Star Wars Episodio IV: Una nuova speranza – Movie Transcript

2794
letture recenti

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana…

OPENING CRAWL
È un periodo di guerra civile.
Navi spaziali Ribelli, colpendo
da una base segreta, hanno
ottenuto la loro prima vittoria
contro il malvagio Impero
Galattico.

Durante la battaglia,
spie Ribelli sono riuscite a
rubare i piani segreti dell’arma
decisiva dell’Impero, la MORTE NERA,
una stazione spaziale corazzata
di tale potenza da poter distruggere
un intero pianeta.

Inseguita dai biechi agenti
dell’Impero, la Principessa Leila
sfreccia verso casa a bordo della
sua aeronave stellare, custode
dei piani rubati che possono salvare
il suo popolo e ridare la libertà
alla galassia….

TRANSCRIPT
D-3BO: Hai sentito? Hanno colpito il reattore principale. Saremo certamente distrutti. Questa è pazzia! Siamo condannati. Non c’è scampo questa volta per la principessa. Cos’è questo?

D-3BO: C1-P8, dove sei? Finalmente. Dove sei stato? Stanno venendo da questa parte. Che cosa facciamo? Ci manderanno alle miniere di Kessel o ci schiacceranno riducendoci a chissà cosa. Aspetta un momento. Dove stai andando?
UFFICIALE IMPERIALE: I piani della Morte Nera non sono nel loro computer principale.
DARTH FENER: Dove sono quelle trasmissioni che avete intercettato? Che ne avete fatto di quei piani?
RIBELLE: Non abbiamo intercettato nessuna trasmissione. Questa è un’astronave consolare. Siamo… siamo in missione diplomatica…
DARTH FENER: Se questa è una nave consolare, dov’è l’ambasciatore? Comandante, faccia a pezzi questa nave finché non ha trovato quei piani! E mi porti i passeggeri! Li voglio vivi!
I SOLDATO: Eccone una. Preparatevi a stordirla.
II SOLDATO: Rinverrà presto. Informate Lord Fener che abbiamo una prigioniera.
D-3BO: Ehi, non puoi entrare là dentro. È zona riservata. Ti disattiveranno, vedrai. Non darmi del filosofo senza cervello, mucchio di grasso lubrificante. Vieni via prima che ti vedano. Missione segreta? Quali piani? Di che stai parlando? lo là non ci entro. Me ne pentirò amaramente.
CAPO PILOTA: Eccone un altro.
CAPITANO: Non sparate. Non ci sono forme di vita. Avrà avuto un corto circuito
D-3BO: È buffo. Il danno non sembra tanto grave, da qui. Sei certo che quest’affare sia sicuro?

LEILA ORGANA: Darth Fener! Solo tu potevi osare tanto! Non la passerai liscia con il Centro Imperiale. Quando sentiranno che hai attaccato una missione…
DARTH FENER: Non siate così sorpresa, Altezza. La vostra non era una missione di soccorso. Parecchi segnali sono stati diretti a questa nave da spie ribelli. Voglio sapere che fine hanno fatto i piani che vi hanno trasmesso.
LEILA ORGANA: Non so neanche di che cosa parli. Sono un membro del Senato Imperiale in missione diplomatica ad Alderaan.
DARTH FENER: Voi fate parte dell’Alleanza Ribelle, siete una traditrice. Portatela via!
COMANDANTE: Tenerla è pericoloso. Se la notizia trapelasse potrebbe nascere una simpatia per i Ribelli ed il Senato.
DARTH FENER: Lei è in contatto con le spie ribelli, quindi è il mio unico anello di congiunzione con la loro base segreta.
COMANDANTE: Morirà piuttosto che dirle qualcosa.
DARTH FENER: È compito mio. Mandi un segnale di pericolo, e informi il Senato che tutti quello che erano a bordo sono morti.
II UFFICIALE: Lord Fener, i piani della stazione da battaglia non sono a bordo di questa nave, e non sono state fatte trasmissioni. Durante il combattimento è stato lanciato un guscio di salvataggio, senza alcuna forma di vita a bordo.
DARH FENER: Deve avere nascosto i piani nel guscio di salvataggio. Mandi giù una pattuglia a recuperarlo. Se ne occupi personalmente, comandante. Niente dovrà fermarci, questa volta.
II UFFICIALE: Sìgnorsì.

D-3BO: Come siamo finiti in questo pasticcio proprio non lo so. Sembra che siamo fatti per soffrire, è il nostro destino nella vita. Devo riposarmi se no cado a pezzi. Ho le giunture quasi congelate. Che posto desolato questo! Ma dove ti credi di andare? Io non ci vado da quella parte. Di là è troppo scosceso, di qua è molto più facile. Cosa ti fa pensare che quella parte sia abitata? Non andare sul tecnico con me. Quale missione? Di che stai parlando? Ne ho proprio abbastanza di te. Vai, vai da quella parte. Andrai in avaria entro un giorno, mucchio di rottami miope. E non farmiti pescare a seguirmi o a pregarmi di aiutarti, perché non lo farò. Basta con le avventure! Non ci vengo da quella parte! Quella carognetta dal funzionamento difettoso. È tutta colpa sua. Mi ha convinto con l’imbroglio a venire da questa parte, ma di là non gli andrà meglio. Aspetta. Cos’è quello? Un trasporto? Sono salvo. Da questa parte! Ehi! Aiuto! Aiuto! Per piacere! Aiuto!

D-3BO: C1? C1-P8, stai bene! Non sei rotto!
RADIO: Roger, spazio destro. Procedi alla risalita in questo momento, passo.
I SOLDATO: C’era qualcuno nel guscio. Le impronte vanno in quella direzione.
II SOLDATO: Guarda, erano androidi.

D-3BO: Svegliati. Svegliati! Siamo spacciati. Credi che finiremo fusi? Non sparate. Non sparate! Non finirà mai questa storia?
OWEN LARS: Sì, va bene, andiamo.
BERU WHITESUN: Luke! Luke! Luke, di’ allo zio che se prende un interprete si assicuri che parli il baddi.
LUKE SKYWALKER: Sembra che non abbiamo molta scelta, comunque glielo dirò.
OWEN LARS: Sì, prendiamo quello rosso. No, quello no. Tu! Immagino sia stato programmato per l’etichetta e il protocollo.
C3-PO: Protocollo? Ma è la mia funzione primaria, signore. Conosco bene tutti gli usi e i costumi…
OWEN LARS: Un droide di protocollo non mi serve a niente.
D-3BO: Lo credo bene, signore. Non in un ambiente come questo. Ecco perché sono stato programmato…
OWEN LARS: Quello di cui ho bisogno è un droide che conosca il linguaggio binario dei vaporatori di condensa.
D-3BO: Vaporatori? Signore, il mio primo incarico era di programmare elevatori da carico binari, molto simili ai suoi vaporatori.
OWEN LARS: Sai parlare il baddi?
D-3BO: Ma certo, signore, è come una seconda lingua per me. Parlo il baddi corrent…
OWEN LARS: D’accordo, sta’ zitto.
D-3BO: Stare zitto signore?
OWEN LARS: Anche questo. Luke! Porta questi due al garage, per favore. Li voglio puliti prima di cena.
LUKE SKYWALKER: Stavo andando alla stazione Toshi a prendere dei trasformatori di potenza.
OWEN LARS: Potrai perdere tempo coi tuoi amici quando avrai fatto il tuo lavoro. Muoviti, ora, datti da fare.
LUKE SKYWALKER: Va bene, andiamo. Anche il rosso, avanti. Beh, muoviti rosso, andiamo! Zio Owen.
OWEN LARS: Sì?
LUKE SKYWALKER: Questa unità C1 ha il motivatore scassato. Guarda.
OWEN LARS: Ehi! Che stai cercando di affibbiarci, eh?
D-3BO: Mi scusi, signore, ma quell’altra unità C1 è in perfette condizioni, un vero affare.
LUKE SKYWALKER: Zio Owen!
OWEN LARS: Sì?
LUKE SKYWALKER: Che te ne pare di quello?
OWEN LARS: Sembra migliore quello blu, prendiamo quello.
LUKE SKYWALKER: Portate via.
D-3BO: Sono sicuro che sarà molto soddisfatto di quell’altro, signore. È veramente in condizioni eccellenti. Ho già lavorato con lui. Eccolo che arriva.
LUKE SKYWALKER: Va bene, andiamo.
D-3BO: Non scordartelo, questo. Perché poi debba espormi così per te non riuscirò mai a capirlo.

D-3BO: Sia lodato il mio creatore. Questo bagno d’olio mi farà proprio bene. Ho una forma così grave di contaminazione da polvere che stento a muovermi.
LUKE SKYWALKER: Non è affatto giusto. Ah, Biggs ha ragione. Non riuscirò mai ad andarmene da qui.
D-3BO: C’è qualcosa che potrei fare, signore?
LUKE SKYWALKER: No, a meno che tu non possa alterare il tempo, affrettare i raccolti, o teleportarmi fuori da questa sassaia!
D-3BO: Non credo proprio, signore. Sono solo un droide e non m’intendo molto di queste cose. Non su questo pianeta, in ogni caso. E a dire il vero, non so neanche su quale pianeta mi trovo.
LUKE SKYWALKER: Beh, se c’è un centro luminoso dell’universo, sei sul pianeta che ne è più lontano.
D-3BO: Capisco, signore.
LUKE SKYWALKER: Ah! Puoi chiamarmi Luke.
D-3BO: Capisco, signor Luke.
LUKE SKYWALKER: No, solo Luke.
D-3BO: E io sono D-3BO, relazioni umane-cyborg. E quella è la mia controparte, C1-P8.
LUKE SKYWALKER: Salve. Ci sono un sacco di scorie di carbonio qui. Dovete averne passate di tutti i generi.
D-3BO: Con tutto quello che abbiamo passato a volte mi sorprende che siamo ancora in così buone condizioni, capirà, con la Ribellione e tutto il resto…
LUKE SKYWALKER: Sei al corrente della Ribellione contro l’Impero?
D-3BO: È per questo che siamo finiti al vostro servizio, capisce cosa intendo, signore?
LUKE SKYWALKER: Siete stati in molte battaglie?
D-3BO: In parecchie, direi. In realtà non c’è molto da dire. Sono poco più di un interprete e non sono molto bravo a raccontare le storie. E in ogni caso, non a renderle interessanti.
LUKE SKYWALKER: Beh, piccolo amico, qui dentro hai qualcosa incastrata proprio bene. Eri su un incrociatore stellare o…
LEILA ORGANA: Aiutami, Obi-Wan Kenobi. Sei la mia sola speranza.
LUKE SKYWALKER: Questo cos’è?
D-3BO: Che cos’è quello? Ti ha fatto una domanda. Che cos’è?
LEILA ORGANA: Aiutami, Obi-Wan Kenobi. Sei la mia unica speranza. Aiutami, Obi-Wan Kenobi. Sei la mia unica speranza.
D-3BO: Oh, dice che non è niente, signore, un difetto momentaneo. Sono vecchi dati. Non ci faccia caso.
LUKE SKYWALKER: Ma chi è? È splendida!
D-3BO: Temo proprio di non saperlo, signore.
LEILA ORGANA: Aiutami, Obi-Wan Kenobi…
D-3BO: Credo fosse uno dei passeggeri del nostro ultimo viaggio. Penso una persona di una certa importanza, signore. Il nostro comandante era molto…
LUKE SKYWALKER: C’è altro di questa registrazione?
D-3BO: Comportati bene, C1. Altrimenti ci farai passare dei guai. Puoi fidarti di lui, è il nostro nuovo padrone.
LEILA ORGANA: Aiutami, Obi-Wan Kenobi…
D-3BO: Lui dice di appartenere a Obi-Wan Kenobi, uno che risiede da queste parti, e questo è un messaggio per lui. A dire il vero, signore, io non so di cosa stia parlando. Il nostro ultimo padrone era il comandante Antilles. Ma forse con tutto quello che abbiamo passato l’unità C1 è diventata un po’ eccentrica.
LUKE SKYWALKER: Obi-Wan Kenobi… Non si riferirà al vecchio Ben Kenobi?
D-3BO: Domando scusa, signore lei sa di cosa sta parlando?
LUKE SKYWALKER: Beh, non conosco nessuno che si chiami Obi-Wan, ma il vecchio Ben vive laggiù dietro il Mare delle Dune. È una specie di strano, vecchio eremita.
LEILA ORGANA: Aiutami, Obi-Wan Kenobi.
LUKE SKYWALKER: Mi domando chi è.
LEILA ORGANA: Sei la mia unica speranza.
LUKE SKYWALKER: Sembra che sia nei guai. È meglio che rimetta tutto dall’inizio.
D-3BO: Dice che il bullone di arresto ha mandato in corto circuito il suo sistema di registrazione. Dice che se lei togliesse il bullone forse potrebbe farci risentire tutta la registrazione.
LUKE SKYWALKER: Ah, già, sì… penso che comunque tu sia troppo piccolo per scappare, anche se ti tolgo questo. Ecco. Fatto. Aspetta un momento! Dov’è andata? Riportala qui! Facci sentire tutto il messaggio.
D-3BO: Quale messaggio? Quello che ci hai fatto sentire! Quello che hai dentro le tue budella rugginose.
BERU LARS: Luke! Luke!
LUKE SKYWALKER: Va bene! Vengo subito, zia Beru.
D-3BO: Mi spiace, signore, ma a quanto pare ha subito una leggera oscillazione.
LUKE SKYWALKER: Tieni, guarda quello che puoi fare. Io torno subito.
D-3BO: Ora deciditi e fagli risentire quel messaggio. No, non credo proprio che tu gli piaccia. No, non piaci nemmeno a me.

LUKE SKYWALKER: Credo che quell’unità C1 che hai comprato sia stata rubata.
OWEN LARS: Cosa te lo fa credere?
LUKE SKYWALKER: Beh, ha trasmesso una registrazione proprio mentre la pulivo. Dice di appartenere ad un certo Obi-Wan Kenobi. Ho pensato che si trattasse del vecchio Ben. Tu sai di che cosa parla?
OWEN LARS: Hmmm…
LUKE SKYWALKER: Beh, mi domando se si tratta di Ben.
OWEN LARS: Quello stregone è solo un vecchio pazzo. Domani porta quell’unità C1 ad Anchorhead e fagli cancellare la memoria. Così sarà finita. Appartiene a noi, adesso.
LUKE SKYWALKER: E se poi quell’… Obi-Wan viene a reclamarla?
OWEN LARS: Non verrà. Non credo che esista più. Dev’essere morto quando è morto tuo padre.
LUKE SKYWALKER: Conosceva mio padre?
OWEN LARS: Ti ho detto di lasciar perdere. Il tuo solo compito è di preparare quei nuovi droidi per domani. In mattinata li voglio sul crinale sud a lavorare a quei condensatori.
LUKE SKYWALKER: Sì, zio. Credo che quei droidi funzioneranno bene. Infatti, anche per questo, stavo pensando al nostro patto di dover restare un’altra stagione. Se questi droidi funzionano vorrei trasmettere la mia domanda all’accademia quest’anno.
OWEN LARS: Cioè il prossimo semestre, prima dei raccolti?
LUKE SKYWALKER: Ce n’è abbastanza di droidi, adesso!
OWEN LARS: È allora che mi occorri di più. Solo un’altra stagione. Quest’anno guadagneremo abbastanza per poter assumere altri braccianti, e così andrai all’accademia un altro anno. Devi capire che qui ho bisogno di te, Luke.
LUKE SKYWALKER: Ma ancora un altro anno…
OWEN LARS: È solo un’altra stagione.
LUKE SKYWALKER: L’hai detto anche quando se ne sono andati Biggs e Tank.
BERU LARS: Dove stai andando?
LUKE SKYWALKER: Dove vuoi che vada? Devo finire di pulire quei droidi.
BERU LARS: Non può restare qui con noi per sempre. Quasi tutti i suoi amici se ne sono andati. È così importante, per lui.
OWEN LARS: L’anno prossimo lo lascerò andare, te lo prometto.
BERU LARS: Luke non è solo un semplice contadino. Assomiglia a suo padre, naturalmente.
OWEN LARS: È questo che mi preoccupa.

LUKE SKYWALKER: Che fai, ti nascondi pure adesso?
D-3BO: Non è stata colpa mia, signore. Per piacere, non mi disattivi. Gli ho detto di non andarsene, ma è difettoso, funziona male. E non la piantava con la sua missione.
LUKE SKYWALKER: Oh, no!
D-3BO: Quell’unità C1 è sempre stata un problema. Questi astrodroidi stanno diventando incontrollabili. Perfino io a volte fatico a capire la loro logica.
LUKE SKYWALKER: Come ho fatto a essere così stupido? Non è più in vista. Accidenti!
D-3BO: Mi perdoni, signore. Non potremmo inseguirlo?
LUKE SKYWALKER: Con tutti i Sabbipodi che ci sono in giro è pericoloso. Dovremo aspettare domattina.
OWEN LARS: Luke, tolgo energia a tutto!
LUKE SKYWALKER: Va bene! Arrivo tra qualche minuto! Prenderò una lavata di testa. Sai, quel piccolo droide mi causerà un sacco di guai.
D-3BO: Oh, è la sua specialità, signore.
OWEN LARS: Luke! Luke! Luke! Hai visto Luke stamattina?
BERU LARS: Ha detto che doveva fare alcune cose prima di andare a lavorare, ed è uscito presto.
OWEN LARS: Ha portato i nuovi droidi con sé?
BERU LARS: Credo di sì.
OWEN LARS: Beh, sarà meglio che entro mezzogiorno abbia riparato quelle unità sul crinale sud, altrimenti saranno guai.

LUKE SKYWALKER: Attenzione, c’è un droide sullo schermo. Dritto di prua. Potrebbe essere la nostra unità C1. Accelera. Ehi, tu, dove ti credi di andare?
D-3BO: Luke è ora il tuo legittimo proprietario. E basta con le chiacchiere a vanvera sul tuo Obi-Wan Kenobi. E non parlarmi più della tua missione. E chiamati fortunato se non ti fa in mille pezzi seduta stante.
LUKE SKYWALKER: No, lascia. ma credo sia meglio andare. E ora che gli prende?
D-3BO: Ci sono parecchie creature che si avvicinano da sud-est.
LUKE SKYWALKER: Sabbipodi. O peggio. Coraggio, andiamo a dare un’occhiata. Su, muoviti! Ci sono due Bantha laggiù, ma non vedo… Aspetta un istante! Sono proprio Sabbipodi. Ne vedo uno adesso!

OBI-WAN (BEN) KENOBI: Uuuh! Salve, tu. Vieni qui, mio piccolo amico. Non aver paura. No, non preoccuparti, tra poco si riavrà. Rilassati, figliolo. Hai avuto una giornata faticosa. Sei fortunato di essere ancora tutto d’un pezzo.
LUKE SKYWALKER: Ben? Ben Kenobi? Accidenti, come sono contento di vederti.
BEN KENOBI: La desolazione dello Jundland non va attraversata tanto alla leggera. Dimmi, giovane Luke, cosa ti porta così fuori strada?
LUKE SKYWALKER: Questo piccolo droide. Credo stia cercando il suo ex padrone. Io non ho mai visto tanta devozione in un droide prima d’ora. Afferma di appartenere ad un certo Obi-Wan Kenobi. È per caso un tuo parente? Sai di chi parla?
BEN KENOBI: Obi-Wan… Kenobi? Obi-Wan… Sai, questo è un nome che non sentivo da tanto tempo. Tanto tempo.
LUKE SKYWALKER: Credo che mio zio lo conosca. Ha detto che è morto.
BEN KENOBI: Oh, no, non lo è. No, non ancora.
LUKE SKYWALKER: Tu lo conosci?
BEN KENOBI: Ma certo che lo conosco! Sono io. Io non ho usato più il nome di Obi-Wan da… oh, da prima che tu nascessi.
LUKE SKYWALKER: Allora il droide appartiene proprio a te.
BEN KENOBI: Veramente non mi ricordo d’aver mai avuto un droide. Molto interessante. Credo che sia meglio andare al riparo. I Sabbipodi si spaventano facilmente, ma torneranno presto, e molto più numerosi.
LUKE SKYWALKER: 3BO!
D-3BO: Dove sono? Devo aver fatto un passo falso.
LUKE SKYWALKER: Ti puoi alzare? Dobbiamo andarcene prima che tornino i Sabbipodi.
D-3BO: Non credo di farcela. Vada lei, padrone Luke. Non ha senso che lei rischi la vita per causa mia. Io sono spacciato.
LUKE SKYWALKER: Ma no, che razza di discorsi fai?
BEN KENOBI: Presto. Quelli sono in fermento.

LUKE SKYWALKER: No, mio padre non ha fatto la guerra. Era ufficiale di rotta su un’astronave da carico.
BEN KENOBI: Questo è quello che ti ha detto tuo zio. Non condivideva gli ideali di tuo padre. Pensava che dovesse restare qui e non farsi coinvolgere.
LUKE SKYWALKER: Tu hai fatto la Guerra dei Quoti?
BEN KENOBI: Sì. Una volta io ero un cavaliere Jedi, come tuo padre.
LUKE SKYWALKER: Vorrei averlo conosciuto.
BEN KENOBI: Era il migliore stella-pilota della galassia, e un astuto guerriero. Ho sentito che sei diventato un ottimo pilota anche tu. Ed era un caro amico. Oh, a proposito, ho qui qualcosa per te. Tuo padre voleva che tu l’avessi quando raggiungevi l’età giusta, ma tuo zio non ne volle sapere. Temeva che potessi seguire il vecchio Obi-Wan in qualche pazza crociata idealistica come fece tuo padre.
D-3BO: Se non ha bisogno di me, signore, io mi spegnerei per un po’.
LUKE SKYWALKER: Fai pure, certo. Che cos’è?
BEN KENOBI: È la spada laser di tuo padre. Questa è l’arma dei cavalieri Jedi. Non è goffa o erratica come un fulminatore. È elegante, invece, per tempi più civilizzati. Per oltre mille generazioni i cavalieri Jedi sono stati i guardiani di pace e giustizia nella vecchia Repubblica, prima dell’oscurantismo, prima dell’Impero.
LUKE SKYWALKER: Com’è morto mio padre?
BEN KENOBI: Un giovane Jedi di nome Darth Fener, che era stato mio allievo finché non si volse al male, aiutò l’Impero a dare la caccia ai cavalieri Jedi e a distruggerli. Egli tradì e assassinò tuo padre. Ora i Jedi sono praticamente estinti. Fener fu sedotto dalla parte tetra e oscura della Forza.
LUKE SKYWALKER: La Forza?
BEN KENOBI: Beh, la Forza è quella che dà al Jedi la possanza. È un campo energetico creato da tutte le cose viventi. Ci circonda, ci penetra. Mantiene unita tutta la galassia.

BEN KENOBI: Ora vediamo se riusciamo a scoprire che cosa sei, mio piccolo amico, e da dove provieni.
LUKE SKYWALKER: Ho visto parte di un messaggio che lui…
BEN KENOBI: A quanto pare l’ho trovato.
LEILA ORGANA: Generale Kenobi, anni fa tu hai servito sotto mio padre nella Guerra dei Quoti. Ora egli ti prega di aiutarlo nel conflitto contro l’Impero. Sono spiacente di non poter presentare di persona la richiesta di mio padre, ma la mia astronave è stata catturata, e il mio tentativo di portarti ad Alderaan è fallito. Ho affidato delle informazioni vitali per la sopravvivenza della Ribellione al sistema mnemonico di questa unità C1. Mio padre saprà come recuperarle. Devi far sì che questo droide arrivi da lui sano e salvo ad Alderaan. È la nostra ora più disperata. Aiutami, Obi-Wan Kenobi. Sei la mia unica speranza.
BEN KENOBI: Dovrai imparare le vie della Forza se devi venire con me ad Alderaan.
LUKE SKYWALKER: Alderaan? Ma io non ci vengo ad Alderaan. Devo tornare a casa. È tardi. Sono già nei guai così.
BEN KENOBI: Ho bisogno del tuo aiuto, Luke. Anche lei ne ha bisogno. Sto diventando troppo vecchio per questo genere di cose.
LUKE SKYWALKER: Non posso essere coinvolto. Ho del lavoro da fare. Non pensare che mi piaccia l’Impero, anzi lo detesto. Ma non ci posso fare niente in questo momento. Ed è lontanissimo da qui.
BEN KENOBI: Sembra di sentire tuo zio.
LUKE SKYWALKER: Mio zio. Come potrò spiegargli tutto questo?
BEN KENOBI: Impara a capire la Forza, Luke.
LUKE SKYWALKER: Senti, posso portarti fino ad Anchorhead. Là troverai un mezzo per Mos Eisley o dovunque vuoi andare.
BEN KENOBI: Devi fare quello che tu pensi sia giusto, naturalmente.

COMANDANTE TAGGE: … finché questa stazione da battaglia non sarà completamente operativa siamo vulnerabili. L’Alleanza Ribelle è ben equipaggiata. È più pericolosa di quanto crediate.
AMMIRAGLIO MOTTI: Lo sarà per la tua flotta stellare, comandante, non per quest’arma di distruzione.
TAGGE: La Ribellione continuerà ad avere tutto l’appoggio dei membri del Senato Imperiale, fintanto…
GRAND MOFF TARKIN: Il Senato Imperiale non ci creerà più nessuna preoccupazione. Ho appena ricevuto notizia che l’Imperatore ha sciolto il Consiglio definitivamente. Gli ultimi avanzi della vecchia Repubblica sono stati spazzati via.
TAGGE: È impossibile! Come fa l’Imperatore a mantenere il controllo senza la burocrazia?
TARKIN: I governatori regionali ora hanno il controllo diretto dei loro territori. La paura terrà in buon ordine i sistemi locali. La paura di questa super arma offensiva.
TAGGE: E la Ribellione? Se i ribelli hanno con loro uno schema tecnico completo di questa stazione è possibile, anche se improbabile, che trovino una falla, e che la sfruttino.
DARTH FENER: I piani a cui ti riferisci presto saranno di nuovo nelle nostre mani.
MOTTI: Qualsiasi attacco portato dai ribelli contro questa stazione sarebbe una prodezza inutile, qualunque siano i dati tecnici che hanno ottenuto. Questa stazione adesso è l’estrema potenza dell’universo. Io propongo di usarla.
DARTH FENER: Non essere troppo fiero di questo terrore tecnologico che hai costruito. L’abilità di distruggere un pianeta è insignificante in confronto alla potenza della Forza.
MOTTI: Non cercare di terrorizzarci con le tue teorie da stregone, Lord Fener. Il tuo deprecabile attaccamento a quell’antica religione non ti ha certo aiutato a far saltar fuori i nastri rubati, né ti ha dato la chiaroveggenza necessaria per scoprire la fortezza segreta dei ribelli…
DARTH FENER: Trovo insopportabile la tua mancanza di fede!
TARKIN: Fener, basta così. Fener, lascialo sùbito.
DARTH FENER: Se così desideri.
TARKIN: Questi bisticci sono fuori luogo. Lord Fener ci avrà già fornito l’ubicazione della fortezza ribelle al momento che la stazione diverrà operativa. E così stritoleremo la Ribellione con un solo, rapido colpo.

LUKE SKYWALKER: Sembra proprio che siano stati i Sabbipodi. Guarda: bastoni Gaffi, impronte di Bantha… Non avevano mai attaccato niente di così grosso prima d’ora.
BEN KENOBI: Non sono stati loro, ma qualcuno vuole che noi lo crediamo. Queste impronte sono una accanto all’altra, e i Sabbipodi vanno sempre in fila per uno per nascondere il loro numero.
LUKE SKYWALKER: Questi sono i Jawas che ci hanno venduto C1 e 3BO.
BEN KENOBI: E questi colpi di folgoratore denotano una precisione che i Sabbipodi non hanno. Soltanto le truppe d’assalto imperiali sono così precise.
LUKE SKYWALKER: Ma perché le truppe imperiali massacrerebbero i Jawas? Se hanno seguito qui i robot avranno saputo a chi li hanno venduti… e questo li porterebbe… a casa.
BEN KENOBI: Aspetta, Luke! È troppo pericoloso!
LUKE SKYWALKER: Zio Owen! Zia Beru! Zio Owen!
DARTH FENER: E ora, Altezza, discuteremo l’ubicazione della vostra base ribelle segreta.

BEN KENOBI: Non avresti potuto fare niente, Luke, se fossi stato là. Avrebbero ucciso anche te, e ora i droidi sarebbero nelle mani dell’Impero.
LUKE SKYWALKER: Voglio venire con te ad Alderaan. Qui non c’è niente per me ora. Voglio conoscere le vie della Forza e diventare un Jedi, come mio padre.

BEN KENOBI: Il porto spaziale di Mos Eisley. Non troverai mai un covo di feccia e di malvagità peggiore di questo posto. Dobbiamo essere prudenti.
SOLDATO: Da quanto tempo hai questi droidi?
LUKE SKYWALKER: Da tre o quattro stagioni.
BEN KENOBI: Sono in vendita se li volete.
SOLDATO: Fammi vedere i tuoi documenti.
BEN KENOBI: Non c’è bisogno che controlliate i suoi documenti.
SOLDATO: Non c’è bisogno che controlliamo i suoi documenti.
BEN KENOBI: Questi non sono i droidi che state cercando.
SOLDATO: Questi non sono i droidi che stiamo cercando.
BEN KENOBI: Ora siamo liberi di proseguire.
SOLDATO: Ora siete liberi di proseguire.
BEN KENOBI: Muoviamoci.
SOLDATO: Muovetevi. Muovetevi!
D-3BO: Non li reggo proprio questi Jawas. Creature disgustose.
LUKE SKYWALKER: Vattene. Vattene! Non riesco a capire come abbiamo fatto a passare. Credevo fossimo spacciati.
BEN KENOBI: La Forza esercita una grande influenza sulle menti deboli.
LUKE SKYWALKER: Credi che riusciremo a trovare un pilota da qui fino ad Alderaan?
BEN KENOBI: I migliori piloti di astronavi mercantili si trovano qui, soltanto sta’ bene attento, qua spesso scoppiano delle risse.
LUKE SKYWALKER: Sono pronto a tutto.
D-3BO: C1, muoviti.

WUHER: Ehi! Qui non serviamo quei tipi lì.
LUKE SKYWALKER: Cosa?
WUHER: Quei droidi. Dovranno aspettare fuori. Non li vogliamo qui.
LUKE SKYWALKER: Aspettate fuori vicino allo sprinter. Non vogliamo fastidi.
D-3BO: Sono d’accordo con lei, signore.
PONDA BABA: Negola dewaghi wooldugger?
DR. EVAZAN: Non gli vai a genio.
LUKE SKYWALKER: Mi spiace.
EVAZAN: Neanche a me vai a genio. Stai attento a te. Siamo ricercati. Io sono condannato a morte su dodici sistemi.
LUKE SKYWALKER: Sarò prudente, allora.
EVAZAN: Sarai morto, allora.
BEN KENOBI: Con questo piccoletto non vale proprio la pena. Lascia che ti offra qualcosa da bere.
WUHER: Niente fulminatori! Niente fulminatori!
LUKE SKYWALKER: Sto bene. Sto bene.
BEN KENOBI: Chewbacca, qui, è il secondo pilota di una nave che farebbe al caso nostro.
D-3BO: Questa storia non mi piace affatto.

HAN SOLO: Han Solo. Sono il comandante del Millennium Falcon. Chuba dice che state cercando un passaggio per il sistema di Alderaan.
BEN KENOBI: Sì, è esatto, se la tua nave è veloce.
IAN SOLO: Cosa? Come? Non hai mai sentito nominare il Millennium Falcon?
BEN KENOBI: Veramente no.
IAN SOLO: È la nave che ha fatto la rotta di Kessel in meno di dodici parsec. Ho lasciato indietro le navi stellari dell’Impero. Non le navi mercantili, quelle è uno scherzo. Parlo delle più veloci navi da guerra imperiali. È abbastanza veloce per te, vecchio? La merce cos’è?
BEN KENOBI: Solo passeggeri… vengo io, il ragazzo, e due droidi. E non ci chiedere altro.
IAN SOLO: Ma cosa c’è? Avete qualche noia qui?
BEN KENOBI: Vorremmo evitare qualsiasi complicazione di carattere… imperiale. Questo ti deve bastare.
IAN SOLO: Ah… Ho capito. Allora non siete tanto in regola, eh? Questo vi costerà un po’ di più. Trentacinquemila, tutti anticipati.
LUKE SKYWALKER: Trentacinque…? Potremmo quasi comprarci un mezzo nostro.
IAN SOLO: Ma chi lo guida, figliolo? Tu?
LUKE SKYWALKER: Certo che lo guido io, non sono mica male come pilota. Ma dobbiamo stare qui a sentire…
BEN KENOBI: Possiamo pagarti diecimila adesso, più… quarantamila, quando saremo arrivati ad Alderaan.
IAN SOLO: Cinquantamila? Okay, avete trovato la vostra nave. Partiamo appena sarete pronti. Aggancio 94.
BEN KENOBI: 94.
IAN SOLO: C’è qualcuno che comincia a interessarsi al lavoretto che hai fatto poco fa.
SOLDATO: Andiamo a controllare. Vieni.
IAN SOLO: Cinquantamila! Quelli devono essere con l’acqua alla gola. E io mi ci posso davvero salvare la pelle. Vai subito alla nave e preparala.
BEN KENOBI: Dovrai vendere il tuo sprinter.
LUKE SKYWALKER: Non fa niente. Non tornerò mai più su questo pianeta.

GREEDO: Koona t’chuta Solo?
IAN SOLO: Sì, infatti. Per essere esatti stavo andando a trovare il tuo capo. Di’ a Jabba che ho i soldi per lui.
GREEDO: Soong peetch alay. Ee mara tom tee tok maky cheesa. Jabba won neechee kochba mu shanee wy tonny wya uska, eh, eh, eh! Chosky nowy u chusu.
IAN SOLO: Sì, ma questa volta ho i soldi, capisci…
GREEDO: El jaya kulpa intick kuny ku suwa.
IAN SOLO: Ma i soldi non li ho mica qui con me. Di’ a Jabba…
GREEDO: Semal hi teek teek. Sone guru ye buya nyah oo won spasteega koo shu coon bon duwa weeptee.
IAN SOLO: Beh, a volte vengo abbordato anch’io. Credi che avessi un’alternativa?
GREEDO: Talk Jabba. Boompa kom bok nee aht am bompah..
IAN SOLO: Mi dovrà prima accoppare.
GREEDO: Nuklee numaa. Ches ko ba tuta creesta crenko ya kolska!
IAN SOLO: Ci credo proprio. Scusa se ho sporcato un po’.

DARTH VADER: La sua resistenza alla sonda mentale è notevole. Ci vorrà tempo per poterle strappare qualche informazione.
UFFICIALE: Il controllo finale è finito. Tutti i sistemi sono operativi. Che rotta prendiamo?
TARKIN: Potrebbe forse rispondere ad una diversa forma di persuasione.
DARTH FENER: Cosa vuoi dire?
TARKIN: Credo che sia ora di dimostrare tutta la potenza di questa stazione. Facciamo rotta per Alderaan.
UFFICIALE: Con piacere.
D-3BO: C1, blocca la porta.
SOLDATO: Bene. Controllate l’altro lato della strada. Questa porta è bloccata. Proviamo la prossima.
D-3BO: Avrei preferito di gran lunga andare con padron Luke che restare qui con te. Non so cosa siano tutte queste noie che abbiamo, ma sono certo che è colpa tua. Modera il tuo linguaggio.
LUKE SKYWALKER: Va bene, dammi i soldi e prenditelo.
BEN KENOBI: Luke.
LUKE SKYWALKER: Sì. Non è granchè, ma da quando è uscito l’X2 gli sprinter come il mio non sono più richiesti.
BEN KENOBI: Basteranno.

JABBA DE’ HUTT: Solo! La pa loiya, Solo! Solo!
IAN SOLO: Sono qui, Jabba. Ti stavo aspettando.
JABBA: Bone duwa pweepway? Uh-ha!
IAN SOLO: Non pensavi che sarei scappato, vero?
JABBA: Han, ma bookie, keel-ee calleya ku kah. Wanta dah moolee-rah… Mon kee chees kreespa Greedo?
IAN SOLO: Senti, Jabba, la prossima volta che vuoi parlarmi, vieni tu direttamente. Non mandarmi uno di quegli imbecilli.
JABBA: Han, Han, ma kee chee zay. Hassa ba una kulkee malia… Lude eveela deesa sloan dwa spasteega el was nwo yana da gooloo?
IAN SOLO: Senti, Jabba, anch’io ricevo visite inaspettate ogni tanto. Credi che abbia avuto scelta? Ma adesso ho un carico facile facile. Ti ricompenserò. Ti darò anche un piccolo extra. Mi serve solo un altro po’ di tempo.
JABBA: Han, ma bookie, baldo nee anna dodo da eena. See fa doi dee yaba…
IAN SOLO: Quindi, Jabba. Non esagerare.
JABBA: Dee do ee deen. Ee ya ba ma dookie massa… Eek bon chee ko pa na green na meeto do buny dunko la cho ya.
IAN SOLO: Jabba, sei un meraviglioso essere umano.
JABBA: Boska!

BEN KENOBI: Se la nave è veloce come afferma lui, dovrebbe andarci bene.
LUKE SKYWALKER: È un pezzo di ferraglia!
IAN SOLO: Oltrepassa di 0.5 la velocità della luce. Non avrà un grande aspetto ma non gli manca niente, ragazzo. Ci ho fatto un sacco di modifiche speciali personalmente. Ma voi avete fretta, quindi adesso salite a bordo e partiamo, prego.
D-3BO: Salve, signore.
SOLDATO: Da che parte? Bene, ragazzi, caricate le armi. Fermate quella nave! Folgoratelo!
IAN SOLO: Chube, andiamocene via!
D-3PO: Povero me. Mi ero scordato quanto detestavo viaggiare nello spazio.
IAN SOLO: Sembra un incrociatore imperiale. I nostri passeggeri devono essere gente che scotta. Cerca di tenerlo a distanza. Angola i deflettori, io faccio i calcoli per il salto a velocità luce. Stai in campana. Ne stanno arrivando altri due. Cercheranno di intercettarci.
LUKE SKYWALKER: Perché non te li lasci di coda? Avevi detto che quest’affare è veloce.
IAN SOLO: Se non ti va bene, ragazzino, puoi anche scendere. Saremo al sicuro appena fatto il salto nell’iperspazio. E poi, conosco qualche manovra. Li semineremo. Ora comincia il divertimento.
BEN KENOBI: Quanto ci vuole per fare il salto nell’iperspazio?
IAN SOLO: Ancora qualche momento per avere le coordinate dal navicomputer.
LUKE SKYWALKER: Qualche momento? Alla velocità con cui si avvicinano…
IAN SOLO: Viaggiare nell’iperspazio non è come spargere fertilizzanti da un aeroplano. Senza i dati esatti potremmo volare attraverso una stella o avvicinarci troppo a una supernova, e il vostro viaggio finirebbe prima di cominciare.
LUKE SKYWALKER: Cos’è quella spia?
IAN SOLO: Stiamo perdendo il deflettore. Andate dentro e legatevi. Io farò il viaggio a velocità luce.

MOTTI: Siamo entrati nel sistema di Alderaan.
LEILA ORGANA: Governatore Tarkin. Dovevo aspettarmi di trovarvi con in mano il guinzaglio di Fener. Ho riconosciuto il vostro fetore quando sono stata portata a bordo.
TARKIN: Gentilissima, fino all’ultimo. Non avete idea di come trovi difficile firmare la vostra condanna a morte.
LEILA ORGANA: Sono sorpresa che abbiate il coraggio di assumervi questa responsabilità
TARKIN: Principessa Leila, prima della vostra esecuzione vorrei che foste mia ospite ad una cerimonia che renderà operativa
questa stazione da battaglia. Nessun sistema stellare oserà più opporsi all’Imperatore.
LEILA ORGANA: Quanto più stringete la presa, Tarkin, tanti più sistemi vi sgusceranno via tra le dita.
TARKIN: Non quando avremo dimostrato la potenza di questa stazione. Lo sapete? Voi avete determinato la scelta del pianeta che verrà distrutto per primo. Data la vostra riluttanza a rivelarci l’ubicazione della base ribelle dimostreremo la micidialità di questa stazione da battaglia contro il vostro patrio pianeta, Alderaan.
LEILA ORGANA: No! Alderaan è pacifico! Non abbiamo armi! Voi non potete fare…
TARKIN: Preferireste un altro bersaglio? Un bersaglio militare? Dite il nome del sistema. Ditelo. Sono stanco di chiedervelo, quindi questa è l’ultima volta. Dov’è situata la base ribelle?
LEILA ORGANA: Dantooine. Sono su Dantooine.
TARKIN: Ecco. Vedi, Lord Fener? Sa anche essere ragionevole. Proseguite con l’operazione. Potete sparare appena pronti.
LEILA ORGANA: Cosa?
TARKIN: Siete proprio un’ingenua. Dantooine è troppo lontano per una dimostrazione efficace, ma non temete: mi occuperò dei vostri amici ribelli quanto prima.
LEILA ORGANA: No!
SOLDATO: Iniziare l’ignizione preliminare.

LUKE SKYWALKER: Non ti senti bene? Che cos’hai?
BEN KENOBI: Ho sentito come una perturbazione nella Forza, come se milioni di voci gridassero terrorizzate e a un tratto si fossero zittite. Temo sia accaduta una cosa terribile. È meglio che tu continui i tuoi esercizi.
IAN SOLO: Beh, potete scordarvi di avere guai da quelle lumache imperiali. Te l’ho detto che li avrei seminati. Non ditemi grazie tutti insieme. Comunque, dovremmo essere ad Alderaan circa alle ore due del mattino.
D-3BO: Ora stai attento, C1. Ha fatto una mossa leale. Urlare non ti aiuterà molto.
IAN SOLO: Lascialo perdere. Non è prudente far innervosire un Wookiee.
D-3BO: Ma signore, nessuno si preoccupa di non innervosire un droide.
IAN SOLO: Questo perchè i droidi quando perdono non staccano le braccia ai loro avversari. I Wookiee invece sono famosi per questo.
D-3BO: Ho capito la sfumatura, signore. Propongo una nuova tattica, C1. Fai vincere il Wookiee.
BEN KENOBI: Ricordati che un Jedi può sentire la Forza scorrere dentro di lui.
LUKE SKYWALKER: Vuoi dire che controlla le tue azioni?
BEN KENOBI: In parte. Ma inoltre ubbedisce ai tuoi comandi.
IAN SOLO: Ah, ah, ah, ah! Le strane religioni e le loro antiche armi contano poco contro un folgoratore al fianco.
LUKE SKYWALKER: Non hai fede nella Forza, non è vero?
IAN SOLO: Ragazzo, io ho girato questa galassia in lungo e in largo. Ho visto un sacco di cose curiose, però non ho visto niente che mi abbia convinto che esiste un’unica, onnipossente Forza che controlla tutto quanto. Nessun campo di energia mistica controlla il mio destino. Sono soltanto dei semplici trucchi e delle idiozie.
BEN KENOBI: Ti consiglierei di tentare di nuovo, Luke. Questa volta, non seguire il tuo io cosciente… e agisci solo con l’istinto.
LUKE SKYWALKER: Con il paralaser abbassato non ci vedo neanche. Come faccio a combattere?
BEN KENOBI: Gli occhi a volte ingannano. Non fidarti di loro. Espandi le tue sensazioni, Luke. Visto? Ce l’hai fatta.
IAN SOLO: Io la chiamo fortuna.
BEN KENOBI: Nella mia esperienza la parola “fortuna” non esiste.
IAN SOLO: Senti, un’azione contro i remoti è una cosa. Ma un’azione contro i vivi, eh? È una cosa diversa. Ah, credo che stiamo arrivando ad Alderaan.
LUKE SKYWALKER: Sai, sentivo qualcosa. Potevo quasi vedere il remoto.
BEN KENOBI: Mi rallegro. Hai fatto il tuo primo passo in un mondo più vasto.
TARKIN: Sì?
CASS: I nostri ricognitori hanno raggiunto Dantooine. Hanno trovato i resti di una base ribelle, ma pensano sia stata abbandonata da parecchio tempo. Ora stanno effettuando una vasta ricerca dei sistemi circostanti.
TARKIN: Ha mentito. La principessa ha mentito.
DARTH FENER: Ti avevo detto che non avrebbe mai consapevolmente tradito la Ribellione.
TARKIN: Terminala. Immediatamente.

IAN SOLO: Tienti pronto, Chube, ci siamo. Innesta i motori subluce. Ma che diavo… Ah, siamo usciti dall’iperspazio sotto una pioggia di meteore. Forse una collisione di asteroidi. Non è su nessuna carta.
LUKE SKYWALKER: Che sta succedendo?
IAN SOLO: La posizione è esatta, solo che… non c’è Alderaan.
LUKE SKYWALKER: Come sarebbe? E dov’è?
IAN SOLO: Sto cercando di dirtelo, ragazzo. Non c’è. È stato del tutto spazzato via.
LUKE SKYWALKER: Cosa? Come?
BEN KENOBI: Distrutto dall’Impero.
IAN SOLO: L’intera flotta spaziale non potrebbe distruggerlo. Ci vorrebbero un migliaio di navi con più potenza di fuoco. Sta arrivando un’altra nave.
LUKE SKYWALKER: Forse loro sanno che è successo.
BEN KENOBI: È un caccia della flotta Imperiale.
LUKE SKYWALKER: Ci ha seguiti.
BEN KENOBI: No, è un caccia a corto raggio.
IAN SOLO: Non ci sono basi qui intorno. Da dove sbuca fuori?
LUKE SKYWALKER: Se ne sta andando di gran fretta. Se c’identificano siamo nei guai.
IAN SOLO: Glielo impediremo. Chewie, disturba le loro trasmissioni.
BEN KENOBI: Tanto vale lasciarlo andare. È troppo fuori portata.
IAN SOLO: Non per molto.
BEN KENOBI: Un caccia di quella classe non può inoltrarsi tanto nello spazio da solo.
LUKE SKYWALKER: Si sarà perso, allora. Faceva parte di un convoglio, forse.
IAN SOLO: Beh, non durerà abbastanza da poter raccontare d’averci visto.
LUKE SKYWALKER: Guardatelo. Si dirige verso quella piccola luna.
IAN SOLO: Credo di poterlo beccare prima che ci arrivi, è quasi a portata di tiro.
BEN KENOBI: Non è una luna, quella. È una stazione spaziale.
IAN SOLO: Impossibile, è troppo grossa.
LUKE SKYWALKER: Ho una strana sensazione, come un presentimento.
BEN KENOBI: Han, inverti la rotta.
IAN SOLO: Già. Credo sia il caso. Inverti i motori. Chube, innesta l’energia ausiliaria. Chube, innesta l’energia ausiliaria!
LUKE SKYWALKER: Perché continuiamo ad andarci contro?
IAN SOLO: Ci sta risucchiando un radiofaro traente.
LUKE SKYWALKER: Devi poter fare qualcosa, Han!
IAN SOLO: Non c’è niente che possa fare, sono al massimo della potenza. Dovrò spegnere tutto. Ma dovranno faticare per prendermi.
BEN KENOBI: Non puoi vincere, ma ci sono delle alternative al battersi.
INTERCOM: Sgomberate la zona 3-27. Stiamo azionando il campo magnetico.
UFFICIALE: Ai vostri posti. Venite con me.
INTERCOM: Chiudere tutti gli scudi esterni. Chiudere tutti gli scudi esterni.
TARKIN: Sì?
INTERCOM: Abbiamo catturato un trasporto che entrava nei resti del sistema di Alderaan. I suoi dati corrispondono a quelli di un’astronave fuggita da Mos Eisley per evitare la cattura.
DARTH FENER: Penso che stiano cercando di riportare alla principessa i piani rubati. Forse lei potrà ancora esserci utile.

INTERCOM: Aprire 1-5-7 e 1-5-9. Assicurare via libera.
UFFICIALE: A bordo della nave non c’è nessuno. Dal libro di bordo risulta abbandonata subito dopo il decollo. Dev’essere una trappola, signore. Sono stati lanciati molti gusci di salvataggio.
DARTH FENER: Ha trovato qualche droide?
UFFICIALE: No, signore. Se ce n’erano a bordo sono stati lanciati anche loro.
DARTH FENER: Mandi a bordo una squadra. Voglio che venga controllata in ogni sua parte.
UFFICIALE: Sì, signore.
DARTH FENER: Sento qualcosa… Una presenza che non avevo più sentito…
UFFICIALE: Voglio qui una squadra di rilevazione. Dev’essere controllata ogni parte della nave.
LUKE SKYWALKER: Meno male che ci sono questi compartimenti.
IAN SOLO: Li uso per il contrabbando. Non credevo mai che avrei contrabbandato me stesso. Non è ridicolo? Comunque, anche se potessi decollare, non ce la farei a passare il radiofaro.
BEN KENOBI: Lascia fare a me.
IAN SOLO: Vecchio pazzo. Lo sapevo che avresti detto così.
BEN KENOBI: Chi è più pazzo, il pazzo o il pazzo che lo segue?
INTERCOM: Numero 1-11, numero 1-11…
SOLDATO: La nave è tutta vostra. Se gli strumenti rilevano qualcosa riferite immediatamente. Bene, andiamo.
LUKE SKYWALKER: Ehi, laggiù! Potreste darci una mano?

UFFICIALE DI PIATTAFORMA: TK-2-1, tornate al vostro posto. TK-2-1, rispondetemi. Laggiù hanno una trasmittente in avaria, vedrò che posso fare.
LUKE SKYWALKER: Con tutti i versi che fa lui e tu che spari a ogni cosa che vedi è un miracolo che non lo sappiano tutti che siamo qui.
IAN SOLO: E lasciali venire! Io Preferisco una lotta a viso aperto a questa mascherata.
D-3BO: Abbiamo trovato l’attacco del computer, signore.
BEN KENOBI: Innesta. Dobbiamo interpretare tutta la rete imperiale di comunicazioni.
D-3BO: Dice che ha trovato i comandi del radiofaro che trattiene qui la nave. Cercherà di far apparire sul monitor l’ubicazione esatta. Il radiofaro è collegato al reattore principale in sette punti diversi. Una perdita d’energia ad uno dei terminali permetterà alla nave di decollare.
BEN KENOBI: Non credo che possiate aiutarmi. Devo andare da solo.
IAN SOLO: Come preferisci. Io ho fatto molto di più di quanto avevamo stabilito.
LUKE SKYWALKER: Io voglio venire con te.
BEN KENOBI: Sii paziente, Luke. Resta e sorveglia bene i droidi.
LUKE SKYWALKER: Ma lui…
BEN KENOBI: Consegnali sani e salvi, altrimenti altri sistemi astrali subiranno lo stesso fato di Alderaan. Il tuo destino è legato a una strada diversa dalla mia. La Forza ti accompagnerà… Sempre.
IAN SOLO: Bravo, l’hai detto, Chube. Ma dove l’hai scovato quel vecchio fossile?
LUKE SKYWALKER: Ben Kenobi è un grande uomo.
IAN SOLO: Già, nel crearci delle grane è grandissimo.
LUKE SKYWALKER: Non ho mai sentito te proporre qualcosa.
IAN SOLO: Meglio qualsiasi cosa piuttosto che aspettare con le mani in mano che ci becchino.
LUKE SKYWALKER: Ma cosa credi, che… Che cos’è?
D-3BO: Temo di non capirlo bene, signore. Dice: “L’ho trovata”, e continua a ripetere: ”Lei è qui”.
LUKE SKYWALKER: Ma… Chi? Chi è che ha trovato?
D-3BO: La principessa Leila.
LUKE SKYWALKER: La principessa? È qui?
IAN SOLO: Principessa?
LUKE SKYWALKER: Dove? Dov’è?
IAN SOLO: Principessa? Ma di che parlate?
D-3BO: Livello 5, area di detenzione AA-23. Purtroppo è stata condannata ad essere terminata.
LUKE SKYWALKER: Oh, no. Dobbiamo fare qualcosa.
IAN SOLO: Ma di che diavolo parli?
LUKE SKYWALKER: I droidi appartengono a lei. È quella del messaggio. Bisogna aiutarla!
IAN SOLO: Senti, adesso non tirare fuori altre idee. Il vecchio vuole che aspettiamo qui.
LUKE SKYWALKER: Ma non sapeva che lei era qui. Vuoi trovare la strada per quella camera di detenzione?
IAN SOLO: Io non vado da nessuna parte.
LUKE SKYWALKER: Quelli la uccideranno. Qualche minuto fa hai detto che non volevi aspettare qui di essere catturato e adesso invece ci vuoi restare!
IAN SOLO: Marciare dentro la zona di detenzione non era quello che avevo in mente.
LUKE SKYWALKER: Ma hanno deciso di ucciderla!
IAN SOLO: Beh, meglio lei che me.
LUKE SKYWALKER: È ricca.
IAN SOLO: Ricca?
LUKE SKYWALKER: Ricca, potentissima. Senti, se tu dovessi salvarla, la ricompensa sarebbe…
IAN SOLO: Quanto?
LUKE SKYWALKER: Beh, più soldi di quanto tu riesca a immaginare.
IAN SOLO: Guarda, ragazzo, che io me ne immagino un bel po’.
LUKE SKYWALKER: Li avrai.
IAN SOLO: Un bel po’?
LUKE SKYWALKER: Contaci.
IAN SOLO: Okay, ragazzo, ma è meglio che non racconti delle balle.
LUKE SKYWALKER: D’accordo.
IAN SOLO: Qual è il tuo piano?
LUKE SKYWALKER: 3BO, dammi quei bracciali, per piacere. Bene. Ora te li metterò ai polsi. Calma! Han, me… mettiglieli tu, eh?
IAN SOLO: Non preoccuparti, credo di sapere che cos’ha in mente.
D-3BO: Padron Luke, signore, mi scusi se glielo chiedo, ma… che dovremo fare C1 ed io se veniamo scoperti qui?
LUKE SKYWALKER: Chiudete la porta.
IAN SOLO: E non aprire per nessun motivo.
D-3BO: Grazie, ora ci sentiamo più tranquilli.

INTERCOM: 5-1-7 a controllo base. 5-1-7 a controllo base. 3-1-2…
LUKE SKYWALKER: Non vedo niente con questo casco.
IAN SOLO: Non funzionerà mai.
LUKE SKYWALKER: Perché non l’hai detto prima?
IAN SOLO: L’avevo detto anche prima.

UFFICIALE: Dove state portando… quella cosa?
LUKE SKYWALKER: Trasferimento prigioniero dalla cella 1-1-3-8.
UFFICIALE: Non sono stato avvisato. Dovrò chiedere.
IAN SOLO: Attenzione! È sciolto!
LUKE SKYWALKER: Adesso ci farà a pezzi!
IAN SOLO: Fuoco, Luke! Dobbiamo scoprire in quale cella sta questa vostra principessa. Ecco qua, 21-8-7. Vai a prenderla. Io li fermo qui. Ehm… Qui è tutto sotto controllo. Situazione normale.
INTERCOM: Cos’è successo?
IAN SOLO: Eh… un inconveniente con armi difettose, ma… va tutto benissimo qui, adesso, stiamo bene. Stiamo tutti bene, qui ora. Grazie. Voi come state?
INTERCOM: Mandiamo su una squadra.
IAN SOLO: No… Negativo, negativo. Abbiamo una perdita al reattore, qui. Ora dateci qualche minuto per eliminarla. È una grossa perdita, è pericolosa.
INTERCOM: Ma chi è? Qual è il tuo vostro numero operativo?
IAN SOLO: Conversazione noiosa, comunque. Luke, tra un po’ avremo compagnia.
LEILA ORGANA: Non sei un po’ basso per appartenere alle truppe d’assalto?
LUKE SKYWALKER: Eh? Ah, l’uniforme. Sono Luke Skywalker. Sono venuto a salvarla.
LEILA ORGANA: Sei chi?
LUKE SKYWALKER: Sono venuto a salvarla. Ho la sua unità C1. Sono qui con Ben Kenobi.
LEILA ORGANA: Ben Kenobi? Dov’è?
LUKE SKYWALKER: Andiamo.
DARTH FENER: Lui è qui.
TARKIN: Obi-Wan Kenobi? Cosa te lo fa pensare?
DARTH FENER: Un tremito nella Forza. L’ultima volta che l’ho sentito fu in presenza del mio vecchio maestro.
TARKIN: A quest’ora dev’essere certamente morto.
DARTH FENER: Non sottovalutare la Forza.
TARKIN: I Jedi sono estinti. Il loro fuoco ha abbandonato l’universo. Tu sei tutto ciò che resta della loro religione. Sì?
INTERCOM: Governatore Tarkin, abbiamo un allarme di emergenza nella zona detentiva AA-23.
TARKIN: La principessa? Mettete in allarme tutti i settori.
DARTH FENER: Obi-Wan è qui. La Forza è con lui.
TARKIN: Se è vero non bisogna lasciarlo scappare.
DARTH FENER: Il suo piano non è scappare. Devo affrontarlo da solo.

IAN SOLO: Chube! Vai alle mie spalle! Alle mie spalle!
SOLDATO: Alla vostra sinistra. Sono scesi nel corridoio delle celle.
IAN SOLO: Non si esce da quella parte.
LEILA ORGANA: Direi che avete tagliato l’unica via d’uscita.
IAN SOLO: Preferivate stare nella vostra cella, Altezza?
LUKE SKYWALKER: D-3BO!
D-3BO: Sì, signore?
LUKE SKYWALKER: Ci sono altre vie d’uscita dalle celle? Siamo stati tagliati fuori! Che hai detto? Non ho capito.
D-3BO: Ho detto che tutti i sistemi sono stati avvertiti della vostra presenza, signore. L’ingresso principale delle celle sembra l’unica via di uscita. Ogni altra informazione circa il vostro livello è segreta.
SOLDATO: Aprite là dentro. Aprite là dentro!
D-3BO: Oh, no.
LUKE SKYWALKER: Altre vie di uscita non ce ne sono!
IAN SOLO: Non posso fermarli per sempre! Che facciamo?
LEILA ORGANA: Ma che bel salvataggio! Entrando qui non avevate un piano per andarvene?
IAN SOLO: È Luke il cervello, dolcezza.
LUKE SKYWALKER: Ma io non…
IAN SOLO: Ma che diavolo sta facendo?
LEILA ORGANA: La pelle deve salvarcela qualcuno! Nello scarico dei rifiuti, giovanotto!
IAN SOLO: Vai là dentro! Vai là dentro, montagna pelosa! Non m’importa se poi puzzi! Entra dentro e non starci a pensare troppo! Fantastica la ragazza, eh? Non so se ucciderla o innamorarmi di lei. Vai dentro, Luke!

IAN SOLO: Finire nello scarico dei rifiuti è stata davvero un’idea geniale. Che puzza stupenda ci ha fatto scoprire. Complimenti! Usciamo da qui. Togliti di là!
LUKE SKYWALKER: No, aspetta! Sei impazzito? Lascia perdere! È sigillato magneticamente!
LEILA ORGANA: Metta via quell’arnese! Finirà per ucciderci tutti!
IAN SOLO: Come no, vossignoria! Senta, avevo tutto sotto controllo finché lei non ci hai portato quaggiù. Non gli ci vorrà molto a scoprire che fine abbiamo fatto.
LEILA ORGANA: Potrebbe essere peggio.
IAN SOLO: È già peggio.
LUKE SKYWALKER: C’è qualcosa che si muove qui sotto.
IAN SOLO: È tutta immaginazione.
LUKE SKYWALKER: Eh… mi ha toccato una gamba. Guarda. L’hai visto?
IAN SOLO: Cosa?
LEILA ORGANA: Luke!
IAN SOLO: Luke! Luke! Luke!
LEILA ORGANA: Luke! Luke! Afferra questo!
LUKE SKYWALKER: Ah! Accidenti!
LEILA ORGANA: Tieni!
LUKE SKYWALKER: Mi ha incastrato le gambe!
IAN SOLO: Dov’è?
LUKE SKYWALKER: Dappertutto!
LEILA ORGANA: Che cos’è successo?
LUKE SKYWALKER: Non lo so! Mi ha lasciato andare ed è sparito.

IAN SOLO: Ho un gran brutto presentimento.
LUKE SKYWALKER: Le pareti si muovono!
LEILA ORGANA: Non restate lì impalati! Cerchiamo di puntellarle con qualcosa! Mi aiuti!
LUKE SKYWALKER: Aspettate un momento. 3BO! Rispondi, 3BO! 3BO! Ma dove sarà?
SOLDATO: Venite! Occupatevi di lui. Che c’è là?
D-3BO: Sono pazzi. Si sono diretti verso le prigioni. Se vi sbrigate potete prenderli.
SOLDATO: Seguitemi. Tu stai qui di guardia.
D-3BO: Vieni fuori. Oh… Tutta questa eccitazione ha mandato in pallone i circuiti della mia controparte. Se non le dispiace, vorrei portarlo giù alla manutenzione.
SOLDATO: Va bene.
LUKE SKYWALKER: 3BO! Rispondi, 3BO! 3BO!
IAN SOLO: Salga là sopra!
LEILA ORGANA: Non posso.
LUKE SKYWALKER: Ma dove sarà finito? 3BO! 3BO, rispondi!
D-3BO: Qui non ci sono. Dev’essergli successo qualcosa. Guarda se sono stati presi. Sbrigati.
IAN SOLO: Una cosa è sicura. Diverremo tutti magrissimi. Salga su in cima!
LEILA ORGANA: Ci sto provando!
D-3BO: Grazie al cielo non li hanno trovati. Dove possono essere? Usare il com-link? Oh, già, dimenticavo. L’avevo spento. Mi sente, signore?
LUKE SKYWALKER: 3BO?
D-3BO: Abbiamo avuto qualche problema.
LUKE SKYWALKER: Vuoi stare zitto e starmi a sentire? Ferma tutti gli schiacciatori di rifiuti del livello di detenzione! Ferma tutti gli schiacciatori di rifiuti del livello detenzione! Fermali, fermali tutti gli schiacciatori di rifiuti!
D-3BO: Oh, fermali tutti, presto.
IAN SOLO: Che succede?
LEILA ORGANA: Cosa?
LUKE SKYWALKER: Ah! Ah! Ah! Ah! L’ha fatto!
D-3BO: Sentili. Stanno morendo, C1.
LUKE SKYWALKER: Yah-ah!
D-3BO: Maledetto il mio corpo di metallo! Non sono stato abbastanza veloce. È tutta colpa mia. Povero padrone.
LUKE SKYWALKER: 3BO, stiamo bene! Stiamo bene! Sei stato grande! Ehi! Ah, ah, ah! Apri il portello di manutenzione del deposito… Dove siamo?
IAN SOLO: 3-2-6-3-8-2-7.

IAN SOLO: Se riusciamo ad evitare altri consigli femminili, dovremmo poter uscire di qui.
LUKE SKYWALKER: Allora sbrighiamoci.
IAN SOLO: Dove stai andando? Ah…
LEILA ORGANA: Aspetti! Sentiranno!
IAN SOLO: Vieni qui, brutto vigliacco. Chube, vieni qui.
LEILA ORGANA: Senta, lei io non so chi sia né da dove venga, ma d’ora in avanti farà quello che io le dico, capito?
IAN SOLO: Senta lei, vossignoria altezza, mettiamo in chiaro una cosa. Io prendo ordini da una sola persona: da me.
LEILA ORGANA: Mi sorprende che sia ancora vivo. Qualcuno può togliermi dai piedi questo grosso tappeto ambulante?
IAN SOLO: Non c’è prezzo con questa qui.
I SOLDATO: Riferite continuamente.
II SOLDATO: Bene. Che sta succedendo?
III SOLDATO: Forse è un’altra esercitazione.
II SOLDATO: Hai visto quel nuovo VT-1 6?
III SOLDATO: Già. Qualcuno dei ragazzi me ne stava parlando. Dicono che vale la pena di… Che cos’era?
II SOLDATO: Niente. Non c’è nessuno, non preoccuparti.

IAN SOLO: Eccola là.
LUKE SKYWALKER: D-3BO, rispondi.
D-3BO: Sì, signore?
LUKE SKYWALKER: Sei al sicuro?
D-3BO: Per ora sì. Siamo nell’hangar principale, a poca distanza dall’astronave.
LUKE SKYWALKER: Siamo proprio sopra di voi. Tenetevi pronti.
LEILA ORGANA: È venuto con quella? Ha più coraggio di quanto credessi.
IAN SOLO: Carina. Andiamo.
SOLDATO: Sono loro. Fulminatelo!
IAN SOLO: Andate alla nave! Torno indietro!
LUKE SKYWALKER: Tu dove vai?
LEILA ORGANA: È veramente coraggioso.
LUKE SKYWALKER: Che vantaggio avremo se si fa uccidere? Andiamo.
IAN SOLO: Aaah!
LUKE SKYWALKER: Credo che abbiamo sbagliato strada.
LEILA ORGANA: L’apriranno!
LUKE SKYWALKER: Questo li tratterrà per un po’.
LEILA ORGANA: Presto. Dobbiamo attraversare! Trovi i comandi per allungare il ponte.
LUKE SKYWALKER: Credo di averli fatti saltare…
LEILA ORGANA: Stanno arrivando!
LUKE SKYWALKER: Mi tenga questo.
LEILA ORGANA: Sono riusciti ad aprire! In bocca al lupo!
SOLDATO: Credo si siano divisi. Ora potrebbero essere ai livelli 5 e 6.
D-3BO: Dove possono essere?
I SOLDATO: Chiudere i portelli.
II SOLDATO: Aprite le porte a prova di scoppio.

DARTH FENER: Ti stavo aspettando, Obi-Wan. Ci rincontriamo, finalmente. Ora il cerchio è completo. Quando ti ho lasciato non ero che un discepolo. Ora sono io il maestro.
BEN KENOBI: Solo un maestro del male, Darth.
DARTH FENER: I tuoi poteri sono deboli, vecchio.
BEN KENOBI: Non puoi vincere, Darth. Se mi abbatti io diventerò più potente di quanto tu possa immaginare.
DARTH FENER: Non saresti dovuto tornare.
IAN SOLO: Non l’avevamo appena lasciata questa festa? Cosa vi ha trattenuto?
LEILA ORGANA: Abbiamo incontrato dei vecchi amici.
LUKE SKYWALKER: La nave è in ordine?
IAN SOLO: Sembra di sì, ma bisogna arrivarci. Speriamo che il vecchio abbia messo fuori uso il radiofaro.
LUKE SKYWALKER: Guardate.
D-3BO: Vieni, C1. Andiamo.
IAN SOLO: Ecco, adesso, andiamo!
LUKE SKYWALKER: Ben? Nooo!
IAN SOLO: Andiamo!
LEILA ORGANA: Luke! Andiamo! Luke! Presto!
IAN SOLO: La porta, Luke!
BEN KENOBI: Corri, Luke, corri!
IAN SOLO: Spero che il vecchio abbia fatto fuori il radiofaro traente, altrimenti questo viaggio sarà cortissimo. Okay, dai! Stiamo arrivando ai loro caccia di pattuglia. Tienili a bada. Angola gli scudi deflettori, mentre io carico le armi grosse.

LUKE SKYWALKER: Non riesco a credere che è morto.
LEILA ORGANA: Non avresti potuto fare nulla.
IAN SOLO: Avanti, amico. Non è mica finita. Vieni! Ci sei, Luke? Okay, sta’ all’erta!
LEILA ORGANA: Ecco, ci siamo.
LUKE SKYWALKER: Sono troppo veloci!
LEILA ORGANA: Abbiamo perso i controlli laterali.
IAN SOLO: Niente paura. La nave reggerà. Sentito, bellezza? Reggerà. Ah-ha!
LUKE SKYWALKER: Preso. L’ho preso!
IAN SOLO: Sei grande, ma non ti montare la testa.
LEILA ORGANA: Luke, ce ne sono ancora due in arrivo!
IAN SOLO: Uff…
LUKE SKYWALKER: È fatta! Ce l’abbiamo fatta!
LEILA ORGANA: Ce l’abbiamo fatta!
D-3BO: Aiuto. Credo di stare fondendo. Questa è tutta colpa tua.
TARKIN: Ci sono sfuggiti?
DARH FENER: Hanno appena fatto il salto nell’iperspazio.
TARKIN: Sei sicuro che il radiofaro sia stato nascosto bene sulla nave? Sto correndo un terribile rischio, Fener. Guai se perdiamo il contatto.

IAN SOLO: Niente male come salvataggio, eh? Lo sa, certe volte stupisco perfino me stesso.
LEILA ORGANA: Credo non le accada di rado. Ci hanno lasciati andare. È l’unica spiegazione alla facilità della nostra fuga.
IAN SOLO: Ah, è stato facile, secondo lei?
LEILA ORGANA: Ci stanno tracciando.
IAN SOLO: Non questa nave, sorella.
LEILA ORGANA: Se non altro, l’informazione dentro C1 è intatta.
IAN SOLO: Ma è così importante? Che cosa c’è là dentro?
LEILA ORGANA: Tutto lo schema tecnico della Morte Nera. Spero solo che quando verrà analizzato si troverà un punto debole. Non è ancora finita.
IAN SOLO: Lo è per me, sorella. Senta, io non sto qui per la sua rivoluzione e non sto qui per lei, principessa. Io m’aspetto di essere ben pagato. Io sto qui per i soldi.
LEILA ORGANA: Non si preoccupi per la sua ricompensa. Se ama soltanto il denaro riceverà solo quello, stia tranquillo. Il suo amico è un vero mercenario. Mi domando se tenga realmente a qualcosa… o a qualcuno.
LUKE SKYWALKER: Io sì. Allora…che ne pensi di lei, Han?
IAN SOLO: Sto cercando di non pensarci.
LUKE SKYWALKER: Bene.
IAN SOLO: Sai… ha coraggio, però. Non so, tu che ne dici? Credi che una principessa e un tipo come me…
LUKE SKYWALKER: No.
IAN SOLO: Eh, eh!

WILLARD: Siete salva. Quando abbiamo saputo di Alderaan, abbiamo temuto il peggio.
LEILA ORGANA: Non c’è tempo per i ricordi tristi, comandante. Utilizzate le informazioni di questa unità C1 per progettare l’attacco. È la nostra unica speranza.
TARKIN: Sì.
INTERCOM: Ci stiamo avvicinando al pianeta Yavin. La base ribelle è su di una luna sulla parte opposta. Ci prepariamo a mettere la stazione nella loro orbita.

DODONNA: La Morte Nera è fortemente corazzata, ed ha una potenza di fuoco superiore a quella della metà della flotta stellare. Le sue difese sono progettate per un attacco diretto su vasta scala. Un piccolo caccia monoposto dovrebbe essere in grado di superare la difesa esterna.
CAPO ORO: Mi scusi se lo chiedo, signore, ma che potranno fare i caccia monoposto contro quello?
DODONNA: Beh, l’Impero non considera un piccolo caccia monoposto come una minaccia, altrimenti sarebbe stata predisposta una difesa a maglie più strette. Da un esame dei piani forniti dalla principessa Leila abbiamo scoperto che esiste un punto debole nella stazione di guerra. Non vi sarà facile avvicinarvi. Dovrete infilarvi dentro questo canale e sfiorarne la superficie fino a questo punto. La zona da attaccare è larga due metri soltanto. È una piccola luce di scarico termico proprio sotto lo scarico principale. Il condotto porta direttamente al reattore di propulsione. Un colpo preciso provocherà una reazione a catena che dovrebbe distruggere la stazione. Soltanto un colpo preciso darà il via alla reazione a catena. Il condotto è a prova di laser, quindi dovrete usare siluri ai protoni.
WEDGE ANTILLES: No, è impossibile, anche per un computer.
LUKE SKYWALKER: Ma no, non è impossibile. Io a casa sparavo ai topi raghi dal mio T-16, e li colpivo. E sono poco più grandi di due metri.
DODONNA: Armate i vostri mezzi, e che la Forza sia con voi.
INTERCOM: Abbiamo in orbita la stazione a velocità massima. La luna con la base ribelle sarà a portata di tiro fra 30 minuti.
DARTH FENER: Questo sarà un giorno da ricordare a lungo. Ha visto la fine di Kenobi, e presto vedrà la fine della Ribellione.

INTERCOM: Tutto il personale di volo ai loro posti. Tutto il personale di volo ai loro posti.
LUKE SKYWALKER: Così hai avuto la ricompensa e te ne stai andando.
IAN SOLO: Proprio così. Già. Ho dei vecchi debiti da pagare con questa roba. E anche se non li avessi, non crederai che sarei così pazzo da restare qui, vero? Perché non vieni con noi? Sei bravo, combatti bene. Mi saresti utile.
LUKE SKYWALKER: Ma insomma! Perchè non dai un’occhiata in giro? Lo sai cosa sta per succedere, da cosa devono difendersi? A loro occorrono piloti come te, e tu gli giri le spalle e te ne vai?
IAN SOLO: A che serve una ricompensa se non ci sei più? E attaccare la Morte Nera non è un atto di coraggio. È soprattutto… un suicidio.
LUKE SKYWALKER: Bene. Abbi cura di te, Han. È quello che sai fare meglio, non è così?
IAN SOLO: Ehi, Luke! Che la Forza sia con te. Che hai da strillare? So bene quello che faccio.

LEILA ORGANA: Cos’è successo?
LUKE SKYWALKER: È Han. Non lo so. Credevo che avrebbe cambiato idea.
LEILA ORGANA: Lui deve seguire il suo cammino. Nessuno ha il diritto di cambiarlo.
LUKE SKYWALKER: Vorrei soltanto che Ben fosse qui.
BIGGS DARKLIGHTER: Ehi, Luke!
LUKE SKYWALKER: Biggs!
BIGGS: Non posso crederci. Come ti va?
LUKE SKYWALKER: A meraviglia!
BIGGS: Ti imbarchi con noi?
LUKE SKYWALKER: Sarò lassù insieme a te, e sentirai che storie ho da raccontarti.
CAPO ROSSO: Skywalker. Sei sicuro da saper governare quest’astronave?
BIGGS: Signore, è il miglior pilota da combattimento di tutto il sistema intergalattico.
CAPO ROSSO: Te la caverai bene.
LUKE SKYWALKER: Grazie, signore. Ce la metterò tutta.
BIGGS: Ora dobbiamo salire a bordo. Ascolteremo le tue storie al nostro ritorno, d’accordo?
LUKE SKYWALKER: Certo. Ehi, Biggs. Te l’avevo detto che un giorno ce l’avrei fatta.
BIGGS: Sarà come ai vecchi tempi, Luke.
LUKE SKYWALKER: Non ci fermeranno mai.
INTERCOM: Sgombrate la zona!
CAPO: Questa tua unità C1 sembra un po’ malridotta. Ne vuoi una nuova?
LUKE SKYWALKER: Neanche per sogno. Quel piccoletto e io ne abbiamo viste tante insieme. Come stai, C1? Bene.
CAPO: Bene, mollate adagio.
D-3BO: Reggiti forte, C1. Devi assolutamente tornare. Non vorrai che la mia vita diventi noiosa, vero?
INTERCOM: Pronti al decollo. Pronti al decollo. Assicurarsi che tutto sia funzionante.
BEN KENOBI: Luke, la Forza sarà con te.

INTERCOM: State all’erta. La Morte Nera si sta avvicinando. Tempo stimato perché arrivi a portata di tiro: 15 minuti.
CAPO ROSSO: Tutte le unità riferiscano.
ROSSO 10: Rosso 10, sono pronto.
ROSSO 7: Rosso 7, sono pronto.
BIGGS: Rosso 3, sono pronto.
JEK PORKINS: Rosso 6, sono pronto.
ROSSO 9: Rosso 9, sono pronto.
WEDGE: Rosso 2, sono pronto.
ROSSO 11: Rosso 11, sono pronto.
LUKE SKYWALKER: Rosso 5, sono pronto.
CAPO ROSSO: Lastre S in posizione d’attacco P2. Stiamo attraversando il loro campo magnetico. Reggetevi! Accendete i deflettori. Doppia linea di fronte.
WEDGE: Guarda quanto è grosso quell’affare.
CAPO ROSSO: Niente chiacchiere, Rosso 2. Accelerate a velocità di attacco. Ci siamo, ragazzi.
CAPO ORO: Capo Rosso, qui Capo Oro.
CAPO ROSSO: Ricevuto, Capo Oro.
CAPO ORO: Dirigiamo verso il canale bersaglio.
CAPO ROSSO: Siamo in posizione. Taglio perpendicolarmente, così attiro il loro fuoco.
WEDGE: Fuoco intenso, capo, 23 gradi.
CAPO ROSSO: Lo vedo. Tienti basso.
LUKE SKYWALKER: Rosso 5. Io provo a entrare.
BIGGS: Sganciati! Tutto bene, Luke?
LUKE SKYWALKER: Sono un po’ arrostito, ma sto bene.
UFFICIALE: Abbiamo contato trenta caccia ribelli, Lord Fener, ma sono così piccoli che sfuggono ai nostri turbolaser.
DARTH VADER: Dovremo distruggerli uno per uno. Mandi gli equipaggi sui caccia.
CAPO ROSSO: Fate attenzione! Viene un gran volume di fuoco dalla torre di destra.
LUKE SKYWALKER: Ci sono sopra.
BIGGS: Io provo a entrare. Coprimi, Porkins.
PORKINS: Ci puoi contare, Rosso 3. Ho un problema qui.
BIGGS: Lanciati.
PORKINS: Lo tengo ancora.
BIGGS: Cabra!
PORKINS: No, no, ce la faccio…
INTERCOM: La base ribelle sarà a portata di tiro fra sette minuti.
BEN KENOBI: Luke, fidati del tuo istinto.
UFFICIALE CONTROLLO: Capi squadriglia, abbiamo intercettato un nuovo gruppo di segnali. Caccia nemici vi vengono incontro.
LUKE SKYWALKER: Il mio schermo è negativo. Non vedo niente.
CAPO ROSSO: Prendi l’osservatore a vista. Eccoli! Fai attenzione, ne hai uno dritto di in coda.
PILOTA: Sono colpito!
LUKE SKYWALKER: Hai un nemico in coda, Attento.
BIGGS: Non riesco a vederlo vedo. Mi sta troppo addosso. Non ce la faccio.
LUKE SKYWALKER: Arrivo da te.
DARTH FENER: Diversi caccia si sono allontanati dal gruppo principale. Seguitemi.
BIGGS: Cabra, Luke. Cabra!
CAPO ROSSO: Attento! Attento alle spalle! Un caccia ti sta arrivando addosso!
LUKE SKYWALKER: Sono colpito, ma non gravemente. C1, vedi cosa puoi fare. Reggiti forte là dietro.
CAPO ROSSO: Rosso 6, riesci a vedere Rosso 5? C’è un gran volume di fuoco da questa parte. Rosso 5, dove sei?
LUKE SKYWALKER: Non riesco a sganciarmi.
WEDGE: Sono su di lui, Luke. Tieni duro!
LUKE SKYWALKER: Maledizione, Wedge. Dove sei? Grazie, Wedge.
BIGGS: Bel colpo, Wedge.
CAPO ORO: Capo Rosso, qui Capo Oro. Iniziamo la corsa d’attacco.
CAPO ROSSO: Ricevuto, Capo Oro. Cercherò di coprirvi.
DARTH FENER: Restate in formazione d’attacco.
CAPO ORO: Attenzione, il bersaglio è sul computer.

CAPO ORO: Massima energia avanti, ai deflettori frontali. Massima energia avanti, ai deflettori frontali. Quanti cannoni pensi che ci siano, Oro 5?
ORO 5: Direi circa venti, alcuni in superficie, altri sulle torrette.
INTERCOM: Saremo a portata di tiro della Morte Nera tra cinque minuti.
CAPO ORO: Passare ai dati di bersaglio del computer.
ORO 2: Computer agganciato. Ricevo un segnale.
CAPO ORO: E i cannoni?
ORO 2: I cannoni non sparano più.
ORO 5: Stabilizzate i deflettori di coda. Attenti ai caccia nemici.
CAPO ORO: Arrivano. Tre per 220.
DARTH FENER: Li attaccherò io. Copritemi.
PILOTA: Signorsì.
CAPO ORO: È inutile. Non manovro più.
ORO 5: Stai sul bersaglio.
CAPO ORO: Son troppo vicini.
ORO 5: Stai sul bersaglio!
CAPO ORO: Provo a sganciarmi.
CAPO ROSSO: Capo Rosso a Oro 9. Oro 5 è stato colpito.
ORO 9: Ricevuto, Capo Rosso.
ORO 5: Ci sono già alle spalle!
UFFICIALE: Abbiamo analizzato il loro attacco, signore, e c’è un pericolo. Devo tener pronta la sua nave?
TARKIN: Abbandonare tutto? Nel momento del trionfo? Credo che lei sopravvaluti le loro forze.
INTERCOM: Base ribelle tre minuti. Continua avvicinamento.
CAPO ROSSO: Squadriglia Rossa, qui Capo Rosso. Appuntamento al punto 6,1.
WEDGE: Qui Rosso 2, dirigo verso di te.
BIGGS: Rosso 3, qui pronti.
DODONNA: Capo Rosso, qui è Base 1. Tenete metà dei vostri fuori portata per il prossimo attacco.
CAPO ROSSO: Ricevuto, Base 1. Luke, prendi Rosso 2 e 3. Prima di iniziare l’attacco aspettate il mio segnale. Ecco, ci sono.
ROSSO 10: Dovremmo vederlo ormai.
CAPO ROSSO: Tenete gli occhi aperti per i caccia imperiali.
ROSSO 10: C’è troppa interferenza. Rosso 5, li vedi da dove sei?
LUKE SKYWALKER: Nessun segno di… Aspetta. Ce l’hai a 35 gradi.
ROSSO 10: Li vedo.
CAPO ROSSO: Sono a portata. Sto arrivando sul bersaglio. Teneteli lontani per qualche secondo.
DARTH FENER: Formazione serrata.
CAPO ROSSO: Sono quasi arrivato…
ROSSO 10: È meglio che ti sganci! Li ho proprio dietro di me.
CAPO ROSSO: Ci sono quasi!
ROSSO 10: Sono vicinissimi!
CAPO ROSSO: Razzi partiti! Colpito! Negativo. Negativo. Non sono entrati. Hanno colpito la superficie.
WEDGE: Ce l’hai in coda!
LUKE SKYWALKER: Capo Rosso, siamo sopra di te. Dirigi al punto 0.5. Noi ti copriremo.
CAPO ROSSO: Restate lì. Ho appena perso il motore di destra. Inizieremo la corsa d’attacco. Yeeeh!
INTERCOM: Base ribelle, un minuto. Continua avvicinamento.
LUKE SKYWALKER: Biggs, Wedge, avvicinatevi. Entrerò nel canale alla velocità massima per ritardare il loro inseguimento.
WEDGE: Sono con te, capo.
BIGGS: Luke, a quella velocità ce a farai a uscire in tempo?
LUKE SKYWALKER: Lo facevo a Beggar’s Canyon, nelle mie terre.
BIGGS: Ti staremo abbastanza distanti da coprirti.
WEDGE: Sul mio schermo vedo la torre, ma non riesco a vedere la luce di scarico. Sicuro che il computer la individua?
LUKE SKYWALKER: Fate attenzione, e aumentate a tutta forza.
WEDGE: Chi pensa a quella torre?
LUKE SKYWALKER: Tu preoccupati dei caccia. Io mi occupo della torre. C1, quel… quello stabilizzatore si è allentato di nuovo. Vedi di fissarlo.
WEDGE: Caccia in arrivo a 0.3. Sono colpito. Non posso restare con te.
LUKE SKYWALKER: Cerca di sganciarti, Wedge. à dietro non servi più a niente.
WEDGE: Mi spiace.
DARTH FENER: Lasciatelo andare. Seguite il capo.
BIGGS: Presto, Luke! Stanno arrivando! Più veloce questa volta! Stanno arrivando!
LUKE SKYWALKER: C1, aumenta la potenza!
BIGGS: Sbrigati, Luke. Presto. Wedge!
INTERCOM: Base ribelle 30 secondi.
DARTH FENER: Sono sul capo.

D-3BO: Fai qualcosa, C1!
BEN KENOBI: Usa la Forza, Luke. Segui l’istinto, Luke.
DARTH FENER: La Forza è potente in quest’uomo.
BEN KENOBI: Luke, fidati di me.
BASE: Il suo computer è spento. Luke, hai disinnescato il computer d’attacco! Cos’è successo?
LUKE SKYWALKER: Niente. Sto benone. Hanno colpito C1!
INTERCOM BASE RIBELLI: La Morte Nera ha oltrepassato il pianeta. La Morte Nera ha oltrepassato il pianeta.
INTERCOM MORTE NERA: Base ribelle a portata di tiro.
TARKIN: Potete sparare appena pronti.
INTERCOM: Iniziare ignizione preliminare.
DARTH FENER: Ora ti tengo. Cosa?
IAN SOLO: Yu-huu!
PILOTA: Attento!
IAN SOLO: Non hai nessuno dietro, ora. Facciamo saltare quest’affare e torniamo a casa!
INTERCOM: Pronti a sparare. Siamo pronti!
IAN SOLO: Fantastico ragazzo! Colpo da maestro!
BEN KENOBI: Ricorda, Luke: la Forza sarà con te, sempre.

LUKE & LEILA ORGANA: Ah, ah, ah, ah!
IAN SOLO: Ehi! Ehi!
LUKE SKYWALKER: Sapevo che saresti tornato. Lo sapevo!
IAN SOLO: Non volevo lasciarti tutto il merito e tutta la ricompensa.
LEILA ORGANA: Lo sapevo che non ti interessavano soltanto i soldi.
D-3BO: Poveri noi! C1, riesci a sentirmi? Di’ qualcosa. Potete ripararlo, non è vero?
CAPO: Cominceremo a lavorarci subito.
D-3BO: Dovete ripararlo. Signore, se qualcuno dei miei ingranaggi può servire lo donerò con gioia.
LUKE SKYWALKER: Tornerà come nuovo.

Su gentile concessione di http://anjaqantina.jimdo.com/

Commenti

commenti

3 COMMENTI

  1. nn l’ho mai sopportata quella guerra dei quoti -.- …….AVEVANO TANTI PROBLEMI A DIRE CLONI….. C L O N I

  2. Beh, in fondo sono sinonimi… Se il nostro gergo non si fosse evoluto in questi anni, l’episodio due l’avremmo intitolato L’Attacco Dei Quoti!