Il Conte ci ha lasciati

394
letture recenti

Il 7 giugno, ad appena due settimane dal suo 93° compleanno, ci ha lasciati Christopher Lee.

Gli appassionati della Saga lo ricorderanno come il Conte Dooku, Signore dei Sith e leader dei separatisti in L’attacco dei cloni e La vendetta dei Sith. Lo spessore e l’eleganza del personaggio si riflettevano nella sua singolare spada laser ricurva, che Lee volle brandire personalmente per gran parte delle scene di duelli, senza stuntman.

Dooku non fu l’unico “conte” che Sir Christopher Lee impersonò nel corso della sua ricca carriera. Uno dei suoi primi ruoli rilevanti fu infatti Dracula nell’omonimo film del 1958, in cui recitò anche – le coincidenze! – Peter Cushing, ossia il futuro Gran Moff Tarkin. Da quel momento, la carriera di Lee sarebbe stata costellata soprattutto da parti di villain e film horror (fra cui ben altri sei film come principe dei vampiri), anche se il ruolo a cui l’attore si sentiva più legato era quello di Ali Jinnah, fondatore del Pakistan, nel film biografico del 1998. Tutti lo ricordiamo inoltre come Saruman nella versione cinematografica del Signore degli Anelli, di cui Lee era un fervente appassionato, avendo conosciuto personalmente lo stesso Tolkien. La cavernosa voce da basso ne aveva fatto infine un cantante provetto, e nel 2010 ha pubblicato il suo primo album metal dal titolo Charlemagne.

Ora il grande attore si è unito alla Forza, ma il suo busto di bronzo nei corridoi degli archivi Jedi tramanderà per sempre le sue gesta…

Commenti

commenti