Autiere dell'Esercito Imperiale

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
(Reindirizzamento da Autiere imperiale)
Il soggetto di questa voce è apparso nell'era dell'ascesa dell'Impero.Il soggetto di questa voce è apparso nell'era della Ribellione.Il soggetto di questa voce è apparso nell'era della Nuova Repubblica.
Autiere imperiale.jpg
Autiere dell'Esercito Imperiale
Informazioni generiche
Branca di

Esercito Imperiale

Informazioni tecniche
Arma principale

blaster a ripetizione leggero SE-14R

Armi secondarie

mortaio V-6d Merr-Sonn

Equipaggiamento
  • lenti polarizzate antiriflesso
  • lenti ed elaboratore per la visione notturna (solo armatura da autiere)
  • comlink incorporato nel casco (solo armatura da autiere)
  • tuta sigillata antiradiazioni (solo armatura da autiere)
  • miscela respirabile per 4 ore (solo armatura da autiere)
Informazioni aggiuntive
Affiliazione

Impero Galattico

Gli autieri dell'Esercito Imperiale costituivano il personale ausiliario responsabile dell’impiego e della manutenzione di una gran varietà di veicoli, come gli AT-AT e gli AT-ST.

Equipaggiamento

I piloti vestivano due tipi differenti di uniforme, uno adatto ad ambienti ostili o freddi, l’altro, più leggero, adatto a climi caldi o temperati, entrambi dotati di una corretta miscela respiratoria. Uniformi corazzate erano previste solo per autieri sottufficiali e ufficiali.

Nonostante le cabine della maggior parte dei camminatori, specialmente di quelli più grandi, fossero già pressurizzate, gli apparati di sostentamento vitale e le riserve di ossigeno diventavano fondamentali durante operazioni in aree abiotiche o inospitali, come asterodi o pianeti ghiacciati, poiché potevano fare la differenza tra la vita e la morte in caso di danneggiamento dello scafo.

Normalmente i piloti erano disarmati ma, se necessario, i sottufficiali autieri e gli ufficiali autieri potevano disporre liberamente del blaster a ripetizione leggero SE-14R BlasTech o anche di un mortaio V-6d Merr-Sonn.


Piloti di AT-AT

Uniforme da autiere per climi freddi o ambienti abiotici.
Muovere un colossale Trasporto Corazzato Multiterreno su terreni spesso impervi e accidentati era un compito che richiedeva prontezza di riflessi, precisione millimetrica e tenacia incrollabile: gli uomini del Corpo Autieri Imperiali rispondevano perfettamente a questi requisiti.

I piloti di AT-AT lavoravano di solito in squadre di due unità - pilota e artigliere - muovendo il mezzo con sicurezza grazie ad un intenso addestramento pratico e simulato. L’artigliere, solitamente seduto a destra, poteva gestire in modo semplice e completo tutte le armi in dotazione al veicolo con l’ausilio di sofisticati sensori di precisione. Entrambi i piloti erano agli ordini diretti di un ufficiale coordinatore, in contatto via comlink oppure, laddove era consentito, seduto immediatamente dietro la postazione di pilotaggio.

A causa delle insidie che questo compito poteva presentare, in particolar modo la capacità di prendere decisioni vitali con rapidità e determinazione, esso veniva destinato ad operatori senzienti e non a dispositivi automatici. Tuttavia, per la loro blindatissima posizione a parecchi metri dal suolo, gli autieri erano spesso disprezzati dalla fanteria di terra, il cui astio non era privo di fondamento: l’intenso addestramento a cui i piloti dell’Esercito erano sottoposti non faceva altro che sottolineare la loro bravura e la loro assoluta importanza in battaglia, tanto che i più esperti giungevano a ritenersi invincibili e, dunque, ad essere dannatamente arroganti.


Celebri piloti di AT-AT

Piloti di AT-ST

I piloti di AT-ST erano addestrati per sviluppare un incredibile senso di equilibrio e del terreno, necessario per via della configurazione bipede del Trasporto d'Esplorazione Multiterreno, molto più instabile se confrontata con l'andamento quadrupede di un AT-AT.

Celebri piloti di AT-ST

Piloti di AT-PT

I piloti di AT-PT erano coloro assegnati alla guida dei Trasporti Individuali Multiterreno. Come per i piloti di AT-ST, anche ad essi era richiesto un senso di equilibrio estremamente raffinato. Nonostante fossero relativamente protetti dalla corazzatura dell'AT-PT, questi piloti indossavano l'armatura anche all'interno, in caso che il veicolo fosse stato distrutto. La loro dotazione era composta da pistole imperiali standard, fucili blaster e granate.

Dietro le quinte

In Star Wars: Battlefront II, su Hoth, il pilota di AT-AT è chiamato "ingegnere imperiale". Nel un recente cofanetto delle Star Wars Miniatures, Imperial Entanglements, il pilota del 181esimo Gruppo di Caccia Imperiale ha le stesse fattezze di un pilota AT-AT, invece dell'usuale color nero dei piloti TIE.

Presente in

Un pilota di AT-AT in cabina.

Presenze non canoniche

Fonti

Due piloti di AT-ST.

Note e riferimenti