Morrigan Corde

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
(Reindirizzamento da Nyna Calixte)
Il soggetto di questa voce è apparso nell'era Legacy.
MorriganCorde 1.JPG
Morrigan Corde
Informazioni biografiche
Nascita

97 ABY c.

Descrizione fisica
Razza

Umana

Sesso

Femmina

Capelli

Biondi (neri da Nyna Calixte)

Occhi

Verdi (azzurri da Nyna Calixte)

Informazioni storiche e politiche
Epoche

Era Legacy

Affiliazione
"La tua prima lealtà è — e probabilmente lo è sempre stata — verso te stessa."
Roan Fel a Nyna Calixte[fonte]

Morrigan Corde fu un'agente segreta e poi Gran Moff del Nuovo Impero e Direttrice dei Servizi Segreti Imperiali. Ebbe varie relazioni amorose nel corso della sua vita: con Kol Skywalker, da cui ebbe Cade, con Rulf Yage, da cui ebbe Gunn, e con Morlish Veed, suo ultimo amante.

Quando decise di abbandonare Skywalker per scalare i ranghi dell'Impero, adottò l'identità di Nyna Calixte, anche se tornava ad essere "Morrigan Corde" quando doveva agire in incognito come agente imperiale, anche se nessuno conosceva questa sua doppia personalità — nemmeno i suoi numerosi amanti.

Biografia

Una carriera fulminante

"Mi sono fatta strada per il potere. Sono una Moff. Ma non faccio che chiedermi se perdere l'amore sia valso il potere che ho ottenuto."
―Morrigan Corde[fonte]

In giovane età, Morrigan Corde entrò nei Servizi Segreti Imperiali come agente sul campo. Durante una missione in queste funzioni, ella conobbe e si innamorò di Kol Skywalker; lasciando provvisoriamente il servizio attivo, passò due anni con lui, dando alla luce Cade Skywalker. La sua nascita però la portò a credere di non essere pronta a crescere un figlio; quando i Servizi Segreti la richiamarono a Bastion, ella abbandonò Kol e Cade, benché Kol le avesse insistentemente chiesto di restare con loro su Ossus. Poco dopo, Corde si ritirò dal servizio.

Calixte cena con la famiglia Yage.

Tornata all'Impero, Nyna Calixte, assunto questo nome, conobbe e sposò Rulf Yage, con cui ebbe una figlia, Gunn. La coppia rimasero insieme finché Calixte non conobbe Morlish Veed, che sperava avrebbe potuto aiutarla politicamente; quindi, divorziò da Yage, spezzandogli il cuore, e divenne l'amante stabile di Veed. I due si aiutarono reciprocamente, ma fu in particolare grazie agli insidiosi consigli di Calixte che Veed riuscì a scalare i ranghi e a diventare il leader del Consiglio dei Moff.

Ad un certo punto ella stessa divenne Gran Moff e Direttrice dei Servizi Segreti Imperiali. Alcuni la accusarono di non avere ottenuto questi titoli solo per meriti personali, ma anche per aver fatto qualche "favorino" alle persone giuste; presto, queste persone vennero fatte sparire.

Oscuri complotti

"I tuoi complotti, i tuoi tradimenti, il tuo desiderio di controllo... avessi avuto capacità nella forza, saresti stata una buona Sith — sotto Darth Sidious."
Darth Maladi[fonte]
La Gran Moff Nyna Calixte.

Ad un certo punto, Calixte venne contattata dal misterioso "Unico Sith", un nuovo Ordine Sith sorto in passato e mantenutosi segreto per circa un secolo. I Sith volevano scatenare una guerra per distruggere l'Alleanza Galattica e i Jedi una volta per tutte, e volevano sapere se i Moff erano interessati ad aiutarli. Anziché portare questa proposta al suo Imperatore, Roan Fel, Nyna informò Veed per primo, il quale fu entusiasta del progetto e iniziò subito a pianificare la congiura con i Sith. A questo punto, i due convinsero gli altri Moff ad accettare l'aiuto dei Sith; questi ultimi sabotarono il Progetto Ossus, gettando la Galassia nel caos. Il Consiglio dei Moff, come progettato, invocò il Trattato di Anaxes e costrinse Fel a dichiarare guerra.

Tre anni dopo, Sith e Imperiali erano ad un passo dalla vittoria. La Battaglia di Caamas — cui Calixte assistette olograficamente su Bastion, insieme all'Imperatore adirato con lei per averlo di fatto tradito — segnò la vittoria definitiva dell'Impero. Darth Maladi a questo punto propose a Veed di sostenere i Sith nella rimozione di Fel dal potere; Veed accettò, nonostante che Calixte gli facesse insistentemente notare che i Sith non avevano esplicitamente affermato che avrebbero messo lui sul trono.

Sapendo che Darth Krayt, il Signore Oscuro dei Sith, non aveva nessuna intenzione di lasciare che Veed divenisse Imperatore, Calixte raggiunse segretamente Fel e lo informò del complotto. Grazie a questo, egli riuscì a fuggire e la congiura ebbe solo un mezzo successo: Krayt divenne effettivamente Imperatore, ma non riuscì ad uccidere Fel, il quale avrebbe senza dubbio costituito una minaccia nei tempi a venire. Abilmente, Nyna riuscì a sfuggire all'ira di Maladi convincendola che i Sith avevano bisogno di lei e di Veed per governare un Impero che presto si sarebbe spezzato fra i sostenitori di Krayt e i lealisti di Fel.

La tregua era siglata, ma i Sith si sarebbero certo sbarazzati dei Moff se la minaccia del deposto Imperatore fosse stata effettivamente debellata. Pertanto, all'insaputa sia dei Sith che di Veed, Nyna divenne una spia per Fel su Coruscant, passandogli preziose informazioni.

La ricerca di Cade

"Sta' lontano da mio figlio!"
―Morrigan Corde a Darth Krayt durante la Battaglia del Tempio dei Sith[fonte]
Corde mostra l'ologramma che ritrae lei, Kol e Cade.

Sette anni dopo, Calixte era ancora a capo dell'Intelligence, ma gran parte dei suoi agenti erano stati rimpiazzati dagli agenti di Maladi. In questo periodo, la Signora dei Sith le assegnò il compito di cacciare e trovare Cade Skywalker, per motivi che non le rivelò. Capendo che i Sith volevano uccidere — o convertire — suo figlio, Nyna portò l'informazione a Morlish, il quale a sua volta volle progettarne l'assassinio. Pur senza rivelargli la sua parentela, Calixte lo convinse a lasciarla inviare una sua "agente ritirata": Morrigan Corde.

In una missione al fianco di Jor Torlin, agente dello Spionaggio e Assassinio Sith, Corde riuscì dapprima a impedire che avessero luogo i negoziati alla stazione La Ruota fra i rappresentanti dell'Impero in Esilio e della Flotta del Nucleo dell'Alleanza Galattica (ciò che restava e che resisteva dell'Alleanza), quindi si recò su Ossus, dove uccise Torlin prima che questi potesse trovare Cade. A questo punto, lasciò il pianeta, facendo ritorno a Coruscant nei panni di Nyna Calixte.

Poco tempo dopo, i Sith annullarono la ricerca di Skywalker. I Moff non ci misero molto a capire che era stato evidentemente catturato. Calixte capì di dover usare nuovamente l'alias di Morrigan Corde: la "agente imperiale" dapprima contattò Jariah Syn e Deliah Blue per organizzare il salvataggio, quindi si recò dallo stesso Veed, accordandosi con lui per impedire che gli Imperiali intralciassero l'operazione. A questo punto, insieme all'equipaggio del Mynock, attaccò il Tempio dei Sith e liberò suo figlio.

Quella sera, negli appartamenti di lei, Veed contemplò soddisfatto il proprio successo. Fu in quel momento che notò uno strano medaglione che non aveva mai visto prima; Nyna gli disse che si trattava di un cimelio di famiglia, quindi lo mandò a ordinare la cena. Finalmente sola, si concesse qualche momento: aprì il medaglione, che proiettò un'immagine olografica di lei, Kol e Cade. Quindi, lo sguardo diretto al figlio, sussurrò: "Scappa".

Riunione di famiglia

"Mi hai abbandonato! Hai lasciato morire papà!"
―Cade Skywalker[fonte]

Non molto tempo dopo, Darth Krayt prese parte ad una missione da Had Abbadon, a seguito della quale non si seppe più nulla di lui. Darth Wyyrlok si proclamò reggente, lasciando pochi dubbi sullo stato di salute di Krayt. Nel frattempo, Nieve Gromia, Moff del settore di Arkanis, comunicò che non era ancora stata in grado di sconfiggere i pirati che stavano attaccando i convogli imperiali nel settore. Calixte decise quindi di attivare i Servizi Segreti e di inviare in loco due agenti: sua figlia, Gunn Yage, e... Morrigan Corde.

Sotto le spoglie di Corde, dunque, raggiunse Tatooine, dove incontrò Jariah Syn. Sapendo che suo figlio sarebbe stato sicuramente nei paraggi, Corde rintracciò Yage e attaccò uno degli assassini del Sole Nero che stavano circondando lei e Cade: Ku Vrat. Morto Vrat, Corde rimproverò Gunn per essersi fidata di Gromia, dopo che era evidentente il suo tradimento dell'Impero per il Sole Nero. Dopo averla inviata a indagare sulla Moff, Corde restò con suo figlio, dicendogli di essere sua madre. Cade però mostrò assai poco interesse alla cosa, infuriato poiché ella lo aveva abbandonato.

Poco dopo, Cade e i suoi amici, insieme a Corde, raggiunsero il Vigo del Sole Nero, Lun Rask. Cade propose a Rask un patto; il Vigo accettò, ma Corde lo uccise comunque, affermando che non gli avrebbe tenuto fede e che non avrebbe permesso a suo figlio di andarsene. Cade allora la strangolò, minacciandola di ucciderla, e gridò tutto il suo risentimento nei confronti della madre che, pur sapendo del coinvolgimento dei Sith nella guerra, aveva lasciato che uccidessero Kol. Infine calmato da Syn, Cade lasciò andare Morrigan, ma le disse che non voleva rivederla mai più.

"Quanto tempo che non uccido un Sith!"

Giù la maschera

"So che sei la spia di Roan Fel! Hai tradito l'Impero... e me!"
Morlish Veed[fonte]

Quando Nyna fece ritorno su Coruscant scoprì che Veed, contrariamente ai suoi avvertimenti, aveva accettato di divenire reggente. Dopo una riunione del Consiglio dei Moff durante la quale Veed affidò a Yage il comando dell'Operazione Tuono, Nyna lo affrontò, rimproverandogli di essere uno strumento dei Sith. Veed la respinse malamente, dicendole che i due non sarebbero mai stati eguali, né soci.

Intenzionata a non permettere che il vero Imperatore morisse, Nyna si precipitò su Agamar, dove avvertì Fel del pericolo appena in tempo; nella battaglia che ne seguì, inoltre, ella sfogò la sua rabbia uccidendo alcuni Sith. Riuscì quindi a scappare, tornando su Coruscant appena in tempo per assistere a Veed che rimproverava Yage del fallimento e che le ordinava di scoprire chi fosse la misteriosa spia.

Quello che la stessa Corde non sapeva era che Veed controllava una spia nell'Impero in Esilio: Hogrum Chalk, fidato consigliere di Fel. Questi, nominato capo dei servizi di spionaggio di Bastion, rivelò a Veed che Calixte era la spia che andava cercando. Il Grand'Ammiraglio la avvelenò, ma ella riuscì comunque a sfuggirgli, seppur malamente.

Redenzione

L'addio fra madre e figlio.
"Io... sono qui per fare ammenda... se posso. Per... aggiustare le cose... fra noi... prima di morire."
―Morrigan Corde a Cade Skywalker[fonte]

Morrigan riuscì a recuperare la sua nave, il Raider, e a curarsi con quel poco di bacta che aveva, quindi raggiunse La Ruota, dove doveva incontrarsi con Cade. Qui supplicò il figlio di accettare le sue scuse per tutto quello che aveva fatto. Inizialmente, Cade si rifiutò ostinatamente di starla ad ascoltare; l'intervento dello spirito di suo padre Kol lo convinse a vedere la ragione e a curare la madre, ma soprattutto a perdonarla.

Morrigan entrò quindi a pieno titolo nell'equipaggio del Mynock, partecipando come artigliere alla Battaglia di Taivas. Poco dopo lo scontro, durante il quale Rulf e Gunn disertarono a favore di Fel, Morrigan si recò da loro, confessando la sua storia. Rulf non la perdonò, ma si disse sollevato del fatto che era ancora viva, nonostante che Veed gli avesse mentito dicendo il contrario.

Infine, Corde prese parte alla Battaglia di Coruscant agendo da infiltrata nelle strutture di comando imperiali, e uccidendo personalmente lo stesso Veed. Durante lo scontro, Cade uccise Krayt, ma capì che doveva gettare i corpi di entrambi nel sole Coruscant Prime per evitare che il Signore Oscuro potesse tornare in vita, com'era sua intenzione. Morrigan non riuscì a dissuaderlo dal suo scopo, ma gli donò comunque l'ologramma che ritraeva la loro famiglia insieme. Fortunatamente, grazie all'intervento dello spirito di Luke Skywalker, Cade sopravvisse.

Caratteri e personalità

"Sono fortunato che tu non abbia mai voluto il trono per te."
"Troppo esposto. Ho sempre pensato che il vero potere sia dietro il trono.
"
Morlish Veed e Nyna Calixte[fonte]

Nyna Calixte era un'astuta manipolatrice, in grado di posizionare gli eventi come un puzzle al fine di ricavarne il proprio obiettivo o di volgerli in maniera tale da favorirla — o, comunque, da andare come voleva lei. Darth Maladi le disse che sarebbe potuta addirittura essere un'adepta di Darth Sidious. Era inoltre convinta che attaccarsi troppo alle persone, dal punto di vista emotivo, la avrebbe danneggiata. Per questo si rifiutò sempre di allevare i propri figli e, anche quando intraprese la missione per salvare Cade, si rifiutò sempre di incontrarlo. Questo suo duro sentimento si trasmetteva anche nel rapporto con il suo amante, Morlish Veed.

Lavorando da agente imperiale, Calixte imparò a riparare la propria mente da coloro che sapevano usare la Forza. Apprese inoltre una moltitudine di lingue: bocce, huttese, alto galattico, gran e twi'leki.

Presente in

Fonti

Collegamenti esterni