Star Wars Battlefront: prime recensioni

260
letture recenti

E’ passata ormai una settimana dall’uscita di Star Wars Battlefront per Xbox One, PS4 e PC, ed è già tempo di primi bilanci e opinioni sul tanto atteso (praticamente 10 anni) nuovo shooter di Star Wars. Ne abbiamo lette tante, raccolte alcune e fatto un bilancio generale sui pareri più diffusi degli organi specializzati a livello internazionale.

Risulta opinione comune che uno dei principali punti di forza di Star Wars Battlefront sia il comparto audio/video. Gli sviluppatori di DICE, come preannunciato diverse volte durante i Dev Diaries e i trailer, non si sono risparmiati nell’utilizzo di risorse per rendere il setting più dettagliato, più realistico e più “Star Wars” possibile. Il giocatore non può dire di non sentirsi catapultato in un vero mondo di Star Wars, con immagini vivide e reali e suoni che riescono a emozionare. I richiami a elementi iconici dei film sono svariati e a tratti, qualcuno dice, commoventi.

Positivo è anche il fatto che ci siano tantissime modalità di gioco, tutte diverse fra loro, e tutte con una propria peculiarità. Dicono che sia molto appassionante ad esempio la modalità coi camminatori imperiali e le battaglie heroes vs. villains.

D’altra parte però, pare che lo spettacolare aspetto visivo non sia servito ad altro che a “nascondere” aspetti non troppo convincenti del gameplay e che il gioco non sia un vero e proprio videogames quanto un gigantesco omaggio alla saga di Star Wars. Il gioco, stando a molte recensioni, è a prova di “niubbo” e manca di aspetti importanti caratteristici di altri giochi di guerra, come l’assente necessità di ricaricare le armi (al massimo un po’ di surriscaldamento) e la forse eccessiva facilità nel vincere il nemico.

Altro punto a sfavore pare essere la longevità del gioco. Dopo infatti qualche ora spesa con i tutorial e a prendere confidenza con il gioco, la modalità single player è praticamente assente. La crescita del personaggio è legata agli obiettivi e al punteggio ottenuto nelle partite e le armi fra cui scegliere sono solamente una decina. Risulta quindi evidente che il gioco sia strutturato per lo più per la modalità online (anche se tante partite con gli amici in split-screen non ce le leva nessuno) che comunque, col gioco base, diventa ripetitiva dopo poche ore di gioco, legando la riuscita del prodotto alle varie espansioni che usciranno nei prossimi mesi ma che però avranno un costo che arriverà a raddoppiare il valore del gioco stesso, in quanto il season-pass si aggira sui 50/60 €. Forse davvero troppi.

E voi? Avete già provato Star Wars Battlefront? Diteci la vostra e mandateci le vostre recensioni, le pubblicheremo tutte quante!

Fonti: GamespotIGNTechinsider

Commenti

commenti