LEGO Star Wars: La Saga Completa – Recensione

190
letture recenti

LEGO Star Wars: La Saga Completa

Costruito sul successo di LEGO Star Wars e LEGO Star Wars II, che raccontavano rispettivamente le vicende della nuova e della vecchia trilogia, LEGO Star Wars: La Saga Completa permette di giocare attraverso gli eventi di tutti e sei i film della nostra saga preferita. Dal “negoziato” fra Obi-Wan Kenobi e Qui-Gon Jinn con la Federazione dei Mercanti ne La Minaccia Fantasma, alla battaglia spaziale sopra Endor ne Il Ritorno dello Jedi, La Saga Completa permette ai giocatori di immergersi in ben 36 livelli di Storia, compreso il nuovo livello di Episodio II con l’inseguimento di Zam Wesell su Coruscant.

RECENSIONE

C’è qualcosa in LEGO Star Wars di indubbiamente eccezionale. Con l’uscita del primo gioco, nel 2005, lo sviluppatore Traveller’s Tales riuscì nella splendida impresa di prendere due grandi marchi, metterli insieme e creare qualcosa di immediatamente familiare e allo stesso tempo nuovo. Sia LEGO Star Wars, ambientato nei prequels, che LEGO Star Wars II, sulla Trilogia Originale, sono stati grandissimi successi, riuscendo a coinvolgere non solo il pubblico dei bambini, ma anche e soprattutto i giocatori più adulti, facendogli scalare le classifiche di vendite tanto da spingerli entrambi ai primi 10 posti.

Ecco perché LucasArts ha deciso di sfruttarne il successo e far uscire LEGO Star Wars: la Saga Completa: un ultimo (?) titolo che non solo comprende interamente i primi due, ma li adatta graficamente in HD, aggiunge nuovi spettacolari livelli bonus, nuovi personaggi, e tanto tanto altro. Ma vediamo queste caratteristiche nel dettaglio.

Abbiamo detto che si può giocare la storia attraverso tutti e 6 gli episodi della Saga: da Episodio I ad Episodio VI. Per chi non avesse familiarità con questo genere di gioco, si tratta di un game che mescola insieme le componenti di azione, rompicapo, e platform, ripercorrendo gli eventi dei film: luoghi, personaggi, oggetti, veicoli tutti simpaticamente riprodotti in qualità LEGO.

Invece che limitarsi a mettere semplicemente insieme i due giochi e dare la possibilità al giocatore di scegliere tutti e 6 gli episodi dal menu principale, la Traveller’s Tales ha pensato più opportunamente di espandere la Cantina di Mos Eisley (presente in LSW II come luogo da cui intraprendere le varie missioni) a entrambi i capitoli. Nella Cantina è possibile muoversi all’esterno e interagire con l’ambiente, acquistare potenziamenti al negozio, entrare nell’arena arcade a 2 giocatori, oppure gettarsi direttamente nella modalità storia.

Dopo aver finito la prima parte di Episodio I (ce ne sono 6 per Episodio), si apre un menu che permette al giocatore di passare direttamente ai livelli che preferisce. Ma LEGO Star Wars non si limita alla sola modalità storia: sono necessarie circa 12 ore di gioco per completarla tutta (in modalità arcade e gioco libero), e quando avremo finito ci renderemo conto che abbiamo completato solamente il 30% del gioco!

Nel complesso, la Saga Completa è un successo. L’umorismo la fa da padrone, l’animazione è fluida e luminosa, la musica e il suono sono di estrema alta qualità, la grafica è completamente HD a 1080p. Un’altra graditissima novità rispetto ai capitoli precedenti è senza dubbio l’aggiunta della modalità cooperativa (per 2 giocatori) online per Xbox 360 e PlayStation 3, che rende il gioco ancor più divertente, godibile e longevo.

Nonostante rispetto al primo capitolo il secondo sia stato nettamente migliorato, il gioco mantiene una piccola pecca. Parliamo del sistema di camera, che a volte può essere un po’ restrittivo e poco pratico da usare. Tuttavia vogliamo specificare che questo piccolo difetto non inficia il gioco e non limita la sua enorme godibilità.

Altra caratteristica del gioco, apprezzata da molti ma che può essere ritenuta un piccolo difetto da alcuni, è il sistema di raccolta dei mattoncini. Quando muoviamo il nostro personaggio LEGO, che sia un Jedi, un droide, uno Wookiee o qualsiasi altra cosa, si possono distruggere oggetti, tirare leve con la Forza, e costruire ogni sorta di oggetto con i pezzi LEGO. Facendo ciò, si è premiati con una cascata di piccoli mattoncini che rimbalzano sulla superficie intorno.

I mattoncini rappresentano il credito nel gioco, e più se ne raccoglie più si potranno acquistare personaggi, oggetti o potenziamenti alla Cantina. E’ una cosa molto simpatica, se si passa sopra al fatto che un Jedi non dovrebbe errare per la Galassia distruggendo tutto ciò che incontra, tuttavia i mattoncini non vanno verso il nostro personaggio, ma cadono nei dintorni del paesaggio e devono essere raccolti passandoci vicino. Alla lunga questa caratteristica può risultare un po’ ripetitiva. Fortunatamente però i mattoncini non sono necessari per finire il gioco in modalità storia, ma solo per acquistare segreti, potenziamenti, personaggi nuovi e quant’altro.

Se durante la modalità storia siamo obbligati ad utilizzare determinati personaggi, nella modalità gioco libero possiamo scegliere fra una vasta gamma di eroi: YodaObi-Wan KenobiR2-D2, e così via. Se vogliamo possiamo rigiocare qualsiasi livello di quelli che abbiamo superato scegliendo il personaggio che preferiamo, in modo da raggiungere luoghi che non era stato possibile visitare in modalità storia, raccogliere segreti, e quant’altro.

Se piacciono i giochi arcade o platform in cui collezionare ogni genere di oggetto, allora LEGO Star Wars: La Saga Completa è un sogno che diventa realtà. Se vogliamo solo vivere i sei film nello humor tipico dei LEGO, possiamo fare anche questo. Per i più ostinati, ognuno dei 36 livelli di gioco è rigiocabile un’infinità di volte con personaggi diversi per ottenere una esperienza di gioco sempre nuova. Infatti, giocando i livelli la prima volta, vedremo luoghi o stanze irraggiungibili. Più avanti, tornandoci con i personaggi giusti, potremo scoprire queste aree e guadagnare più mattoncini.

Oltre ai livelli classici, per questa versione sono stati aggiunti alcuni schemi extra, fra cui l’inseguimento di Zam Wesell da parte di Anakin su Coruscant di Episodio II. Oltre a ciò, ci sono nuovi personaggi giocabili Watto, Boss Nass e Aayla Secura), e nuovi elementi costume per personalizzare i personaggi.

In conclusione, si tratta certamente di un gioco molto gradevole, ma se chi ha giocato i capitoli precedenti si aspetta che il gioco esplori nuovi territori allora rimarrà deluso. Si tratta più che altro dell’unione dei due giochi classici completamente rivisitati dal punto di vista tecnico, grafico e sonoro, con qualche piccola aggiunta. Si tratta comunque di un titolo ottimo, durevole, divertente ed uno dei pochi giochi per Xbox 360 e PlayStation 3 in grado di unire le famiglie in piena sicurezza anche per i bambini, capace di divertire e appassionare grandi e piccoli. Se non avete ancora provato l’esperienza LEGO Star Wars, se siete appassionati di Star Wars, o se avete amato i capitoli precedenti, allora questo titolo non può mancare alla vostra collezione!

Commenti

commenti

Articolo precedenteContinuità, canone e apocrifo
Articolo successivoParte oggi la serie TV The Clone Wars
Fondatrice - Emiliana, sognatrice, appassionata e molto ma molto fiera di essere nerd, si occupa della gestione amministrativa del sito, delle PR e dei suoi contenuti. (eterea@swx.it)
CONDIVIDI