Star Wars: Battlefront II – Recensione

113
letture recenti

Ecco tutto ciò che volevate sapere sul secondo capitolo dello shooter basato sulla saga più famosa di tutti i tempi e bestseller in casa LucasArts: Star Wars Battlefront 2.
Molte sono state le modifiche apportate al gioco rispetto al suo precursore Star Wars Battlefront, che ha tenuto banco per molti mesi tra i fan e non. Questo nuovo titolo è molto migliorato sia come grafica, che come stile di gioco.

1.1 Truppe e classi
Innanzitutto vi è stata una rivisitazione delle classi delle varie fazioni: sono state apportate modifiche alle armi e sopratutto alle armature dei vari soldati, le più eclatanti nelle Armate Cloni, dove troviamo le mitiche divise della Legione 501^ (solamente quelle da soldato semplice) ed il Clone Jetpack ridisegnato stile Republic Commando (da notare la visiera con la retroilluminazione azzurra).

Abbiamo una nuova entrata per ogni fazione :

Gli ufficiali: per l’Impero armato di pistola laser e capacità aumentare i punti danno inferti; per i cloni invece un’arma devastante, un Gatling potentissimo che infligge danni con velocità immensa, purtroppo surriscaldandosi altrettanto velocemente.
Le spie Bothan: disponibili per i ribelli, molto veloci e sopratutto in grado di rendersi invisibili per un certo periodo di tempo.
Le Magna Guard: disponibili per i droidi, armati di un potente lancia missili ed un getto neurotossico che danneggia le unità organiche nemiche.

E’ cambiato anche il sistema di gioco, il Player ha infatti di default 4 classi disponibili durante il match, in base ai punti che ottiene durante la partita: kills (o uccisioni) eseguiti e spawn (o punti di controllo) rubati possono sbloccare le nuove unità fino ad averne a disposizione un totale di 6.
Opzionalmente durante il match in multiplayer, viene assegnato l’eroe ad un giocatore (a seconda delle impostazioni del server può essere casuale o stabilito in base a punteggi) che può usufruirne per un determinato periodo di tempo, in base alle kills che farà (Nb: i punti ottenuti con l’eroe non contano per lo sbloccamento delle classi bonus).

1.2 Battaglie spaziali
I fans delle battaglie spaziali hanno un motivo in più per essere soddisfatti dell’acquisto di BF2: infatti nel gioco vi sono svariate mappe ambientate nelle orbite planetarie, nelle quali potranno mettere a dura prova l’abilità nemica e propria nel maneggiare i nuovissimi veicoli inseriti, oltre ai classici da sempre presenti nel repertorio Starwarsiano, utilizzando la classe pilota, inserita solamente in queste mappe.

Ecco i veicoli spaziali a disposizione del giocatore:

– Esercito di Cloni: ARC-170 caccia da supremazia spaziale, ETA-5 Jedi Starfighter caccia intercettore, V-wing Bombardiere, trasporto Republic Gunship ( cannoniera d’attacco Repubblicana )
– Esercito di Droidi: Vulture Droid starfighter caccia da supremazia spaziale, Tri-fighter droide caccia intercettore, CIS Strike – caccia del Generale Grievous, trasporto Droid Gunship ( cannoniera droide )
– Truppe Imperiali: TIE Fighter caccia da supremazia spaziale a corto raggio, TIE Interceptor caccia intercettore, TIE Bomber bombardiere, trasporto classe Theta
– Alleanza Ribelle: X-Wing caccia da supremazia spaziale, A-Wing caccia intercettore, Y-Wing bombardiere, Rebel Gunship trasporto

Note aggiuntive: I missili a concussione aggiunti al TIE Fighter sono stati inseriti per via di equità e sopratutto bilanciamento delle forze in gioco e non per una ragione di pura ambientazione, in quanto ufficialmente questa tipologia di caccia sarebbe dotata solamente di laser.
I ribelli purtroppo hanno a disposizione la Republic Gunship, non si sa per quale ragione, probabilmente perchè i creatori del gioco non hanno trovato un mezzo più adatto ad essere ospitato nell’hangar della MC-80 Ribelle durante il match.
Ovviamente i creatori del gioco non hanno trascurato la parte “Terrestre” delle varie battaglie, rimaneggiando i caccia pre-esistenti in Star Wars Battlefront, e migliorandoli oltre che aggiungendone di nuovi, il più evidente dei quali è il combat speeder ribelle completamente rinnovato.

1.3 Eroi
Come già detto in precedenza, gli eroi vengono assegnati casualmente o in base ai punteggi, e sono a disposizione per un tempo limitato.
Si tratta dei personaggi più famosi della saga, curati molto bene nel dettaglio dai creatori del gioco, rendendo così l’immersione nell’ambientazione completa agli occhi del player.

– MODALITA’ DI GIOCO –

Single Player
Star Wars Battlefront II rende al pieno delle sue possibilità e potenzialità per il gioco online in multiplayer. Tuttavia esiste una ricca campagna in solitaria e diverse modalità di gioco anche in single player. All’avvio del gioco l’utente potrà scegliere fra:

ADDESTRAMENTO: Semplice e breve missione tutorial il cui il giocatore neofita può prendere confidenza con i comandi di gioco e con le novità rispetto al suo predecessore Star Wars Battlefront.

ADDESTRAMENTO SPAZIALE: Altro Tutorial specifico per le missioni nello spazio, una novità rispetto al precedente titolo. Vengono tuttavia fornite solo informazioni di base, lasciando il giocatore esplorare e scoprire il mondo del volo spaziale direttamente in gioco.

CAMPAGNA: Si tratta di una serie di missioni suddivise in due parti. La prima segue le campagne della Legione 501esima di clone troopers durante la Guerra dei Cloni, a cui assistiamo tramite le registrazioni dei cloni facenti parte la Legione e partecipiamo alle missioni su Mygeeto, Felucia, Utapau, e altri, fino all’ascesa definitiva dell’Impero Galattico. Nella seconda parte invece assistiamo in prima linea alle battaglie della Guerra Civile Galattica, con l’Impero già al potere e con i clone troopers che nel frattempo sono diventati Stormtroopers.

CONQUISTA GALATTICA: Modalità strategica che ci guida nella conquista della galassia. Una volta selezionata questa tipologia di gioco, il giocatore potrà scegliere quale fazione comandare e quindi anche quale periodo storico: Guerra dei Cloni o Guerra Civile Galattica. Le possibilità sono quelle che seguono:

– La Nascita della Ribellione (Alleanza Ribelle – Guerra Civile Galattica)
– La Rivolta della Confederazione (CSI – Guerra dei Cloni)
– La Sovranità della Repubblica (Repubblica Galattica – Guerra dei Cloni)
– L’Oscuro regno dell’Impero (Impero Galattico – Guerra Civile Galattica)

Il gioco in questa modalità è piuttsto semplice e intuitivo, e riprende in maniera molto simile quello di Battlefront I. Si parte con il possesso di 3 pianeti nella mappa galattica, grazie ai quali si potranno acquisire crediti e costruire flotte per combattere battaglie spaziali e conquistare (o liberare a seconda dei punti di vista) gli altri pianeti. Anche le vittorie determinano il guadagno di crediti che all’inizio di ogni turno possono essere spesi per l’acquisto di uno o più bonus che potranno essere sfruttati (uno alla volta) nei combattimenti. I bonus vanno da armamenti più efficienti, a un maggior numero di truppe a disposizione, alla possibilità di avere al tuo fianco un eroe e altri.

Multiplayer
La modalità multiplayer online offre una vasta scelta di tipologie di gioco, ecco quali sono.
ASSALTO: il player potrà schierarsi in una delle 4 fazioni ed entrare a far parte della flotta stellare, in quanto queste battaglie si giocano esclusivamente nello spazio. Lo scopo del match è appunto assaltare l’incrociatore nemico e distruggere 6 elementi tecnici della nave. Questi elementi sono:
INTERNI (Per distruggerli si deve atterrare nell’hangar nemico e superare le difese)
– Generatore degli scudi deflettori
– Supporto vitale
– Controllo delle torrette Esterne
– Impianto di raffreddamento motori

ESTERNI (Si possono distruggere facilmente con i bombardieri)
– Ripetitore Radar
– Ponte di comando
Il giocatore potrà selezionare una classe specifica di soldato : il pilota ed il Marine,che avranno armi differenti e sopratutto compiti differenti.

CONQUISTA: La tipologia standard per la fanteria; infatti le squadre dovranno conquistare tutti gli Spawn(punti di controllo) della mappa, distruggendo l’esercito nemico.

CTF 1 BANDIERA: Scenografia delle mappe identiche a quelle di qualsiasi altro tipo di partita, con l’eccezione degli Spawn: ce ne sono infatti solo 2, uno per fazione e non sono conquistabili. Il giocatore dovrà andare a prendere la bandiera nel punto prestabilito, indicato con un triangolo giallo sul miniradar, quindi portarla all’obiettivo situato generalmente nel campo nemico e fare punto. La squadra che arriva per prima a 5 punti vince!

CTF 2 BANDIERE: L’unica differenza è che la bandiera non si trova in un punto “neutro” della mappa, bensì si trova nel campo avversario (ce ne sono 2, una per team), quindi sarà necessario assaltare lo spawn nemico per poi riportare la bandiera al proprio punto di controllo e segnare così il punto.

– PATCH 1.1
(scaricabile qui)

Il 16 Febbraio è uscita la Patch 1.1 di Star Wars Battlefront 2. Non è tuttavia la versione tanto attesa contenente i nuovi eroi e le nuove mappe citate più volte nel Bonus Pack di XBOX Live. Si tratta infatti una versione “propedeutica” alla 1.2 che presumibilmente conterrà tutte le novità che i giocatori della rete attendono con ansia.
C’è da dire che molti di noi si aspettavano migliorie più importanti, come ad esempio il bilanciamento della Classe “Ingegnere”, decisamente sbilanciata ed in qualche occasione buggata, e sopratutto diversi glitch (difetti di grafica) come lo spawn del Laboratorio Clonazioni a sud della mappa di Kamino.

Beh che dire, attendiamo fiduciosi! Ecco le novità:

NUOVE OPZIONI CARATTERISTICHE
* Aggiunto il supporto per le mappe aggiuntive sia in modalità giocatore singolo che in modalità multigiocatore.
* Aggiunto il supporto per lo schermo LCD della tastiera G15 Gaming della Logitech.
* Aggiunte funzionalità aggiuntive server-client per migliorare l’esperienza di gioco online.

PROBLEMI RISOLTI
* Corretti problemi di funzionalità con i Droideka.
* Regolata la velocità dell’animazione dell’arma a seconda della velocità di movimento del giocatore.
* Corretto un problema che rendeva invisibili i razzi teleguidati assegnati alle unità pesanti.
* Corretto problema con la texture del cielo in Geonosis.
* Risolti diversi problemi di stabilità associati a numerose configurazioni hardware.
* Migliorata la stabilità su macchine dotate di CPU Dual-Core con scheda grafica NVIDIA GeForce 6 o GeForce 7. Si consiglia di consultare in futuro il sito ufficiale di NVIDIA per aggiornamenti dei driver che potrebbero risolvere eventuali problemi.
* Migliorata la stabilità nelle modalità giocatore singolo e multigiocatore.
* Corretto un problema che faceva sparire le icone dei giocatori dalla mini mappa.

PROBLEMI MULTIGIOCATORE
* Migliorate le prestazioni della modalità multigiocatore nelle partite LAN o Internet.
* Migliorata la stabilità della modalità multigiocatore nelle partite LAN o Internet.
* Corretto un problema che causava un calo delle prestazioni durante il rollio delle navi nelle mappe spaziali.
* Migliorata la stabilità tra le sessioni di gioco e il ciclo delle mappe.
* Ridotta la possibilità di spam per i giocatori durante il gioco online.
* Corretto un problema che provocava la mancata apparizione degli eroi nelle partite multigiocatore.

PROBLEMI DI BILANCIAMENTO
* Corretto un problema delle navi all’interno degli hangar nelle mappe spaziali.
* Corretti problemi di collisione con la modalità sfera dei Droideka.

Commenti

commenti