioni, ordino l'immediata creazione di un grande esercito della Repubblica per contrastare le crescenti minacce dei separatisti."
Cancelliere Supremo Palpatine[fonte]
Il cacciatore di taglie Jango Fett venne usato come matrice per l'esercito di cloni.

Temendo il ritorno dei Sith, e con essi le guerre del passato, il Maestro Sifo-Dyas, all'oscuro degli altri Jedi e della Repubblica, stipulo' un accordo con i Kaminoani per la produzione di un esercito di cloni, un campo nel quale Kamino non era secondo a nessuno. Non si sa quali mezzi di finanziamento uso' Sifo-Dyas per creare questo esercito, ma probabilmente non ne ebbe bisogno. Infatti appena dopo aver stipulato l'accordo il Maestro Jedi mori', probabilmente assassinato dai Signori dei Sith Sidious e Tyranus, i quali pensarono di usare l'esercito per raggiungere i loro scopi. Al fine di trovare una buona matrice per i cloni, Tyranus, alias Dooku, assunse i cacciatori di taglie Jango Fett e Montross per una caccia. Il vincitore di questa caccia, che si rivelo' essere Jango, sarebbe diventato la matrice dell'esercito.

Produzione e addestramento

Voce principale: Soldato clone

Struttura, gerarchia di comando ed organizzazione

Il comandante Cody, un degli ufficiali cloni di maggior rango.

L'esercito dei cloni era strutturato in due corpi ben distinti. Il primo era costituito dalle truppe regolari che fornivano il principale serbatoio di soldati da mandare al fronte. Il secondo invece era formato da delle forze speciali, addestrate per situazioni di massima importanza o pericolosità. A quest'ultima categoria appartenevano per esempio i soldati ARC o i commando cloni. La gerarchia di comando vedeva al vertice il Comandante Supremo, carica che rientrava nella figura del Cancelliere Supremo. Al di sotto vi erano i dodici membri del Consiglio dei Jedi, con il titolo di Alti Generali Jedi. I Maggiori Generali Jedi erano venti (uno per ogni armata di settore), e venivano scelti fra i Maestri Jedi più qualificati dell'Ordine. Il resto dei Meastri e Cavalieri avevano il grado di Generali Jedi, mentre i Padawan rivestivano il grado di comandanti Jedi. Stando alla scala gerarchica certi ufficiali cloni di alto rango, i Marescialli Comandanti, erano alla pari dei Generali Jedi e surclassavano i Comandanti Jedi, ovvero i Padawan. Tuttavia non è chiaro se questi cloni potevano dare ordini e direttive ai Padawan, che erano appunto gerarchicamente inferiori rispetto a loro. Gli ordini di battaglia erano strutturati in maniera estremamente rigida e precisa, almeno sulla carta. Non era inaudito infatti che nel corso del conflitto vari reparti si distaccavano in gruppi più piccoli per essere inglobati in altre unità esterne, come nel caso della 501esima Legione.

Gerarchia di comando

Di seguito è riportata la scala gerarchica dell'esercito, in ordine decrescente.

Ordini di battaglia

Di seguito è riportato l'ordine di battaglia delle truppe regolari.

  • Grand'Esercito della Repubblica - 10 Armate dei Sistemi, per un totale di oltre 3.000.000 di cloni, con il Cancelliere Supremo Palpatine come comandante in capo.
  • Armata dei Sistemi - 2 Armate di Settore (294.912 soldati) guidate da un Alto Generale Jedi.
  • Armata di Settore - 4 corpi (147.456 soldati) guidati da un Generale Jedi anziano.
  • Corpo - 4 legioni (36.864 soldati) guidate da un maresciallo comandante clone e da Generale Jedi.
  • Legione - 4 reggimenti (9.216 soldati) guidati da un comandante clone anziano e da un Generale Jedi.
  • Reggimento - 4 battaglioni (2.304 soldati) guidate da un comandante clone e da un Comandante Jedi.
  • Battaglione - 4 compagnie (576 soldati) guidate da un maggiore.
  • Compagnia - 4 plotoni (144 soldati) guidati da un capitano.
  • Plotone - 4 squadre (36 soldati) guidate da un tenente.
  • Squadra - 9 soldati guidati da un sergente.

Di seguito è riportato l'ordine di battaglia dei reparti speciali

Veicoli e veivoli in dotazione

Artiglieria

Corazzati

Un'AT-TE.

Cavalleria

Supporto

Una LAAT/c pronta per trasportare un AT-TE.

Assalto aereo

Fanteria meccanizzata

Ricognizione

Presente in

Presenze non canoniche

Fonti

Collegamenti esterni