Darth Thanaton

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
Il soggetto di questa voce è apparso nell'era della Vecchia Repubblica.
Tenebkel 1.jpg
Darth Thanaton
Descrizione fisica
Razza

Umano

Sesso

Maschio

Capelli

Castani

Occhi

Blu

Informazioni storiche e politiche
Era(e)

Era della Vecchia Repubblica

Affiliazione

Impero Sith

Maestri conosciuti

Calypho

"È questa l'arma che avete scelto?"
"Sì, mio Imperatore."
Imperatore Sith e Darth Marr[fonte]

Darth Thanaton (nato con il nome di Teneb Kel) era un Inquisitore Sith durante la Grande Guerra Galattica e apprendista di Lord Calypho. Dopo l'arresto di Calypho fu mandato dal Consiglio Oscuro nella difficile missione di recuperare Exal Kressh, l'apprendista fuggitiva dell'Imperatore, al termine della quale ricattò il Consiglio affinché lo promuovesse a Signore dei Sith.

Biografia

Teneb Kel durante la Battaglia di Begeren.

Inquisitore Sith

Teneb Kel fu trovato da Calypho che era uno schiavo; il Maestro Sith lo liberò e lo portò su Korriban per addestrarlo nelle vie del lato oscuro. Kel si dimostrò subito un degno apprendista e divorò gli antichi tomi della conoscenza oscura. Nel tempo divenne ben conosciuto all'interno dell'Impero Sith e prese pure uno schiavo per sé, Verme.

Teneb Kel partecipò alla Battaglia di Begeren durante la Grande Guerra Galattica, quando fu al comando dei caccia imperiali. Kel prese anche parte allo scontro sulla superficie, invadendo il palazzo e massacrando i soldati che lo difendenvano, e uccidendo senza pietà il governatore del pianeta. Una volta ottenuta la vittoria, fece rapporto al comando e fu raggiunto da un ufficiale, il quale gli comunicò la gratitudine del Consiglio Oscuro, ma anche il suo arresto per i crimini commessi da Calypho. Kel accettò di essere ammanettato e condotto su Dromund Kaas.

A caccia di Exal Kressh

Lo scontro fra Exal Kressh e Teneb Kel.

Una volta sulla capitale imperiale, Verme cercò di suggerire a Kel di fuggire e disertare, ma questi rifiutò categoricamente. Dinanzi al Consiglio, Kel ammise che amava il suo Maestro quanto il suo stesso padre e pertanto i Signori dei Sith gli ordinarono di ucciderlo. Il ragazzo lo sconfisse facilmente, ma all'ultimo momento gli fu comandato di risparmiarlo. Il Consiglio vedeva ancora del potenziale in lui e gli dissero che per redimersi dai crimini di Calypho doveva ritrovare l'apprendista fuggitiva dell'Imperatore, Exal Kressh. Prima di partire per il sistema di Lenico, dove Kressh era stata avvistata, Kel fu portato al cospetto dell'Imperatore in persona, che gli donò visioni del suo passato e del suo futuro.

Kel apprese che Kressh si trovava nella Colonia Blu di Lenico e qui effettivamente la trovò in stasi. Ella riuscì a risvegliarsi e a sconfiggerlo, distruggendo la colonia nel tentativo di eliminare il giovane apprendista. Kel riuscì a scampare alla morte grazie a Verme, e i due atterrarono su Lenico IV, dove ebbe una visione di Kressh e un misterioso "Darth Thanaton" che gli rivelavano il grande piano dell'Imperatore: creare legioni di suoi "figli" che avrebbero ospitato la sua coscienza, permettendogli di vivere per sempre. Alla fine della visione, Thanaton "uccideva" Kel.

Risvegliatosi, Teneb Kel affrontò il Maestro Jedi Jerbhen Hulis, anch'egli su Lenico alla ricerca di Kressh. I due si allearono temporaneamente per salvare i coloni di Lenico, quindi Kel assassinò il Padawan di Hulis e si recò su Korriban, dove Kressh stava mettendo in moto il suo piano per distruggere l'Accademia.

Kel riuscì a scovare Kressh nelle profondità dell'Accademia e la affrontò. Ella si rivelò subito superiore, tanto che gli distrusse persino la spada laser, ma Verme riuscì a distrarla, permettendo a Teneb Kel di recuperare un vantaggio ed usare infine i propri poteri telecinetici per trafiggere l'apprendista rinnegata con un'antica spada laser. Quindi uccise anche Verme non appena scoprì che aveva udito Kressh parlare dei piani dell'Imperatore.

Signore dei Sith

Darth Thanaton.
"Vi parlerò del vostro Maestro. L'Imperatore... e di ciò che progetta per il futuro. In cambio, mi farete Signore Oscuro... e mi concederete il mio titolo. Mi chiamerete Darth Thanaton."
―Teneb Kel[fonte]

Ultimata finalmente la sua missione, Teneb Kel fece ritorno su Dromund Kaas dinanzi al Consiglio Oscuro. Qui si rifiutò di inchinarsi al cospetto di Darth Marr e degli altri consiglieri, pretendendo che gli conferissero il titolo di Signore dei Sith e il nuovo nome di Darth Thanaton; in cambio avrebbe rivelato loro i piani dell'Imperatore.

Presente in