Star Wars: The Clone Wars – Anteprima

217
letture recenti

Sono passati oltre 30 anni da quando il primo film di Star Wars è sbarcato sul grande schermo ottenendo un successo planetario e immortale, e anche con la conlusione della spesso criticata Nuova Trilogia, il brand di Star Wars rimane un tema caldo come l’estate sul Mare delle Dune di Tatooine. Chi pensava che la saga di Star Wars si fosse conclusa nel 2005 con l’uscita di Episodio III: La Vendetta dei Sith si sbagliava di grosso. Infatti il genio e l’ecletticità di George Lucas lo hanno portato a rinnovarsi e a buttarsi in nuovi ambiti creativi: dopo libri, fumetti e videogames, e le serie animate in 2D, è la volta di Star Wars: The Clone Wars, una serie animata realizzata interamente in Computer Grafica 3D. La serie TV, che vedrà la luce sugli schermi americani a partire da questo autunno, sarà preceduta da un lungometraggio dal titolo omonimo che uscirà nelle sale americane il 15 Agosto 2008 (19 Settembre in Italia), il quale racconterà nuove storie di Anakin Skywalker, Obi-Wan Kenobi, e gli altri protagonisti della saga, durante il periodo infuocato delle Guerre dei Cloni.

Dopo l’annuncio ufficiale da parte della Lucasfilm, sono usciti alcuni trailer del film. Se li avete visti, saprete già a grandi linee qual’è la trama del film: mentre imperversa la guerra fra la Confederazione dei Sistemi Indipendenti e la Repubblica Galattica, il figlio del malvagio gangster Jabba The Hutt è stato rapito da un gruppo di rinnegati. Il Maestro Jedi Yoda incarica così Anakin, la sua padawan Ahsoka Tano, e Obi-Wan Kenobi di salvare l’Hutt e di scoprire chi c’è dietro il rapimento.

La prima domanda che sorge spontanea è: perchè i Jedi dovrebbero voler salvare il figlio di un criminale quale Jabba the Hutt? Non solo perchè sono i guardiani di pace della galassia, ma anche perchè Jabba ha concesso loro solo “una rotazione planetaria” per ritrovare suo figlio, minacciando di scatenare contro di loro una guerra da parte di tutto il clan degli Hutt! E come è facilmente intuibile, nessuno ha interesse a mettersi contro gli Hutt, i loro rancor e i loro Sarlaac!

Nel frattempo, alcuni personaggi sinistri, guidati ovviamente da Darth Sidious, dal Conte Dooku, e dal Generale Grievous, stanno facendo di tutto per poter governare la Galassia. Avranno qualcosa a che fare con il rapimento? La risposta sembra essere sì, e ancora una volta il fato della galassia è nelle mani dei valorosi Cavalieri Jedi. Vedremo le loro gesta su numerosi fronti di battaglia, e molti combattimenti con spade laser. Il film promette inoltre di svelare nuove scioccanti rivelazioni!

Oltre a questo sappiamo che Padmé è tornata, e nonostante nessuna menzione a lei nelle sinossi e nessuna apparizione nei trailer ufficiali, possiamo vederla in alcune immagini apparse sul web. Anche R2-D2 sarà presente al fianco di Anakin.

Inoltre, sappiamo che ritornerà la malvagia aiutante di Dooku: Asajj Ventress, la quale pare avrà molto più spazio rispetto alla vecchia serie, durante la quale sembrava che Anakin l’avesse sconfitta e uccisa nei pressi del tempio di Yavin IV. I lettori dei fumetti e dei romanzi tuttavia, già sapevano che in quel frangente Asajj non era morta, ed era riapparsa al fianco di Dooku in altre occasioni. La più famosa di queste è senz’altro la vicenda del rapimento di Obi-Wan, durante la quale il Maestro Jedi aveva sviluppato per lei un’attaccamento tale da portarla ad essere per lui un’ossessione (vedi fumetto Obsession). Nel trailer 2 si vede chiaramente uno spezzone di duello fra i due, sarà infine la resa dei conti?

La novità principale è rappresentata tuttavia dalla giovane padawan di Anakin. Secondo il DataBank di StarWars.com, Ahsoka Tano ha 14 anni quando viene scelta. Non si conosce molto di questo nuovo personaggio, ma il regista Dave Filoni ha spiegato recentemente che Ahsoka non è solamente un personaggio di contorno, ma un elemento fondamentale per gli eventi che si stanno sviluppando nelle Guerre dei Cloni. Il fandom rumoreggia su questa questione, domandandosi come possa Anakin, non essendo un Maestro Jedi, avere un’apprendista. Certamente l’arcano verrà svelato durante il film, e siamo sicuri che George Lucas non abbia tralasciato un dettaglio così importante. Filoni dice anche che il film getta le basi per diversi eventi e situazioni che accadranno nella serie tv, “dopo che avrete visto il film,” dice Filoni, “direte: Ok, il palcoscenico è pronto”.

Se da una parte ci sarà molta della storia di Star Wars in The Clone Wars, la produttrice Catherine Winder assicura che il film non è solo per i fans accaniti. “Abbiamo lavorato duro per rendere il film adatto a tutto il pubblico”, ha detto. La Winder ha detto inoltre che Lucas in persona ha chiesto a lei e al suo team alla Lucasfilm Animation di dare al lungometraggio “un look che non è mai stato visto in televisione, ” incorporando i disegni di tutti e sei i film nel concept della Computer Grafica 3D. Oltre a questo è stato chiaramente ripreso lo stile della serie 2D Clone Wars di Genndy Tartakowsky. Filoni ha aggiunto che gli artisti “hanno preso come base i disegni di Ralph McQuarrie e Joe Johnston (i disegnatori della trilogia originale), e poi quelli di Doug Chiang (nuova trilogia), infine hanno preso il lavoro di Genndy e gli hanno dato un look innovativo e tridimensionale”.

Lucas sarà produttore del film, così come della serie TV che lo seguirà, ma all’inizio avrebbe dovuto avere un coinvolgimento limitato nella processo produttivo. Secondo la Winder, però, non era in grado di stare lontano. Nonostante sembrava dovesse farsi vedere 2/3 volte all’anno, in realtà la Winder ha rivelato di vedere Lucas una volta a settimana, e che sia “estremamente coinvolto” avendo lavorato ad ogni fase della produzione. “Oltre all’approvazione delle parti fondamentali dello show, il creatore di Star Wars è stato molto coinvolto in ogni aspetto della storia” ha detto Filoni, aggiungendo che vedere Lucas così entusiasta ha contribuito ad incoraggiare tutto lo staff nella realizzazione della serie, “in modo che assomigli il più possibile a Star Wars“.

Per quanto riguarda il doppiaggio, nonostante le prime voci di corridoio secondo le quali Hayden Christensen e Ewan McGregor fossero stati contattati per dare voce ai loro personaggi, sono stati ingaggiati alcuni attori di talento dal timbro di voce molto simile al loro, quali Matt Lanter e James Arnold Taylor. Ma alcuni attori dei film invece ritorneranno a dare la voce ai loro personaggi. Fra questi Samuel L. Jackson che presterà la voce a Mace Windu, Christopher Lee per il Conte Dooku, ed Anthony Daniels per C-3PO, oltre a Matthew Wood per il Generale Grievous. Ancora non ci sono notizie sul doppiaggio italiano, che presumibilmente potrebbe coinvolgere (come è stato con la serie Clone Wars di Tartakowsky) alcuni dei doppiatori della Nuova Trilogia.

Il film avrà una durata di 90 minuti circa, e in pratica comprenderà i primi 3 episodi della serie. Star Wars: The Clone Wars uscirà nei cinema americani il 15 Agosto 2008. A settembre in Italia.

A cura di Eterea
27 Giugno 2008

Commenti

commenti