Star Wars: Il potere della Forza – Recensione

365
letture recenti

Star Wars: Il potere della Forza è stato annunciato dai suoi sviluppatori come un gioco che “sarà epocale”.

(Paul Newcombe, «Star Wars: The Force Unleashed – Paul harbours dark ambitions»). In un certo senso il gioco si presenta come tale, in quanto cerca di riempire con una storia mai narrata e piena di ogni pregio un periodo un po’ oscuro della saga di Star Wars, cioè il periodo tra Episodio 3 (“LA Vendetta dei Sith”) ed Episodio 4 (“Una Nuova Speranza”).
Il gioco ci propone la singolare storia dell’apprendista segreto di Darth Vader e ci permette di impersonarlo evolvendo con lui in una sempre maggiore padronanza dei poteri della Forza, spostandoci di pianeta in pianeta con lo scopo di portare a termine le missioni affidateci dal Maestro.
In un susseguirsi di colpi di scena, momenti di tensione e sequenze di arte digitale, si assiste al dipanarsi di una minisaga mai raccontata.
Il videogioco fa parte di un più vasto progetto della Lucas che va proprio sotto il nome di “THE FORCE UNLEASHED” e comprende merchandising di vario tipo: web-comics (finora mai pubblicati), action figures, fumetti, romanzi e simili.

CENNI SULLA MODALITA’ DI GIOCO
La modalità di gioco offertaci da questo titolo è quella del gioco d’azione ad episodi. La trama è lineare e inizia con una piccola introduzione che ci mostra come il protagonista diventa l’apprendista di Vader.

Il personaggio, nel suo cammino durante lo svolgersi della storia, può migliorare le proprie capacità spendendo i punti Forza che possono essere raccolti in missione. Ogni volta che si uccide un nemico si conquistano alcuni punti Forza. Con questi punti il giocatore può migliorare i propri poteri della Forza o impararne di nuovi, alcuni dei quali prevedono tecniche combinate di poteri e colpi di spada laser. Questa operazione può essere fatta nell’ “area briefing” del gioco, ovvero sulla nave che porta il protagonista su ogni pianeta in cui dovrà agire. Sul ponte ci sono varie sezioni che possono essere visitate tra una missione e la successiva:

· Navicomputer: qui vengono visualizzate le informazioni sulla prossima missione; si può leggere un breve briefing oppure accedervi direttamente tramite gli appositi comandi;
· Personalizza Spada Laser: si può modificare la spada laser del protagonista come più ci piace, cambiando elsa, colore della lama e cristallo (che conferisce alcuni bonus ai colpi o ai poteri). I cristalli, così come le else e i cristalli potere, possono essere raccolti in missione ispezionando accuratamente lo scenario;
· Personalizza Costumi: si possono visualizzare e selezionare i costumi sbloccati grazie al completamento delle missioni o ai trucchi;
· Extra: è costituito da diverse sezioni; nella sezione Databank sono contenute tutte le informazioni relative ai personaggi, ai mezzi, alle armi e ai luoghi comparsi durante le missioni; in Inserisci Codici si possono digitare i codici segreti che sbloccano contenuti bonus; Visualizza Holocron ci permette di osservare screenshot del gioco o bozzetti di produzione; gli Holocron possono essere raccolti in missione ogniqualvolta si trovino (sono ben nascosti nello scenario!);
· Poteri della Forza: si possono acquistare, spendendo punti Forza, nuovi poteri o nuove tecniche di combattimento, ognuno dei quali prevede tre stadi di miglioramento e ogni nuovo stadio pretende una spesa maggiore di punti esperienza per essere raggiunto; nella sezione omonima è poi possibile salvare i progressi del gioco.

Durante l’azione l’apprendista ha a disposizione, per farsi strada attraverso i nemici o gli ostacoli, la propria spada laser o i poteri della Forza; il gioco (nella maggior parte delle versioni) ci permette di scagliare fulmini, sfondare porte con l’uso della Forza, esercitare poteri di telecinesi (si spostano gli oggetti o le persone, per farla breve!), strangolare i nemici stile Vader oppure effettuare spettacolari combo che prevedono anche il lancio della spada. Fiore all’occhiello delle sequenze di combattimento di questo gioco sono le mosse finali, i contrasti con la spada e i duelli con la Forza.

Le mosse finali sono possibili contro nemici potenti e possono essere eseguite premendo la successione di tasti corretta che apparirà sullo schermo: se la sequenza è giusta la mossa finale farà capitolare il nemico, altrimenti quest’ultimo recupererà un po’ di salute e si lancerà di nuovo all’attacco.

I contrasti con la spada sono un classico dei duelli di Star Wars: quando le lame delle spade si incrociano in determinati modi i due contendenti forzano l’uno sulla spada dell’altro cercando di sopraffarsi a vicenda; il gioco ci permette di rivivere questi momenti. Quando si ingaggia un contrasto appare un tasto da premere ripetutamente alla maggiore velocità possibile prima che il nostro avversario vinca il contrasto; se si riesce la vittoria spetta al giocatore e il perdente rimane tramortito e vulnerabile.

Stessa cosa accade quando si scontrano i poteri della Forza e la modalità di scontro è la stessa.
Durante le missioni è possibile raccogliere anche alcuni oggetti particolari, gli Holocron. Ce ne sono di tre tipi: Jedi, Forza, Salute. Gli Holocron Jedi sbloccano i bozzetti visualizzabili nell’area Extra a bordo della nave (vedi sopra); gli Holocron Forza aumentano l’energia di Forza totale del personaggio; gli Holocron Salute aumentano la salute totale.

DIFFERENZE TRA LE VERSIONI PER LE VARIE CONSOLE
Le versioni per PS3 e Xbox 360 sono sostanzialmente le stesse. Entrambe montano il Ronin, un motore di gioco sviluppato dalla LucasArts. Inoltre comprendono i motori grafici Havoc, Euphoria, Digital Molecular Matter.

La versione per Nintendo Wii, PS2 e PSP sono state sviluppate dal team australiano di Krome Studios, ma ogni versione è leggermente differente dalle altre. Hanno infatti alcuni personaggi o scenari che non appaiono nelle versioni per altre consoles, come per esempio il bar su Nar Shaddaa e le rovine del Tempio Jedi. La versione per Nintendo Wii prevede inoltre una modalità duello per 2 giocatori (reso ancora più realistico dal sistema di controllo wireless della console, che permette di usare la spada laser brandendo il controller), con 9 arene disponibili e 27 personaggi da utilizzare.

La versione per PSP mette a disposizione una modalità di partita veloce, mentre quella per Nintendo DS (sviluppata da N-Space) prevede una modalità multiplayer per 4 giocatori in stile DeathMatch.

Il gioco per iPhone (sviluppato da THQ Wireless) prevede che il protagonista si muova secondo un percorso prestabilito, mentre il giocatore deve solo distruggere gli ostacoli o eliminare i nemici tramite l’uso del touchscreen, sul quale dei movimenti particolari corrispondo ai rispettivi poteri della Forza.

MOTORI GRAFICI E TECNOLOGIE
Havoc: Sistema usato anche nella celeberrima serie di Halo permette al gioco di riconoscere le imensioni degli oggetti e di simulare al meglio le loro reciproche interazioni.

Euphoria: Conferisce ai personaggi una migliore e avanzata intelligenza artificiale che permette loro di rispondere in maniera realistica ai cambiamenti dello scenario e di interagire con esso altrettanto realisticamente. Per esempio uno stoormtrooper sottoposto a una spinta della Forza può opporsi ad essa aggrappandosi a un cavo volante grazie all’IA che gli conferisce Euphoria.

Digital Molecular Matter: E’ un sofisticato sistema che crea degli ambienti di gioco e
delle strutture che si comportano come farebbero se esistessero nel mondo reale. Il DMM calcola in tempo reale cosa succede a un arredo, un muro o a qualsiasi altro oggetto quando questo viene sottoposto a una modificazione (sfondato, tagliato in due, strizzato, spinto contro un altro eccetera) riproducendolo in maniera realistica. Mentre in molti giochi i muri o elementi simili si rompono secondo precise linee e tempi di frattura (sempre uguali in ogni situazione), il DMM calcola in tempo reale il punto di rottura e ogni volta è proprio quello che sarebbe se il muro si rompesse veramente. Se per esempio si scaglia un monitor contro un muro questo si creperà, grazie all’azione del DMM, nella maniera particolare provocata da quello specifico impatto del monitor e sarà diverso per un impatto differente; se poi scagliamo il monitor più volte contro lo stesso muro, il monitor (o il muro stesso se invece di un monitor vi scagliamo un pezzo di pavimento o di un’altra parete!) si romperà sotto l’azione di quell’impatto quando il DMM dirà che quell’oggetto ha raggiunto il suo punto di rottura. Questo sistema è stato sviluppato dalla Pixelus Entertainment appositamente per LucasArts nel 2008.

Industrial Light & Magic Società affiliata a LucasArts fin dai tempi di “A New Hope” ha fornito al gioco effetti speciali in tempo reale in qualità pellicola cinematografica.

Pacchetti espansione per xBox 360 e PlayStation 3
Le due console citate hanno la possibilità, tramite il loro collegamento alla rete, di scaricare alcuni pacchetti speciali di espansione. Questi pacchetti ufficiali contengono missioni bonus e nuovi personaggi completamente utilizzabili allo stesso modo di quelli già presenti nel gioco.

I pacchetti di espansione per Xbox 360 sono disponibili sul Marketplace di Xbox Live e scaricabili subito.
A metà del mese di Novembre del 2008 è avvenuta la release ufficiale del Character Pack 1 e il 4 Dicembre successivo il nuovo Character Pack 2, il quale aggiunge sette nuovi personaggi tra cui: il soldato della Repubblica, Luke su Tatooine, Ben Kenobi, il maestro Plo Koon, il Conte Dooku, Jango Fett e C-3P0. Rende disponibili e giocabili, inoltre, tre nuovi costumi per il protagonista: una tuta da combattimento, lo stile animato e l’apprendista etereo. Il pacchetto completo costa 400 Microsoft Points, con una dimensione complessiva di 260.18 MB.

Disponibile anche il pacchetto “Missione Tempio Jedi”, in cui il protagonista agirà proprio tra le rovine del tempio, affrontando i propri turbamenti e ombre. Il pacchetto, delle dimensioni di 867.81 MB, aggiunge anche sei personaggi e tre nuovi costumi per l’apprendista  e ha un costo di 800 Microsoft Points.

Recensione a cura di DarthFranky

Commenti

commenti

1 COMMENTO