Droide replicante umanoide

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
(Reindirizzamento da Droide replicante)
Il soggetto di questa voce è apparso nell'era dell'ascesa dell'Impero.Il soggetto di questa voce è apparso nell'era della Ribellione.Il soggetto di questa voce è apparso nell'era della Nuova Repubblica.
Droide replicante umanoide 1.jpg
Droide replicante umanoide
Informazioni storiche e politiche
Epoche

I droidi replicanti umanoidi, o DRU, erano sofisticati robot ricoperti di sintepelle, progettati per essere praticamente indistinguibili dagli esseri umani. Spesso, la loro struttura interna rispettava così fedelmente l'anatomia umana che anche scanner medici di alta qualità potevano fallire nell'identificarli come inorganici, nonostante fossero capaci di rilevare altre differenze. Talvolta erano chiamati "droidi in carne" o "cloni droidi", ma - diversamente dai veri cloni - un clone droide poteva essere prodotto in meno di tre mesi.


Storia

Fra gli esperimenti coi DRU si annovera il Progetto Doppione, un piano dell'Alleanza per la Restaurazione della Repubblica volto a creare repliche droidi di ufficiali Imperiali. Sfortunatamente per l'Alleanza, essa non disponeva dei fondi necessari a continuare il progetto, anche se fu prodotto almeno un esemplare, una replica del Visconte Tardi

Un droide replicante danneggiato.
Ad ogni modo, nel corso della Guerra Civile Galattica, l'Impero riuscì a perfezionare la tecnologia DRU, ingaggiando i progettisti Massad Thrumble e Simonelle l'Ingoiano. I due svilupparono un droide replicante chiamato Guri, acquistato in seguito come assassino dal Principe Xizor del Sole Nero per la somma di nove milioni di crediti. Sull'onda del successo ottenuto, Simonelle si trasferì nell'Ammasso di Minos, stabilendovi il proprio laboratorio per la produzione di replicanti, mente Thrumble restò al servizio dell'Impero, per conto del quale creò copie del Governatore Torlock di Corulag e di sua figlia Frija. La percezione di sé di questi modelli era così evoluta che essi finirono col rifiutare la propria programmazione di doppioni, fuggendo su Hoth per iniziare una nuova vita.

Dopo la morte di Xizor attorno a Coruscant, Guri si lanciò alla ricerca del suo creatore, Thrumble, richiedendo che la sua memoria fosse privata del programma di assassinio. L'operazione ebbe luogo sulla Luna di Hurd e fu coronata dal successo; Guri divenne così un droide completamente indipendente.

Circa un anno dopo la Battaglia di Endor, la Nuova Repubblica ultimò il Progetto Doppione, ma i suoi DRU si dimostrarono goffi e di qualità inferiore a quelli di Thrumble. I droidi replicanti del Progetto Doppione videro un'azione limitata, fra cui una missione in cui una riproduzione di Leia Organa uccise l'aspirante Imperatore Trioculus.

Nel corso della Guerra degli Yuuzhan Vong, Stanton Rendar avviò un'operazione nell'Ammasso di Minos per trasferire il contenuto della mente dei suoi clienti in corpi DRU. Per ottenere questo risultato, fece ricorso alla tecnificazione sviluppata dai Ssi-Ruuk, nella speranza che tale pratica racchiudesse il segreto della vita eterna.

Lista di DRU

Il Visconte Tardi, un DRU.

Presente in

Fonti