Leontyne Saresh

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
Il soggetto di questa voce è apparso nell'era della Vecchia Repubblica.
Leontyne Saresh.png
Leontyne Saresh
Informazioni biografiche
Descrizione fisica
Razza

Twi'lek

Sesso

Femmina

Capelli

Nessuno

Occhi

Viola

Pelle

Verde

Equipaggiamento
Informazioni storiche e politiche
Epoche
Affiliazione
"Insieme, noi siamo più alti di qualsiasi ostacolo. Mettiamoci al lavoro insieme."
―Governatore Leontyne Saresh[fonte]

Leontyne Saresh, comunemente nota come Governatore Saresh, fu una femmina Twi'lek, governatore di Taris e Cancelliere Supremo della Repubblica Galattica durante la Guerra fredda e la Seconda Grande Guerra Galattica.

Biografia

"Benvenuto su Taris. Sono il Governatore Saresh. A nome della Repubblica Galattica, voglio ringraziarvi per averci seguito in questo progetto storico."
―Un annuncio di sicurezza pubblica nello Spazioporto di Olaris[fonte]

Intelligente, carismatica e ambiziosa, Leontyne Saresh nacque nell'influente famiglia Twi'lek Tarisian su Taris prima della sua distruzione e in gioventù sfuggì alla schiavitù imperiale. Entrò a far parte del governo della Repubblica e presto raggiunse una posizione di rilievo nelle file del Senato della Repubblica; era uno degli oppositori più accesi dei Sith, avendo apertamente chiesto in numerose occasioni la completa eradicazione dell'Impero.

Forse a causa del suo punto di vista senza compromessi, le venne dato il ruolo di Governatore Senatoriale Supervisore per gli Affari Planetari per il pianeta in rovina di Taris, un posto che aveva distrutto più di un promettente politico. A differenza dei suoi predecessori, tuttavia, Saresh abbracciò la situazione apparentemente impossibile, gettando tutte le sue notevoli risorse nella miriade di problemi del mondo devastato.

Quando l'Impero invase Taris nel 3.642 BBY e distrusse il progetto di ripopolamento, Leontyne Saresh riuscì a fuggire e tornare alla Repubblica e, intorno al 3.641 BBY, venne eletta alla carica di Cancelliere Supremo quando il cancelliere Janarus venne ucciso da un cacciatore di taglie. Da allora, fece diversi elogi personali verso gli eroi della Repubblica, come il Barsen'thor, l'Asso e il CO della Squadra Havoc.

Avrebbe poi presieduto alle cerimonie di riconoscimento per il Barsen'thor dell'Ordine Jedi e il comandante della Squadra Havoc delle Forze Speciali e durante la cerimonia dette personalmente il benvenuto ai membri della Rift Alliance di ritorno alla Repubblica.

Presente in

Fonti