Recensione Darth Bane – Il Sentiero della Distruzione

673
letture recenti

Lo scorso novembre è finalmente arrivato in Italia, grazie alla caparbietà di Multiplayer Edizioni nello spingere le pubblicazioni a tema Star Wars anche nel nostro paese, il primo libro di una delle trilogie più amate: Darth Bane – Il Sentiero della Distruzione.

La prima pubblicazione americana del libro risale al lontano 2006, appena un anno dopo l’ uscita di Episodio III, e l’ autore è niente di meno che Drew Karpyshyn, sceneggiatore che ha lavorato con la casa produttrice di videogiochi Bioware a titoli quali Knights of the Old Republic e la recente serie di Mass Effect.

La storia si svolge circa 1000 anni prima di La Minaccia Fantasma, e vede come protagonista Dessel, soprannominato Des, minatore del lontano pianeta di Apatros, che tramite una serie di circostanze ed avventure finirà con l’ essere conosciuto come Darth Bane, il Sith che stabilì la famosa regola dei due e che fu quindi il primo della serie di maestri e apprendisti che si sono susseguiti in gran segreto fino alla venuta allo scoperto di Darth Sidious.

Il libro conta 370 pagine suddivise in 31 capitoli, più un prologo ed un epilogo, e come detto è il primo di una trilogia, anche se presenta un finale sensato e compiuto di per sé.

Il libro comincia in maniera un pò lenta, ma superati i primi 5 capitoli gli eventi cominciano a decollare e ci si lascia trasportare nella lettura fino alla fine con grande piacere e con sempre maggior interesse nella storia di Des e nei conflitti campali tra Jedi e Sith.

Il più grande pregio del libro è probabilmente quello di mostrare tutto dalla parte di vista di un personaggio che ha scelto di seguire le vie del Lato Oscuro, andando a scavare nelle idee e nelle ragioni dei Sith, che in questo periodo storico erano riuniti sotto il nome di “Confraternita dell’ Oscurità”, in un organizzazione sociale del tutto simile a quella dei Jedi fino ai tempi di Anakin Skywalker.
Vedere gli eventi dagli occhi dei Sith porta paradossalmente molto spesso il lettore a tifare per Bane e per quelli che invece dovrebbero essere i “cattivi”, a dimostrazione del fatto che niente è solo bianco o solo nero.

Il lavoro di Karpyshyn su KOTOR deve averlo influenzato molto nella scrittura di questa trilogia
Sono presenti molti riferimenti ad avvenimenti del già citato capolavoro videoludico Knights of the Old Republic, motivo per cui chi l’ ha giocato apprezzerà ancora di più la lettura, mentre non si incorre in un citazionismo esagerato dei film come accade ad esempio in “L’ Erede dell’ Impero“, dove vengono riproposte pari pari battute di Luke e soci.

Concludendo, è un libro che ci sentiamo di consigliare a tutti gli amanti dell’ universo di Star Wars, a chi volesse approfondire la conoscenza dei Sith, o a chi sia semplicemente curioso di vedere come andarono le ultime battaglie tra gli eserciti di luce e oscurità, prima che i Jedi considerassero i loro rivali “ormai estinti da un millennio”.

Il libro è disponibile in tutte le migliori librerie o acquistabile online sul sito di Multiplayer Edizioni al prezzo di listino di 15,00 €.

Il prossimo libro che dovrebbe arrivare dal catalogo dell’ editore è “Sfida alla Nuova Repubblica“, ovvero il secondo libro della trilogia di Thrawn, seguito poi da “La Regola dei Due“, secondo capitolo della trilogia dedicata a Darth Bane. Vi terremo informati sulla loro uscita!

Commenti

commenti

7 COMMENTI

  1. Bella recensione io l’ho letto in due giorni ed è scritto molto bene

  2. Dove???
    Io sono all ricerca disperata di tutti i fumetti della serie… purtroppo non sono riuscito a trovarli gratis online o da scaricare. (se qualcuno conosce dei siti dove si trovano in lingua italiana, mi frebbe piacere saperlo).
    Dove si possono acquistare?!?! :cry3:

  3. a me è piaciuto come libro… insomma la storia di darth bane…. forte no? :d: :d: :d:

  4. Bello e soprattutto scritto bene! Ottima recensione Donald! Adesso aspetto l’uscita di Sfida alla nuova Repubblica! :clone: