Ultima modifica il 12 apr 2014 alle 19:28

Mare delle Dune Orientale

Il soggetto di questa voce è apparso nell'era della Vecchia Repubblica.Il soggetto di questa voce è apparso nell'era della Ribellione.
Il Mare delle Dune Orientale.

Il Mare delle Dune Orientale era una vasta e deserta distesa di sabbia su Tatooine, ad est di Anchorhead e del Mare delle Dune. Era dimora di pericolose e feroci tribù di Predoni Tusken così come di bantha e dewback. L'Impero Infinito dei Rakata vi costruì un tempio fra il 30.000 BBY e il 25.000 BBY che ospitava una Mappa Stellare.

Qualche tempo prima della Guerra Civile Jedi, quando erano schiavi dei Sabbipodi, la tribù Jawa di Iziz scoprì la Mappa Stellare nella caverna di un drago krayt, ma a causa della creatura non fu in grado di recuperarla. Nel 3.956 BBY Revan giunse su Tatooine in cerca della Mappa, e aiutò Iziz in cambio di una mappa per raggiungere la caverna. Allo stesso tempo, il cacciatore Komad Fortuna era a caccia del drago. Quando il compagno di Komad fu ucciso dal drago, lui e Revan riuscirono ad attirarlo in un campo minato usando una mandria di bantha come esca. Il drago morì e Komad recuperò due perle dal suo corpo. Revan trovò poi la Mappa Stellare nei più oscuri recessi della caverna, fra le rovine del tempio Rakata.

Presente in