Tri-caccia droide

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
(Reindirizzamento da Droide tri-caccia)
Il soggetto di questa voce è apparso nell'era dell'ascesa dell'Impero.
Tricaccia 1.jpg
Droide tri-caccia
Note di fabbricazione
Produttore
Tipo

Caccia stellare

Prezzo
  • 20.000 crediti (nuovo)
  • 8.000 crediti (usato)
Note tecniche
Lunghezza

5,4 mt.

Larghezza

3,45 mt.

Accelerazione massima

3.600 G

Velocità atmosferica massima

1.180 km/h

Sistema di iperguida

Assente

Scudi

Assente

Sistemi di navigazione

Equipaggiato

Armi
Equipaggio

Cervello droide integrato

Passeggeri

Nessuno

Sistemi di gestione del carico

Nessuno

Autonomia

Nessuno

Utilizzo
Ruoli

Caccia stellare

Epoche
Esordio

20 BBY

Affiliazione

Il tri-caccia droide, conosciuto anche come caccia tri-droide e tri-caccia, era un caccia stellare della Confederazione dei Sistemi Indipendenti impiegato nelle Guerre dei Cloni.

Caratteristiche

Un tri-caccia rilascia missili ad inseguimento.

Il tri-caccia interamente automatizzato era più grande e meno manovrabile dei più snelli caccia droidi Vulture, ma rappresentava comunque una minaccia, soprattutto per i lenti caccia ARC-170.

Il tri-caccia prendeva il nome dai suoi tre bracci di supporto che stabilizzano i suoi cannoni primari, i quali bracci derivano a loro volta dalla forma del teschio di un predatore nativo del pianeta dei suoi progettisti. I Nidi di Creazione Colicoidi, gli stessi progettisti di armamenti cannibalisti e insettoidi responsabili per la creazione dei letali droideka, disegnarono il tri-caccia. Oltre a questo, il caccia possedeva tre propulsori di regolazione indipendenti, per incrementarne l’agilità.

Il cervello del tri-caccia era più sofisticato di quello dei comuni caccia droidi. Il suo robusto nucleo energetico e il suo trasmettitore di comunicazione avanzato conferivano al tri-caccia un range operativo notevole per un caccia automatizzato non dotato di iperguida.

Il caccia era armato con un cannone laser centrale e un altro cannone laser per braccio, che gli conferivano una eccellente potenza di fuoco. Era inoltre armato con missili droidi a insetto e missili ad inseguimento, che lo rendevano un'autentica minaccia per i caccia repubblicani. La sua velocità, ma anche la sua maggiore robustezza, lo rendevano un rivale degno dell'intercettore leggero Eta-2 di classe Actis.

Storia

Tri-caccia in battaglia.

I droidi tri-caccia apparvero nelle Guerre dei Cloni relativamente tardi, quando finalmente la CSI riuscì a sviluppare caccia, oltre ai tradizionali Vulture, in grado di mettere in difficoltà quelli della Repubblica. La prima comparsa dei tri-caccia fu durante la Battaglia di Praesitlyn (20 BBY), dove misero in seria difficoltà la Forza di Difesa di Praesitlyn. I tri-caccia si rivelarono pericolosi anche per i Jedi stessi: proprio per questo, vennero impiegati in quantità sempre maggiori.

Durante la Battaglia di Coruscant, i tri-caccia svolsero un ruolo egregio, decimando intere squadriglie di ARC-170. Tuttavia, dopo il Massacro di Mustafar, insieme alle altre droidi armate vennero disattivati da Darth Vader e gradualmente raccolti e immagazzinati dall'Impero.

Anni dopo, Gizor Dellso fece uso di alcuni tri-caccia durante la sua rivolta.

Presente in

Fonti


Caccia stellari della Confederazione dei Sistemi Indipendenti
Caccia stellari
caccia stellare Belbullab-22 · Caccia intercettore C-73 · caccia stella di classe Ginivex
Caccia di Superiorità Spaziale NovaSword · Caccia stellare Sabaoth · Caccia droide di classe Scarab
Intercettori
Tri-caccia droide · caccia stellare di difesa territoriale di classe Nantex · Intercettore leggero Mankvim-814
Caccia droide di classe Vulture
Bombardieri e veicoli d'assalto pesanti
Veicolo d'assalto pesante Belbullab-23 · Bombardiere d'assalto Belbullab-24 · Bombardiere di classe Hyena
Sabaoth Defender · Bombardiere droide della Federazione dei Mercanti