Star Wars Episodio VI: Il ritorno dello Jedi – Movie Transcript

1924
letture recenti

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana…

OPENING CRAWL

Luke Skywalker è tornato
al suo remoto pianeta natale
Tatooine, nel tentativo di

strappare il suo amico Ian

Solo dalle grinfie del malvagio
bandito, Jabba The Hutt.

Luke non può sapere che
L’IMPERO GALATTICO ha
iniziato in gran segreto la
costruzione di una nuova
stazione spaziale corazzata
ancor più potente della
temuta Morte Nera.

Una volta completata,
quest’arma risolutiva
segnerà la fine del pugno
di ribelli che lottano per
restituire la libertà alla
galassia….

TRANSCRIPT

CAPITANO DELLO SHUTTLE: Stazione comando, qui ST 321. Identificazione blu. Inizio avvicinamento. Disattivate scudo sicurezza.
OPERATORE: Scudo deflettore sicurezza verrà disattivato quando avremo conferma del vostro codice di trasmissione. Aspettate… Siete autorizzati a procedere.
CAPITANO DELLO SHUTTLE: Manovra di avvicinamento.

UFFICIALE: Informa il Comandante che la navetta di Lord Fener è arrivata.
OPERATORE: Sì, Signore.

COMANDANTE JERJERROD: Lord Fener, che piacevole sorpresa. Siamo onorati dalla sua presenza.
DARTH FENER: Faccia a meno dei convenevoli, Comandante. Sono qui per farvi rispettare i tempi previsti.
COMANDANTE JERJERROD: Le assicuro, Lord Fener, che i miei uomini lavorano a pieno ritmo.
DARTH FENER: Forse posso trovare nuovi mezzi per spronarli.
COMANDANTE JERJERROD: Le garantisco che la stazione diverrà operativa secondo i piani.
DARTH FENER: L’Imperatore non condivide affatto le sue ottimistiche previsioni.
COMANDANTE JERJERROD: Ma chiede l’impossibile. La gente non mi basta.
DARTH FENER: Allora forse potrà dirglielo quando arriverà.
COMANDANTE JERJERROD: L’Imperatore viene qui?
DARTH FENER: Proprio così, Comandante. Ed è estremamente scontento dell’evidente scarsezza di progressi.
COMANDANTE JERJERROD: Raddoppieremo i nostri sforzi.
DARTH FENER: Lo spero, Comandante, per il suo bene. L’Imperatore non è indulgente quanto me.

D-3BO: Certo che sono preoccupato. Dovresti esserlo anche tu. Lando Calrissian e il povero Chewbacca non sono mai tornati da questo orribile posto. Non essere così sicuro. Se ti raccontassi la metà di quel che ho sentito su quel Jabba The Hutt, ti prenderebbe un corto circuito.CI-P8, sei sicuro che sia il posto giusto? Sarà meglio bussare immagino.

D-3BO: Sembra che non ci sia nessuno. Torniamo indietro a dirlo a Padron Luke.
TT-8L: Tee chuta hhat yudd!
D-3BO: Oh, santo cielo. Ciunopiuita. Ditriabioa. toota odd mischka Jabba du Hutt. Non credo che ci faranno entrare. È meglio andar via. C1 aspetta! Oh, santo cielo. C1! C1 non ficchiamoci in questo… Così precipitosamente! C1! C1 Aspettami!

D-3BO: Trasmetti il messaggio di Padron Luke e andiamocene via di qui. Oh mamma. Oh, no.
BIB: Die Wanna Wanga!
D-3BO: Santo cielo. Die Wanna Wauaga. Noi abbiamo un messaggio per il tuo padrone Jabba The Hutt… E anche un regalo… Regalo, che regalo?
BIB: Nee Jabba no badda. Me chaade su goodie.
D-3BO: Dice che abbiamo istruzioni di consegnarlo solo a Jabba in persona. Sono davvero spiacente. Purtroppo è sempre così testardo in questi casi.
BIB: Nudd Chaa.
D-3BO: C1-P8, ho un brutto presentimento lo sai.

D-3BO: Buon giorno. Il messaggio, C1, il messaggio.
JABBA: Bo Shuda!
LUKE SKYWALKER: Ti saluto, alta eccellenza. Concedimi di presentarmi. Sono Luke Skywalker, cavaliere Jedi e amico del comandante Ian Solo. So che sei potente, poderoso Jabba, e che la tua collera verso Ian Solo deve essere ugualmente poderosa. Ti chiedo udienza, o magnifico, per contrattare la vita di Ian Solo. Data la tua saggezza sono certo che possiamo trovare un accordo soddisfacente per entrambi e che ci permetterà scontri poco piacevoli. Quale segno di buona volontà, voglio offrirti un regalo: questi due droidi.
D-3BO: Che cosa ha detto?
LUKE SKYWALKER: Sono buoni lavoratori e ti serviranno bene.
D-3BO: Non è possibile! C1, questo è il messaggio sbagliato!
JABBA (sottotitolato): Non ci sarà alcuna trattativa.
D-3BO: Siamo spacciati.
JABBA (sottotitolato): Non rinuncio al mio trofeo preferito. Il Capitano Solo mi piace dov’è.
D-3BO: C1 guarda. Il Comandante Ian Solo. Ed è ancora ibernato nella grafite.

D-3BO: Che cosa mai gli sarà preso, a Padron Luke? Avrò fatto qualcosa? Non ha mai espresso alcuna lamentela sul mio lavoro. Fermo! Fermo!

EV-9D9: Ah, bene. Nuove acquisizioni. Sei un droide protocollare, non è vero?
D-3BO: Sono D-3BO…
EV-9D9: Rispondi solo sì o no.
D-3BO: Oh, beh, sì.
EV-9D9: Quante lingue sai parlare?
D-3BO: Conosco più di 6 milioni di forme di comunicazione e posso facilmente…
EV-9D9: Splendido. Siamo senza interprete da quando il Padrone si è adirato con l’ultimo protocollare e lo ha disintegrato.
D-3BO: Disintegrato?
EV-9D9: Guardia, questo droide protocollare ci può essere utile. Mettigli il bullone di costrizione e riportalo su nella sala delle udienze di sua eccellenza.
D-3BO: C1-P8, non mi lasciare!
EV-9D9: Sei un tipetto impudente, ma presto imparerai ad aver rispetto. Mi farai comodo sul galeone a vela del Padrone. E sarà un lavoro proprio fatto per te.

JABBA (sottotitolato): Fatelo di nuovo!
OOLA: Na Chuba negatorie Na! Na! Natoota…
JABBA: Bascka!
BOUSHH (sottotitolato): Sono qui per ritirare la taglia per questo Wookiee.
C-3PO: Oh, no! Chewbacca!
JABBA (sottotitolato): Finalmente, il grande Chewbacca.
C-3PO: Oh, eh, ehm, sì, sono qui, vostra grazia. Ehm… Sì? L’illustre Jabba ti da il benvenuto e sarà felice di pagarti una taglia di venticinquemila.
BOUSHH (sottotitolato): Voglio cinquantamila. Non un soldo di meno.
C-3PO: Cinquantamila. Non meno. Ah, oh, ma… Che cosa ho detto? Il potente Jabba chiede perché deve pagare cinquantamila. Perché quello che ha in mano… È un detonatore termico!
JABBA (sottotitolato): Questo cacciatore di taglie è la razza di feccia che mi piace… Impavido e intraprendente.
C-3PO: Jabba te ne offre trentacinquemila. E ti consiglio di accettare.
BOUSHH: Zeebuss.
C-3PO: Accetta!

BOUSHH (sottotitolato): Rilassati un momento. Non sei più prigioniero della grafite. Hai il male da ibernazione.
IAN SOLO: Non ci vedo.
BOUSHH (sottotitolato): La vista ti tornerà in seguito.
IAN SOLO: Dove mi trovo?
BOUSHH (sottotitolato): Nel palazzo di Jabba.
IAN SOLO: Tu chi sei?
LEILA ORGANA: Qualcuno che ti ama.
IAN SOLO: Leila!
LEILA ORGANA: Devo portarti via di qui.
IAN SOLO: Che cos’è? Riconosco la risata. Hey, Jabba. Senti Jabba, stavo per venire a pagare il mio debito, ma sono stato dirottato. Non è colpa mia.
JABBA (sottotitolato): È troppo tardi ormai, Solo. Un tempo forse eri un bravo contrabbandiere… Ma ora ti darò in pasto ai Bantha.
IAN SOLO: Ascolta!
JABBA (sottotitolato): Portatelo via.
IAN SOLO: Jabba, ti darò il triplo. Stai rinunciando a una fortuna! Non essere stupido!
JABBA (sottotitolato): Portatela da me.
LEILA ORGANA: Abbiamo amici potenti. Te ne pentirai.
JABBA (sottotitolato): Ne sono sicuro.
C-3PO: Oh, non posso guardare.

IAN SOLO: Chube sei tu? Chube! Aspetta, non ci vedo, amico. Che sta succedendo? Luke? Luke è matto, non sa neanche salvare sé stesso, figuriamoci qualcun altro? Lui… Lui un cavaliere Jedi? Ha! Sono stato tagliato fuori per un po’ e a tutti sono venute manie di grandezza. Sì, sto bene amico. Sto benone.

LUKE SKYWALKER: Devo parlare con Jabba. Mi porterai da Jabba ora. Servi bene il tuo padrone e sarai ricompensato.
C-3PO: Finalmente! Padron Luke è venuto a salvarmi.
BIB: Master… Luke Skywalker. Jedi Knight.
JABBA (sottotitolato): Ti ho detto di non farlo entrare.
LUKE SKYWALKER: Ho il diritto di parlare.
BIB (sottotitolato): Devi farlo parlare.
JABBA (sottotitolato): Sei un debole! Sta usando un vecchio trucco mentale Jedi su di te.
LUKE SKYWALKER: Devi consegnare il Comandante Ian Solo e lo Wookiee a me.
JABBA (sottotitolato): I tuoi poteri mentali non funzionano con me, ragazzo.
LUKE SKYWALKER: Ciononostante, io prendo il Comandante Ian Solo e i suoi amici. Puoi ricavare un utile da questo, oppure essere distrutto. A te la scelta, ma ti avverto: non sottovalutare i miei poteri.
C-3PO: Padron Luke, stai proprio sopra la…
JABBA (sottotitolato): Non tratterò con te, giovane Jedi. Sarà un piacere vederti morire.
JABBA: Bascka!
C-3PO: Oh, no! Il Rancor!

JABBA (sottotitolato): Portatemi Solo e il Wookiee! Soffriranno tutti per quest’oltraggio.
LUKE SKYWALKER: Ian!
IAN SOLO: Luke!
LUKE SKYWALKER: Come stai?
IAN SOLO: Bene. Di nuovo insieme, eh?
LUKE SKYWALKER: Mi mancavi.
IAN SOLO: Come finirà?
LUKE SKYWALKER: Come sempre.
IAN SOLO: Così male? Dov’è Leila?
LEILA ORGANA: Sono qui.
C-3PO: Oh, cielo. Sua alta eccellenza, il grande Jabba The Hutt, ha decretato che veniate eliminati immediatamente.
IAN SOLO: Meglio. Detesto le attese.
C-3PO: Quindi sarete portati al mare delle dune e buttati nel pozzo di Carkoon, dove ha la tana il potentissimo Sarlacc.
IAN SOLO: Poteva andare peggio.
C-3PO: Nel suo ventre, scoprirete una nuova qualità di dolore e di sofferenza, venendo digeriti lentamente… Per un migliaio di anni.
IAN SOLO: Peggio di così non poteva andare.
LUKE SKYWALKER: Dovevi venire a patti, Jabba. Sarà l’ultimo sbaglio che avrai commesso.

IAN SOLO: Adesso la mia vista va molto meglio. Invece di una macchia scura ora vedo una macchia bianca.
LUKE SKYWALKER: Non c’è niente da vedere. Io vivevo qui, lo sai.
IAN SOLO: E ci morirai. Comodo eh?
LUKE SKYWALKER: Devi restare vicino a Chube e a Lando. Ho pensato io a tutto.
IAN SOLO: Oh-oh… Fantastico.

JABBA (sottotitolato): Presto imparerai ad apprezzarmi.
D-3BO: Oh. Chiedo scusa… Ma? C1-P8, che cosa ci fai qui? Beh lo vedo che servi da bere, ma questo posto è pericoloso. Giustizieranno Padron Luke, e se non stiamo attenti anche noi due. Vorrei avere la fiducia che hai tu.

D-3BO: Vittime del potentissimo Sarlacc. Sua alta eccellenza si augura che morirete in modo onorevole. Ma se qualcuno di voi volesse implorare clemenza, il grande Jabba The Hutt ascolterà le sue suppliche.
IAN SOLO: D-3BO dì a quella disgustosa massa putrescente e verminosa che questa soddisfazione non gliela daremo mai. Giusto?
LUKE SKYWALKER: Jabba. Questa è la tua ultima possibilità. Liberaci o morirai.
JABBA (sottotitolato): Mettetelo in posizione. Mettetelo dentro.

LUKE SKYWALKER: Buono, Chube.
LANDO CALRISSIAN: Aiuto!
IAN SOLO: Chube! Tutto bene? Sì, io sto bene amico.
LANDO CALRISSIAN: Ian! Chube!
IAN SOLO: Lando. Boba Fett? Boba Fett? Dov’è? Lando afferralo.
LANDO CALRISSIAN: Più giù!
IAN SOLO: Ci sto provando.
LANDO CALRISSIAN: Aiuto!
IAN SOLO: Reggimi, Chube. Sto scivolando. Afferralo, Lando! Prendilo! Ci sei quasi. Tienilo! Ecco, così. Piano. Piano. Tienimi, Chube! Afferra qui! Chube dammi la pistola.
LANDO CALRISSIAN: No, aspetta!
IAN SOLO: Non muoverti, Lando!
LANDO CALRISSIAN: Come fai se non ci vedi!?
IAN SOLO: Sta tranquillo, fidati.
LANDO CALRISSIAN: D’accordo, d’accordo, ma mira un po’ più in alto!
IAN SOLO: Chube, tiraci su. Forza, così.
LEILA ORGANA: Dobbiamo andarcene subito.
D-3BO: No, gli occhi no! C1 aiuto! Presto C1! Bestiaccia!
LUKE SKYWALKER: Va al cannone. Fa presto, giralo. Puntalo in basso.
D-3BO: C1, dove stiamo andando? Non potrò mai saltare! Aaah!
LUKE SKYWALKER: Su, vieni. Lando, via, recupera i droidi.
LANDO CALRISSIAN: Ci siamo, amico!

LUKE SKYWALKER: Ci rivediamo alla base.
LEILA ORGANA: Fa presto. L’Alleanza dovrebbe già essersi riunita.
LUKE SKYWALKER: Sì, va bene.
IAN SOLO: Ehi, Luke, grazie. Grazie per essere venuto a cercarmi. Ora ho io un debito con te.
LUKE SKYWALKER: Esatto C1, andiamo nel sistema Dagobah. È una promessa che ho fatto a un vecchio amico.

IMPERATORE: Alzati, amico mio.
DARTH FENER: La Morte Nera sarà completata nei tempi previsti.
IMPERATORE: Hai lavorato bene, Lord Fener. E ora sento che desideri continuare la ricerca del giovane Skywalker.
DARTH FENER: Sì, mio Signore.
IMPERATORE: Pazienza, amico mio. Vedrai che presto sarà lui a cercarti. E quando lo farà,devi portarlo al mio cospetto. È diventato forte. Solo se restiamo insieme possiamo portarlo al Lato Oscuro della Forza.
DARTH FENER: Come desideri.
IMPERATORE: Tutto quanto procede come avevo previsto.

YODA: Che faccia tu fai. Sembro tanto vecchio a giovani occhi?
LUKE SKYWALKER: No. Certo che no.
YODA: Sono. Vecchio sono. Malato diventato. Debole e vecchio. Quando novecento anni di età tu avrai, bello non sembrerai. Presto riposerò. Sì. Per sempre dormirò. Meritato avrò.
LUKE SKYWALKER: Non puoi morire, Maestro Yoda.
YODA: Resistente sono io grazie alla Forza. Ma non così resistente. Sceso su me è il tramonto, e presto la notte scenderà. È l’andare delle cose. E anche della Forza.
LUKE SKYWALKER: Ma devi ancora aiutarmi. Sono tornato per completare la mia istruzione.
YODA: Altro non ti serve ormai. Ora tu conosci già tutto ciò che occorre a te.
LUKE SKYWALKER: Allora sono uno Jedi.
YODA: Non ancora. Una cosa rimane. Fener. Dovrai confrontarti con Fener. Allora, solo allora, uno Jedi diventerai. Devi confrontarti con lui.
LUKE SKYWALKER: Maestro Yoda, Darth Fener è mio padre?
YODA: Riposo mi serve. Sì, riposo.
LUKE SKYWALKER: Yoda, devo saperlo.
YODA: Tuo padre è lui. L’ha detto a te lui, vero?
LUKE SKYWALKER: Sì.
YODA: Inaspettato è questo. E non è bene.
LUKE SKYWALKER: Non è bene che io conosca la verità?
YODA: No. Non è bene che tu ti sia affrettato ad affrontarlo. Era incompleta la tua istruzione. Non preparato al compito eri tu!
LUKE SKYWALKER: Mi dispiace.
YODA: Ricorda: il vigore di uno Jedi proviene dalla Forza. Ma stai attento: collera, paura, aggressività. Il Lato Oscuro esse sono. Quando il sentiero oscuro tu intraprendi, per sempre esso dominerà il tuo destino. Luke. Luke. Tu… Tu non sottovalutare i poteri dell’Imperatore, o il fato di tuo padre tu soffrirai… Luke… Quando più non sarò, l’ultimo degli Jedi sarai tu… Luke… La Forza scorre potente nella tua famiglia. Trasmetti ciò che imparato hai… Luke… C’è un… Un altro… Skywalker.

LUKE SKYWALKER: Non posso continuare, C1. Non ce la farò da solo.
OBI-WAN KENOBI: Yoda sarà sempre con te.
LUKE SKYWALKER: Obi-Wan! Perché me l’hai nascosto prima? Mi avevi detto che Fener aveva tradito e assassinato mio padre.
OBI-WAN KENOBI: Tuo padre fu sedotto dal Lato Oscuro della Forza. Cessò di essere Anakin Skywalker e divenne Darth Fener. Quando ciò accadde, tutto il bene che era in tuo padre venne distrutto. Quindi quello che ti dissi era vero, da un certo punto di vista.
LUKE SKYWALKER: Da un certo punto di vista?
OBI-WAN KENOBI: Luke, scoprirai che molte delle verità che affermiamo dipendono spesso dal nostro punto di vista. Anakin era un buon amico. Quando io lo conobbi, tuo padre era già un grande pilota. Rimasi stupito di quanto intensamente la Forza fosse con lui. Così mi assunsi il compito di farlo diventare uno Jedi. Credevo di poterlo istruire come avrebbe fatto Yoda. Avevo torto.
LUKE SKYWALKER: In lui c’è ancora del buono.
OBI-WAN KENOBI: È più una macchina, ora, che un uomo. È contorto e malvagio.
LUKE SKYWALKER: Non posso affrontarlo, Ben.
OBI-WAN KENOBI: Non puoi sfuggire al tuo destino. Devi di nuovo confrontarti con lui.
LUKE SKYWALKER: Non ucciderò mai mio padre.
OBI-WAN KENOBI: Allora l’Imperatore ha già vinto. Tu eri la nostra unica speranza.
LUKE SKYWALKER: Yoda ha parlato di un altro.
OBI-WAN KENOBI: L’altro di cui parlava è la tua sorella gemella.
LUKE SKYWALKER: Ma io non ho sorelle?
OBI-WAN KENOBI: Per proteggervi dall’Imperatore, siete stati nascosti a vostro padre appena nati. L’Imperatore sapeva come me che se Anakin avesse avuto dei discendenti sarebbero stati una minaccia per lui. Questo è il motivo per cui tua sorella rimane sotto un sicuro anonimato.
LUKE SKYWALKER: Leila! Leila è mia sorella!
OBI-WAN KENOBI: Il tuo intuito ti guida bene. Seppellisci a fondo i tuoi sentimenti. Ti fanno onore, ma ricorda che potrebbero essere usati dall’Imperatore.

IAN SOLO: Guarda guarda, un Generale!
<span style=”font-family: Courier New,monospace;”><span style=”font-size: x-small;”> LANDO CALRISSIAN: Qualcuno deve aver raccontato la mia piccola manovra alla battaglia di Taanab .
IAN SOLO: Beh, non guardare me amico, io ho solo detto che eri un buon pilota, non sapevo che cercavano qualcuno per guidare questo pazzo attacco.
LANDO CALRISSIAN: Mi sorprende che non l’abbiano chiesto a te.
IAN SOLO: Evidentemente non sono abbastanza pazzo. Sei tu quello che da più affidamento.
MON MOTHMA: L’Imperatore ha commesso un errore e l’ora del nostro attacco è venuta. Le spie Bothan ci hanno indicato l’esatta posizione della nuova stazione da battaglia dell’Imperatore. Sappiamo inoltre che gli armamenti di questa Morte Nera non sono ancora operativi. Essa è rimasta poco protetta, con la flotta imperiale sparsa per tutta la galassia nel vano tentativo di darci battaglia. Ma più importante ancora: sappiamo che l’Imperatore sta personalmente supervisionando le fasi finali della costruzione di questa Morte Nera. Molti Bothan sono morti per darci queste informazioni. Ammiraglio Ackbar, prego.
AMMIRAGLIO ACKBAR: Qui potete vedere la Morte Nera che orbita intorno alla luna boscosa di Endor. Benché i sistemi di armamento su questa Morte Nera non siano ancora operativi, la Morte Nera è munita di un potente dispositivo di difesa. È protetta da uno scudo di energia che è generato dalla vicina luna boscosa di Endor. Lo scudo deve essere disattivato se si vuole tentare un qualsiasi attacco. Una volta disattivato lo scudo, i nostri incrociatori effettueranno un accerchiamento, mentre i caccia voleranno attraverso la struttura centrale e cercheranno di distruggere il reattore principale. Il Generale Calrissian ha chiesto di poter guidare l’attacco dei caccia.
IAN SOLO: Auguri. Ne avrai bisogno.
AMMIRAGLIO ACKBAR: Generale Madine…
GENERALE MADINE: Abbiamo rubato una piccola navetta imperiale. Camuffandola da cargo e usando un codice imperiale segreto, un commando atterrerà sul pianeta e disattiverà il generatore dello scudo.
D-3BO: Un’impresa pericolosa.
LEILA ORGANA: Indovina a chi tocca questa patata bollente.
GENERALE MADINE: Generale Ian Solo, la sua squadra d’attacco è al completo?
IAN SOLO: La mia squadra è pronta, ma non ho un equipaggio per guidare la navetta. Non sarà facile amico. Non volevo proporre te. Uno è trovato.
LEILA ORGANA: Generale… Dì pure due.
LUKE SKYWALKER: Puoi dire anche tre.
LEILA ORGANA: Che cos’hai?
LUKE SKYWALKER: Te lo dirò un’altra volta.
IAN SOLO: Luke.
LUKE SKYWALKER: Ciao Ian. Chube.
D-3BO: Eccitante? È dire un po’ poco mio caro.

IAN SOLO: Senti, prendi il Millennium Falcon. Sul serio. Prendilo! Ti serve ogni aiuto possibile. Questa è la nave più veloce della flotta.
LANDO CALRISSIAN: D’accordo vecchio mio. So bene che ci tieni molto, Ian. Ne avrò la massima cura, vedrai. Non… Non avrà neanche un graffio. Contento?
IAN SOLO: Certo… Ehm… Ho la tua promessa, eh? Neanche un graffio.
LANDO CALRISSIAN: Ma allora te ne vuoi andare, pirata!? Auguri.
IAN SOLO: Anche a te.

IAN SOLO: Hai scaldato i reattori?
LUKE SKYWALKER: Sì, è quasi pronta.
IAN SOLO: No, Chube. Quando l’Impero l’ha progettata non pensava di certo agli Wookiee.
LEILA ORGANA: Ehi, sei sveglio?
IAN SOLO: Sì. Ho solo il presentimento che il mio Falcon non lo rivedrò.
LEILA ORGANA: Avanti, Generale, andiamo.
IAN SOLO: D’accordo. Chube, vediamo come se la cava questa carcassa. Siete tutti pronti?
LUKE SKYWALKER: Pronti.
D-3BO: Ecco che ci risiamo.
IAN SOLO: Bene. Reggetevi forte.

DARTH FENER: Quali sono i tuoi ordini mio Signore?
IMPERATORE: Manda la flotta all’estremità più lontana di Endor. E che resti là. In attesa di ulteriori ordini.
DARTH FENER: E la notizia che la flotta ribelle si raduna vicino a Sullust?
IMPERATORE: Non c’è da preoccuparsi. Presto la ribellione sarà stroncata e il giovane Skywalker diventerà uno di noi. Il tuo lavoro qui è finito, amico mio. Vai sull’ammiraglia e attendi i miei ordini.
DARTH FENER: Sì, mio Signore.

IAN SOLO: Se non ci cascano dovremo andarcene via di qui alla svelta, Chube.
CONTROLLORE: Vi abbiamo sul nostro schermo. Identificazione prego.
IAN SOLO: Navetta Tydirium chiede disattivazione dello scudo deflettore.
CONTROLLORE: Navetta Tydirium, trasmettete il codice di autorizzazione per il passaggio.
IAN SOLO: Iniziamo trasmissione.
LEILA ORGANA: Ora sapremo se quel codice vale il prezzo pagato.
IAN SOLO: Funzionerà… Funzionerà.
LUKE SKYWALKER: C’è Fener su quella nave.
IAN SOLO: Non innervosirti, Luke. Ci sono tante navi come quella. Rimani a questa distanza, Chube, ma non far vedere che lo fai apposta. Ma non lo so… Tu vola disinvolto.

DARTH FENER: Dove sta andando quella navetta?
AMMIRAGLIO PIETT: Navetta Tydirium, dichiarate carico e destinazione.
IAN SOLO: Parti e personale tecnico per la luna boscosa.
DARTH FENER: Hanno un codice di autorizzazione?
AMMIRAGLIO PIETT: Hanno un vecchio codice, Signore, ma corrisponde. Stavo per farli entrare.

LUKE SKYWALKER: Sto rovinando la missione. Non sarei dovuto venire.
IAN SOLO: È soltanto la tua immaginazione, ragazzo. Avanti, conserviamo un po’ di ottimismo.

AMMIRAGLIO PIETT: Vuole che li fermi?
DARTH FENER: No. Lasciali a me. Me ne occuperò personalmente.
AMMIRAGLIO PIETT: Come vuole, mio Signore. Procedi.

IAN SOLO: Purtroppo non ci cascano, Chube.
CONTROLLORE: Navetta Tydirium, disattivazione scudo inizierà immediatamente. Mantenete rotta attuale.
IAN SOLO: Fantastico. L’avevo detto che ci sarebbero cascati. No, nessun problema.

D-3BO: L’avevo detto, che sarebbe stato pericoloso.
LEILA ORGANA: Cerchiamo di aggirarli?
LUKE SKYWALKER: Perderemmo tempo.
IAN SOLO: E sarà stata tutta fatica sprecata se ci vedono. Ce ne occuperemo Chube ed io. Voi state qui.
LUKE SKYWALKER: Fa attenzione: potrebbero essercene altri.
IAN SOLO: Ehi, non sono mica nato ieri.

SCOUT #1: Vai a chiamare aiuto!
LUKE SKYWALKER: Magnifico. Andiamo.
LEILA ORGANA: Laggiù! Altri due!
LUKE SKYWALKER: Dove stai andando? Aspetta, Leila!
IAN SOLO: Ehi, aspettate!
LUKE SKYWALKER: Blocca il loro trasmettitore. Pulsante di centro. Raggiungiamoli. Affiancati a quello là. Insegui quello, io bado a questi due.

D-3BO: Oh, Generale Solo, arriva qualcuno. Oh.
IAN SOLO: Luke! Dov’è Leila?
LUKE SKYWALKER: Non è tornata, com’è?!
IAN SOLO: Credevo che fosse con te.
LUKE SKYWALKER: Ci siamo separati. È meglio andarla a cercare.
IAN SOLO: Fa proseguire la squadra. Appuntamento al generatore 0300.
LUKE SKYWALKER: Vieni, C1. Ci servono i tuoi sensori.
D-3BO: Non preoccuparti, Padron Luke. Sappiamo cosa fare. E avevi detto che era bello qui!

LEILA ORGANA: Fermo! Fermo! Non ti farò del male. Bene, pare che sia bloccata qui. Il guaio è che non so neanche dov’è, il qui. Forse puoi aiutarmi tu. Avanti, siediti. Ti prometto di non farti del male. Vieni dai. Bene… Vuoi mangiare qualcosa? Così va meglio. Avanti. Eh? Guarda, è un casco. Non ti fa niente. Guarda. Sei una creaturina impaurita, vero? Che succede?
SCOUT #1: Ferma. Avanti, alzati. Va a prendere il tuo mezzo, e portala alla base.
SCOUT #2: Sì, Signore.
SCOUT #1: Ma cosa?
LEILA ORGANA: Vieni. Andiamocene di qui.

IMPERATORE: Ti avevo detto di restare sulla nave ammiraglia.
DARTH FENER: Un piccolo gruppo di ribelli ha superato lo scudo ed è atterrato su Endor.
IMPERATORE: Sì, lo so.
DARTH FENER: Mio figlio è con loro.
IMPERATORE: Sei sicuro?
DARTH FENER: L’ho percepito, mio Signore.
IMPERATORE: Strano, io invece no. Mi chiedo se le tue sensazioni in questa faccenda siano chiare, Lord Fener.
DARTH FENER: Sì, lo sono, mio Signore.
IMPERATORE: Allora devi andare sul pianeta rifugio ed aspettarlo lì.
DARTH FENER: Verrà lui da me?
IMPERATORE: Così ho previsto. La sua pietà verso di te sarà la sua rovina. Lui verrà da te, e poi tu lo porterai al mio cospetto.
DARTH FENER: Come desideri.

IAN SOLO: Luke! Luke!
D-3BO: Oh, Padron Luke.
LUKE SKYWALKER: Ci sono i resti di altri due motosprinter laggiù… E ho trovato questo.
D-3BO: Purtroppo, gli organi sensoriali di C1 non trovano nessuna traccia della Principessa Leila.
IAN SOLO: Spero che sia salva. Che c’è Chube? Cosa c’è, Chube?

IAN SOLO: Non ti capisco. È solo un animale morto, Chube.
LUKE SKYWALKER: Chube, aspetta! No!
IAN SOLO: Bel lavoro. Fantastico, Chube. Bravo. Tu pensi soltanto con lo stomaco.
LUKE SKYWALKER: Ora calmati. Cerchiamo il modo per uscire da questo coso. Ian, ci arrivi alla mia spada laser?
IAN SOLO: Sì, certo.
D-3BO: C1, non sono sicuro che sia una buona idea. È un gran bel salto.
IAN SOLO: Cosa? Ma che? Ehi! Punta questo coso ai tuoi fratelli. Ehi!
LUKE SKYWALKER: Ian, fermo. Aspetta ora. Chube, dagli la tua balestra.
D-3BO: Oh, la mia testa. Oh santo cielo.
LUKE SKYWALKER: Capisci tutto quello che dicono?
D-3BO: Oh, sì, Padron Luke. Ricordati che conosco più di sei milioni di forme di comunicazione.
IAN SOLO: Sì, sì, ma cosa gli hai detto, sentiamo?
D-3BO: Slave, credo. Potrei sbagliarmi, parlano un dialetto molto primitivo, ma credo proprio che mi considerino una divinità.
IAN SOLO: Beh perché non usi la tua divina influenza e ci tiri fuori da qua eh?
D-3BO: Mi dispiace, Generale Solo, ma non sarebbe appropriato.
IAN SOLO: Appropriato?
D-3BO: È contrario alla mia programmazione impersonare una divinità.
IAN SOLO: Ma brutto…
D-3BO: Oh…
IAN SOLO: Va bene, d’accordo. È bello ed è un mio vecchio amico.

IAN SOLO: Ehi! Ho davvero dei brutti presentimenti. Che cosa diavolo succede?
C-3PO: Mi è imbarazzante dirlo, Generale Solo, ma sembra che lei sarà il piatto forte di un banchetto in mio onore.
LUKE SKYWALKER: Leila!
IAN SOLO: Leila!
C-3PO: Oh, vostra grazia.
LEILA ORGANA: Ma questi sono amici miei. D-3BO, digli che devono lasciarli liberi.
IAN SOLO: Ho l’impressione che l’intervento della divinità non sia servito a molto.
LUKE SKYWALKER: D-3BO, digli che se non fanno quello che vuoi, ti arrabbierai e userai la tua magia.
D-3BO: Ma Padron Luke, quale magia? Non potrei assolutamente…
LUKE SKYWALKER: Tu diglielo.
D-3BO: Vedi, Padron Luke? Non mi credono. Proprio come avevo detto.
IAN SOLO: Aspetta!
D-3BO: Co, co, cosa succede? Oh oh… Oh santo cielo! Oh cosa… Ma che!? Aah oh! Oh, fatemi scendere! Aiuto! Aiuto, soccorso! Oh, Padron Luke! C1, C1, presto! Ah! Fate qualcosa! Aiuto! Oh oh! Oh ah ah… Grazie al cielo!
LUKE SKYWALKER: Grazie, D-3BO.
D-3BO: Io… Non sapevo di avere questo dono.

D-3BO: Sì, ci stavo giusto arrivando.
IAN SOLO: Che sta succedendo?
LEILA ORGANA: Non lo so.
D-3BO: Magnifico! Ora facciamo parte della tribù!
IAN SOLO: Quello che ho sempre desiderato. Beh, un aiutino piccino è meglio di niente, Chube… Ah, grazie… D’accordo…
D-3BO: Dice che gli scout ci indicheranno la via più breve fino al generatore.
IAN SOLO: Ah, sì? Quant’è lontano?
D-3BO: Eh?
IAN SOLO: Chiedilo. Ah, ci servono delle provviste. Ah, fatti ridare le armi. Oh, sbrigati, capito? Non ho mica tempo da perdere.

LEILA ORGANA: Luke, che cos’hai?
LUKE SKYWALKER: Leila… Ti ricordi tua madre? La tua vera madre?
LEILA ORGANA: Molto vagamente… È morta quando ero piccola.
LUKE SKYWALKER: Che cosa ricordi?
LEILA ORGANA: Immagini… Sensazioni… Come in sogno.
LUKE SKYWALKER: Racconta.
LEILA ORGANA: Lei era… Molto bella. Dolce, ma… Triste. Perché me lo chiedi adesso?
LUKE SKYWALKER: Non ricordo per niente mia madre. Non l’ho conosciuta.
LEILA ORGANA: Luke, dimmi, perché sei turbato?
LUKE SKYWALKER: Fener è qui, ora, su questo pianeta.
LEILA ORGANA: Come lo sai?
LUKE SKYWALKER: Ho avvertito la sua presenza. È venuto per me. Lui sente quando gli sono vicino. Ecco perché devo andare via: se rimango qui metto in pericolo tutta la squadra e la nostra missione. Devo affrontarlo.
LEILA ORGANA: Perché?
LUKE SKYWALKER: È mio padre.
LEILA ORGANA: Tuo padre?
LUKE SKYWALKER: E non è tutto. Non ti sarà facile ascoltarlo, ma devi farlo: se io non sopravvivo, solo tu puoi salvare l’Alleanza.
LEILA ORGANA: Luke non parlare così: tu hai dei poteri del tutto eccezionali che io non ho affatto.
LUKE SKYWALKER: Ti sbagli, Leila: quei poteri li hai anche tu. Col tempo, anche tu imparerai ad usarli. La Forza scorre nella mia famiglia. In mio padre… In me… E in… Mia sorella anche… Sì… sei tu, Leila.
LEILA ORGANA: Lo so. È come se… Se l’avessi sempre saputo.
LUKE SKYWALKER: Allora sai perché devo affrontarlo.
LEILA ORGANA: No. Luke, corri via. Vai molto lontano. Se lui sente la tua presenza, vai via da questo posto… Vorrei poter venire con te.
LUKE SKYWALKER: No. Non devi. Sei sempre stata forte.
LEILA ORGANA: Ma perché lo devi affrontare?
LUKE SKYWALKER: Perché… C’è del buono in lui. L’ho percepito. Non mi farà schierare con l’Imperatore. Io posso salvarlo, posso farlo tornare dal nostro lato. Devo tentare.
IAN SOLO: Hei, che ti succede?
LEILA ORGANA: Niente. Voglio soltanto restare sola per un po’…
IAN SOLO: Niente? Dai, dimmelo, che cos’hai?
LEILA ORGANA: Io… Non posso dirtelo.
IAN SOLO: Lo hai detto a Luke! A lui potevi dirlo!
LEILA ORGANA: Io…
IAN SOLO: Ah… Scusami.
LEILA ORGANA: Tienimi stretta.

COMANDANTE: Questo è un ribelle che si è arreso a noi. Anche se lo nega, credo che possano essercene altri e chiedo il permesso di fare un’altra ricognizione nella zona. Aveva solo quest’arma.
DARTH FENER: Bel lavoro, Comandante. Ci lasci. Faccia la sua ricognizione, e mi porti i suoi compagni.
COMANDANTE: Sì, mio Signore.
DARTH FENER: L’Imperatore ti stava aspettando.
LUKE SKYWALKER: Lo so, padre.
DARTH FENER: Allora, hai accettato la verità.
LUKE SKYWALKER: Ho accettato la verità che tu una volta eri Anakin Skywalker, mio padre.
DARTH FENER: Quel nome non ha più alcun significato per me.
LUKE SKYWALKER: Quello è il nome del tuo vero io. L’hai solo dimenticato. So che c’è del buono in te. L’Imperatore non è riuscito del tutto a privartene. Ecco perché non hai potuto distruggermi. E perché non mi porterai ora dal tuo Imperatore.
DARTH FENER: Vedo che hai fabbricato una nuova spada laser. Le tue facoltà sono complete. Sei veramente potente come aveva previsto l’Imperatore.
LUKE SKYWALKER: Vieni con me.
DARTH FENER: Obi-Wan, un tempo, la pensava come te. Tu non conosci la potenza del Lato Oscuro. Io devo obbedire al mio Signore.
LUKE SKYWALKER: Io non cederò. E sarai obbligato ad uccidermi.
DARTH FENER: Se è quello il tuo destino…
LUKE SKYWALKER: Ritrova te stesso, padre! Non puoi farlo! Avverto il conflitto che è in te! Lascia che l’odio vada via!
DARTH FENER: Per me è troppo tardi, figlio. L’Imperatore ti mostrerà la vera natura della Forza. È lui il tuo padrone, ora.
LUKE SKYWALKER: Allora mio padre è morto davvero.

LEILA ORGANA: L’ingresso principale del bunker di controllo è all’altra estremità di quella piattaforma. Non sarà facile entrare.
IAN SOLO: Non preoccuparti: Chube ed io siamo entrati in posti molto più sorvegliati di quello.
LEILA ORGANA: Cosa ha detto?
D-3BO: Che c’è un’entrata segreta dall’altra parte della collina.

LANDO CALRISSIAN: Ammiraglio, siamo pronti. Tutti i caccia sono in formazione.
AMMIRAGLIO ACKBAR: Iniziate il conto alla rovescia. Tutti i gruppi si dispongano sulle coordinate di attacco.
LANDO CALRISSIAN: Non preoccuparti, i miei amici sono laggiù. Disattiveranno lo scudo in tempo… O questo sarà l’attacco più breve di tutti i tempi…
AMMIRAGLIO ACKBAR: A tutti gli apparecchi: prepararsi a saltare all’iperspazio al mio segnale.
LANDO CALRISSIAN: Molto bene, state pronti.

IAN SOLO: Entrata posteriore, eh? Buona idea. Ci sono poche guardie: non dovrebbe essere difficile.
LEILA ORGANA: Basta un niente per far scattare l’allarme.
IAN SOLO: E noi staremo attenti a dove mettiamo i piedini.
D-3BO: Oh, perdinci! Principessa Leila… Temo che il nostro compagno peloso abbia fatto una cosa piuttosto azzardata.

LEILA ORGANA: Oh, no.
IAN SOLO: E così ci siamo giocati il nostro attacco di sorpresa.

SCOUT: Guardate là! Fermatelo!

IAN SOLO: Niente male per una palletta di pelo. Adesso ne rimane uno. Tu resta qui: ce ne occupiamo noi.
D-3BO: Ho deciso che dobbiamo rimanere qui.

SCOUT: Hei!
IMPERATORE: Benvenuto, giovane Skywalker. Ti stavo aspettando. Non hai più bisogno di quelle. Guardie, lasciateci. Sono impaziente di completare la tua istruzione. Vedrai che imparerai a chiamarmi Maestro.
LUKE SKYWALKER: Vi state sbagliando. Non mi convertirete come avete fatto con mio padre.
IMPERATORE: Oh, no, mio giovane Jedi. Scoprirai che sei solo tu che stai sbagliando. In merito a questa e a molte altre cose.
DARTH FENER: La sua spada laser.
IMPERATORE: Ah, sì. Un’arma Jedi. Proprio come tuo padre. Devi sapere che tuo padre non può più sottrarsi al Lato Oscuro della Forza. E così sarà anche per te.
LUKE SKYWALKER: Vi sbagliate. Presto morirò. E voi con me.
IMPERATORE: Penso tu voglia riferirti all’imminente attacco della vostra piccola flotta. Sì… Ti assicuro che siamo del tutto irraggiungibili dai tuoi amici, qui.
LUKE SKYWALKER: Questa vostra fiducia è la vostra debolezza.
IMPERATORE: E la fede nei tuoi amici è la tua.
DARTH FENER: È vano resistere, figlio mio.
IMPERATORE: Tutte le notizie che vi hanno dato sono trapelate secondo i miei piani. I tuoi amici lassù, sul pianeta rifugio, stanno ficcandosi in una trappola; come la vostra piccola flotta. Sono stato io a far sì che l’Alleanza conoscesse l’ubicazione del generatore dello scudo. Ciononostante è al sicuro dalla tua miserevole, ridicola banda. Un’intera legione delle mie truppe migliori li sta aspettando. Oh, sappi che purtroppo lo scudo deflettore funzionerà perfettamente quando i tuoi amici arriveranno.

IAN SOLO: Benissimo! Su muovetevi! Avanti! Presto! Presto! Chube!
LEILA ORGANA: Ian, presto! La flotta arriverà a momenti.
IAN SOLO: Le cariche. Dammele! Dammele!
D-3BO: Santo cielo! Li cattureranno! Aspetta, aspetta! Torna indietro! C1, stai con me.
COMANDANTE #1: Fermo!
COMANDANTE #2: Brutta feccia ribelle!

LANDO CALRISSIAN: Tutti i caccia, riferire.
WEDGE ANTILLES: Capo Rosso, siamo pronti.
CAPO GRIGIO: Capo Grigio, siamo pronti.
CAPO VERDE: Capo Verde, siamo pronti.
WEDGE ANTILLES: Bloccare alettoni in posizione di attacco.

AMMIRAGLIO ACKBAR: Che la Forza sia con noi.

LANDO CALRISSIAN: Dobbiamo avere una lettura su quello scudo: se è in funzione o no… Come hanno fatto a bloccarci i sensori se non sanno… Che arriviamo? Sospendere l’attacco! Lo scudo è ancora attivo.
WEDGE ANTILLES: Qui non risulta. Ne è sicuro?
LANDO CALRISSIAN: Tornare indietro! A tutti i caccia, sparpagliatevi!

AMMIRAGLIO ACKBAR: Azioni diversive. Gruppo Verde, rimanete nel settore di attesa MV-7.
CONTROLLORE: Ammiraglio, navi nemiche nel settore 47!
AMMIRAGLIO ACKBAR: È una trappola!
LANDO CALRISSIAN: Caccia in arrivo.
PILOTA RIBELLE: Ci superano in numero!
LANDO CALRISSIAN: Accelerare la velocità di attacco. Attirare il fuoco lontano dagli incrociatori.
WEDGE ANTILLES: Ricevuto, Comandante.

IMPERATORE: Vieni, ragazzo. Guarda tu stesso. Da qui potrai assistere alla distruzione definitiva dell’Alleanza e alla fine della vostra insignificante ribellione. Tu vuoi questa… Non è vero? L’odio sta crescendo dentro di te adesso. Tieni la tua arma Jedi. Usala. Sono disarmato. Uccidimi con questa. Cedi alla tua collera. Ed ogni istante che lasci passare sempre più diventi mio servitore.
LUKE SKYWALKER: No.
IMPERATORE: È inevitabile! Questo è il tuo destino. Tu, come tuo padre, ora sei mio!

STORMTROOPER: Bene, muovetevi.
UFFICIALE #1: Forza, avanti, forza!
STORMTROOPER: Muovetevi ho detto!
UFFICIALE #2: Muoversi! Muoversi! Muoversi!
STORMTROOPER: Avanti! Avanti!
UFFICIALE #1: Muovetevi! Camminate! Muovetevi!
D-3BO: Salve! Hei, dico a voi! Stavate cercando me?
COMANDANTE: Portate quaggiù quei due!
STORMTROOPER: Andiamo!
D-3BO: Beh, stanno arrivando. C1, sei sicuro che sia stata una buona idea?
STORMTROOPER: Fermo! Non ti muovere!
D-3BO: Ci arrendiamo! Stai indietro C1-P8.

LEILA ORGANA: Il codice è diverso! Ci serve C1-P8.
IAN SOLO: Ecco il terminale.
LEILA ORGANA: C1 dove sei? Abbiamo immediato bisogno di te!
D-3BO: Te ne vai? Che significa, te ne vai? Ma, ma dove vai? C1, no aspetta! C1-P8, oh! Non è il momento di fare gli eroi! Torna indietro!

LANDO CALRISSIAN: Fai attenzione, Wedge: ne hai tre sopra!
WEDGE ANTILLES: Rosso Tre, Rosso Due: stringetevi.
ROSSO DUE: Ricevuto.
ROSSO TRE: Tre caccia in arrivo. Venti gradi.
WEDGE ANTILLES: Virate a sinistra, io attacco il primo. Vanno verso la nave ospedale.
NAVIGATORE: La pressione è costante.
LANDO CALRISSIAN: Stanno attaccando solo i caccia, cosa aspettano quelle torpediniere stellari?

COMANDANTE: Siamo in posizione di attacco.
AMMIRAGLIO PIETT: Restate così.
COMANDANTE: Non portiamo l’attacco?
AMMIRAGLIO PIETT: No, ordine dell’Imperatore in persona. Ha un piano speciale per loro. Dobbiamo solo impedirgli di fuggire.

IMPERATORE: Come puoi vedere, mio giovane apprendista, i tuoi amici hanno fallito. Adesso vedrai la potenza di fuoco di questa mia nuova, grande stazione da battaglia perfettamente attrezzata. Fuoco a volontà, Comandante.
COMANDANTE JERJERROD: Fuoco!

LANDO CALRISSIAN: Quel colpo veniva dalla Morte Nera! Allora è operativa! Ammiraglia, qui è Capo Oro.
AMMIRAGLIO ACKBAR: Abbiamo visto: preparatevi a ritirarvi.
LANDO CALRISSIAN: Un’occasione così non si ripeterà.
AMMIRAGLIO ACKBAR: Non abbiamo altra scelta, Comandante Calrissian: i nostri incrociatori non possono rispondere ad un simile fuoco.
LANDO CALRISSIAN: Ian disattiverà quello scudo. Dobbiamo dargli ancora un po’ di tempo!

D-3BO: Arriviamo!Oh!
IAN SOLO: Avanti! Avanti!
D-3BO: Oh, C1-P8, presto! Santo cielo! Che idea! Quella di voler fare l’eroe!
IAN SOLO: Beh, proverò a mettere in corto quest’aggeggio.
LEILA ORGANA: Io ti copro.

LANDO CALRISSIAN: Sì ho detto più vicino! Accorciate le distanze e sparate sulle torpediniere stellari a punto in bianco.
AMMIRAGLIO ACKBAR: Così vicini non resisterete a lungo contro le torpediniere stellari.
LANDO CALRISSIAN: Più a lungo di quanto faremmo contro la Morte Nera. E potremmo distruggere qualcuno dei loro.
PILOTA RIBELLE: Sta per esplodere!
PILOTA Y-WING: Mi hanno colpito!

IMPERATORE: La tua flotta ha perso. E i tuoi amici sulla luna di Endor non sopravviveranno. Non c’è via di scampo, mio giovane apprendista. L’Alleanza morirà. Come anche i tuoi amici. Bene. Percepisco la tua ira. Sono indifeso. Prendi la tua arma! Abbattimi con tutta la forza del tuo odio e il tuo viaggio verso il Lato Oscuro sarà finalmente compiuto!

PILOTA #1: Guarda!
PILOTA #2: Va’ a buttarlo giù!

IAN SOLO: Ci sono quasi! Ce l’ho fatta!
D-3BO: Oh, Principessa Leila! È ferita?
IAN SOLO: Fai vedere.
LEILA ORGANA: Non è niente.
STORMTROOPER: Fermi!
D-3BO: Oh, santo cielo!
STORMTROOPER: Non vi muovete!
IAN SOLO: Ti amo.
LEILA ORGANA: Lo so.
STORMTROOPER: Mani in alto! In piedi!
IAN SOLO: Sta’ ferma. Chube! vieni giù, è ferita! Anzi no, aspetta… Ho un’idea.

IMPERATORE: Bene! Sfoga tutta la tua aggressività, ragazzo. Lascia che l’odio scorra attraverso te.
DARTH FENER: Obi-Wan ti ha insegnato bene.
LUKE SKYWALKER: Non ti combatterò, padre.
DARTH FENER: Sei incauto ad abbassare la difesa.
LUKE SKYWALKER: I tuoi pensieri ti tradiscono, padre. Avverto il bene che è in te. Il conflitto che è in te.
DARTH FENER: Non c’è nessun conflitto.
LUKE SKYWALKER: Non sei riuscito ad uccidermi prima d’ora e non credo che lo farai adesso.
DARTH FENER: Tu sottovaluti il potere del Lato Oscuro della Forza. Se non combatti, allora subirai il tuo destino.
IMPERATORE: Bene. Bene!

LANDO CALRISSIAN: Attenzione. Squadriglia a .06.
PILOTA RIBELLE: Ci penso io, Capo Oro.
WEDGE ANTILLES: Bel colpo Rosso Due.
LANDO CALRISSIAN: Bene, è il momento… Avanti Ian, vecchio mio, non deludermi ora.

IAN SOLO/PILOTA: È finita, Comandante. I ribelli sono in rotta: stanno fuggendo nei boschi. Ci servono rinforzi per proseguire l’inseguimento.
COMANDANTE SALA DI CONTROLLO: Inviate squadre in aiuto, presto. Aprite l’entrata posteriore.
COMANDANTE IN SECONDA: Sì, Signore.

IAN SOLO: Passami un’altra carica.

DARTH FENER: Non puoi nasconderti all’infinito, Luke!
LUKE SKYWALKER: Non combatterò contro di te.
DARTH FENER: Consegnati al Lato Oscuro della Forza. È l’unico modo che hai per salvare i tuoi amici. Sì, i tuoi pensieri ti tradiscono. I tuoi sentimenti per loro sono forti. Specialmente per… Tua sorella… Così, hai una sorella gemella. I tuoi sentimenti hanno tradito anche lei, ora. Obi-Wan è stato saggio a nasconderla a me. Ora il suo fallimento è completo. Se tu non passerai al Lato Oscuro, forse lei lo farà!
LUKE SKYWALKER: No!
IMPERATORE: Bene! Il tuo odio ti ha fatto potente. Ora adempi il tuo destino e prendi il posto di tuo padre al mio fianco.
LUKE: No, mai. Non passerò mai al Lato Oscuro. Avete fallito, altezza. Sono uno Jedi, come mio padre prima di me.
IMPERATORE: Sia come vuoi… Jedi.

IAN SOLO: Via! Via!

AMMIRAGLIO ACKBAR: Scudo disattivato. Attaccare reattore principale della Morte Nera.
LANDO CALRISSIAN: Entriamo in azione. Gruppo Rosso, Gruppo Oro: tutti i caccia mi seguano. Ah ah, cosa ti avevo detto?

IMPERATORE: Se non ti vuoi convertire, allora sarai distrutto. Giovane stolto. Solo ora, alla fine, acquisti la ragione. Le tue deboli facoltà non possono competere col Lato Oscuro della Forza… Hai pagato il prezzo della tua sconsiderata miopia!
LUKE SKYWALKER: Padre, ti prego!
IMPERATORE: E ora, giovane Skywalker… tu morirai.

WEDGE ANTILLES: Entro nel tunnel.
LANDO CALRISSIAN: L’ora della verità! Agganciate la più forte fonte di energia. Dovrebbe essere il generatore.
WEDGE ANTILLES: In formazione. E state all’erta: il tunnel potrebbe restringersi troppo.
LANDO CALRISSIAN: Dividetevi e tornate in superficie. Cercate di farvi seguire da qualcuno di quei caccia.
PILOTA: Capo Oro, ricevuto.
LANDO CALRISSIAN: C’è mancato un pelo.

AMMIRAGLIO ACKBAR: Facciamo qualcosa per dare più tempo ai caccia. Concentrate il fuoco su quel super caccia stellare.
CONTROLLORE: Signore, non abbiamo più lo scudo deflettore.
AMMIRAGLIO PIETT: Intensificate il fuoco di prua. la difesa deve essere impenetrabile. Intensificate al massimo il fuoco di pura!
COMANDANTE: Troppo tardi!

DARTH FENER: Luke, aiutami. Toglimi la maschera.
LUKE SKYWALKER: Ma morirai!
DARTH FENER: Niente può impedirlo, ormai. Per una sola volta… Lascia che ti guardi con i miei veri occhi. Ora va, figlio mio. Lasciami.
LUKE SKYWALKER: No… Ti porto con me. Non ti lascerò qui. Devo salvarti.
DARTH FENER: L’hai già fatto, Luke. Avevi ragione. Avevi ragione nei miei riguardi. Dì a tua sorella… Che avevi ragione.
LUKE SKYWALKER: Padre… Non ti voglio lasciare.

WEDGE ANTILLES: Eccolo!
LANDO CALRISSIAN: Bene, Wedge. Distruggi il regolatore di energia della torre nord.
WEDGE ANTILLES: Ricevuto, Capo Oro. È come se l’avessi già fatto.

AMMIRAGLIO ACKBAR: Fate allontanare la flotta dalla Morte Nera.

D-3BO: Ce l’hanno fatta!
IAN SOLO: Sono certo che Luke non era lassù quando è esplosa.
LEILA ORGANA: Non c’era. Lo sento.
IAN SOLO: Tu lo ami. Vero?
LEILA ORGANA: Sì.
IAN SOLO: D’accordo. Niente da dire. Capisco. Quando tornerà qui, saprò mettermi da parte.
LEILA ORGANA: No, non è come credi tu. È mio fratello.

Commenti

commenti