Battaglia di Dega

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
Preceduta da

Battaglia di Aiquin 4

Seguita da

Battaglia di Nocto

Battaglia di Dega
Conflitto

Guerra Civile Galattica - campagna di Diffusione della Ribellione

Data

3 ABY

Luogo

Sistema di Dega

Esito

Vittoria ribelle; recupero dei coscritti Airam

Schieramenti

Alleanza per la restaurazione della Repubblica

Comandanti

Ammiraglio Wooyou Senn


Forza
Perdite
  • Tutti i trasporti pesanti (almeno 6 catturati)
  • Tutti i coscritti Airam (recuperati)

Alcuni Ala-B

La Battaglia di Dega fu un attacco da parte dell'Alleanza Ribelle contro una operazione di rifornimento della Task Force Vengeance, in cui le forze imperiali sotto il comando dell'Ammiraglio Wooyou Senn stavano ricevendo carichi e soldati di leva dai loro alleati Airam fedeli al capo clan detenuto Ilay.

La battaglia

Le Squadriglie Rogue e Verde erano state dotate dei caccia stellari Ala-B caricati con siluri protonici prima della missione e il loro compito era quello di distruggere qualsiasi nave che portava dei rifornimenti alla task force imperiale bisognosa, così come disabilitare i cargo che trasportavano i coscritti Airam.

Quando i ribelli arrivarono a Dega, gli venne presentata una vista completa della Star Dreadnought di classe Executor Vengeance, dello Star Destroyer di classe Imperial Rage e otto trasporti pesanti BFF-1 Airam più vicini alla loro posizione. Rogue si divisero fino a ispezionare i cargo in movimento, ma incontrato una brutta sorpresa quando presero di mira le navi da carico: prima della sua cattura, o per sua istruzione preventiva, Ilay aveva attrezzato i trasporti con dei lanciatestate ad un colpo che si bloccavano automaticamente e sparavano ad ogni caccia stellare in avvicinamento che aveva come obiettivo una delle navi.

Il trabocchetto dette quasi il tempo necessario a i cargo di arrivare al la sicurezza delle armi da fuoco della Star Destroyer, ma la Squadriglia Rogue riuscì a disattivare i cargo che trasportavano i soldati di leva mentre la Squadriglia Verde distrusse i trasporti che portavano le testate. Anche se la trovata geniale costò probabilmente la vita (o almeno la navicella spaziale) di almeno un paio di piloti ribelli, in ultima analisi, non riuscì a impedire la neutralizzazione del convoglio.

Ma il campo di applicazione pura e semplice del convoglio Airam tassati caccia stellari ribelli, ognuno dei quali aveva il compito di ispezionare, disattivare e distruggere le navi da carico appropriate. Sempre più navi da carico abbandonarono alla rinfusa l'iperspazio, arrivando alla fine ad una ventina di navi. Le navi erano sparse su una superficie dolorosamente ampia da coprire per i lenti caccia stellari Ala-B.

Venne lanciata anche una forza di distrazione di caccia stellari dalla Vengeance e dal Rage ma non fu in grado di prevenire alle Squadriglie Rogue e Verde di completare finalmente l'ispezione e la neutralizzazione delle navi Airam. I piloti ribelli multitask riusciono anche proteggere le navette di soccorso inviate dall'Alleanza per prendere a bordo i soldati di leva dai cargo disabilitati. Una volta che l'ultimo cargo venne distrutto e tutti i coscritti possibili salvati, le forze dell'Alleanza si ritirarono.

Conseguenze

La situazione di approvvigionamento urgente della Task Force Vengeance divenne evidente dopo la battaglia di Dega. Durante gli interrogatori, i coscritti Airam riferirono che si trattava di una formazione di base di volo a bordo della Vengeance per poi intraprendere delle missioni suicide contro le forze dell'Alleanza nel settore Airam; la grande disponibilità di testate nei cargo di accompagnamento si sarebbe dimostrato letale per i Ribelli, se tale attacchi si fossero materializzati.

Le opzioni di Senn erano ormai ridotte a pochissime possibilità: o ritirare i resti della task force e affrontare l'ira dei suoi superiori, o continuare la sua missione a tutti i costi, l'opzione che scelse di perseguire con il suo attacco seguente al cantiere dell'Alleanza nel sistema di Nocto.

Presente in