Disney Infinity: perché è stato chiuso

471
letture recenti

Con una mossa davvero inaspettata, la Disney ha cancellato l’uscita di Disney Infinity 4.0. E’ stata la Avalanche Software, lo sviluppatore, ad annunciare che non saranno più prodotti i giochi e sarà dismesso tutto il reparto di produzione del software. Dato il successo a dir poco smisurato di Disney Infinity in questi anni, perchè la Disney avrebbe preso una decisione così radicale? Scopriamone i motivi.

Stando alla versione riportata dal sito di gaming Kotaku, uno dei problemi principali è da ricercarsi nella gestione interna della Avalanche Software, che ha messo al lavoro sul gioco oltre 300 ingegneri, e sulla difficoltà nella gestione delle scorte di giocattoli. Il primo Infinity infatti, uscito nel 2013, non è mai riuscito a rispondere alle domande del mercato: le scorte erano basse e sono stati persi milioni di dollari per le conseguenti mancate vendite. Per questo motivo, con Infinity 2 sono stati prodotti molti più giocattoli ma, data l’immensa varietà dei personaggi, è stato impossibile fare una stima precisa di vendite per ogni personaggio. Ad esempio, sono state prodotte 2 milioni di unità Hulk, di cui ne è stato venduto solo 1 milione. D’altro canto, di alcuni personaggi molto richiesti le scorte non erano insufficienti.

Con Infinity 3.0, la Disney ha voluto concentrarsi sul brand Star Wars per allargare il target del videogioco anche ai più grandi. Tuttavia l’intenzione non ha avuto il successo desiderato e la Disney in ultima istanza ha deciso che, nonostante il successo del titolo, il progetto Infinity sarebbe stato troppo complesso da gestire nel prossimo futuro. Ad ogni modo, l’azienda potrà meglio concentrarsi, tramite le licenziatarie, a far uscire un gioco di Star Wars all’anno, come già sappiamo.

Commenti

commenti