Naboo

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
Versione del 13 lug 2009 alle 22:05 di Blackstar (Discussione | contributi) (Ascesa dell'Impero)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Naboo 1.jpg
Naboo
Dati astrografici
Regione

Orlo Intermedio

Settore

settore di Chommel

Sistema

sistema di Naboo

Sole/i

1: Naboo (stella)

Satelliti

3: Ohma-D'un, Rori, Tasia

Distanza dal Nucleo

34.000 anni luce

Periodo di rotazione

26 ore standard

Periodo di rivoluzione

312 giorni locali

Struttura fisica
Tipo

pianeta di tipo terrestre

Diametro

12120 km

Atmosfera

miscela respirabile

Gravità

standard

Ecosistema
Clima

clima polare/nivale/temperato/tropicale

Terreno principale

calotte polari, ghiacciai, montagne innevate, colline, pianure e canyon, paludi, laghi, foreste pluviali, spiagge, oceani e isole tropicali

Acque superficiali

85%

Creature indigene
Creature importate
Luoghi d'interesse
Società, economia, politica
Specie autoctone
Specie immigrate
Lingua ufficiale
Governo
Popolazione

600 milioni

Città principali
Importazioni

tecnologia, alimentari trattati

Esportazioni

plasma, cereali, arte, prodotti culturali

Affiliazione
"Pianeta straodinario, Naboo. Non capirò mai come abbia fatto a produrre qualcuno così testardo come il nostro Cancelliere Supremo."
―Bail Organa[fonte]

Naboo era il pianeta capitale del settore di Chommell, vicino ai Territori dell'Orlo Esterno. Era uno splendido pianeta con grandi pianure, foreste ed oceani. Era conosciuto principalmente per essere il pianeta natio di alcuni importanti personaggi storici che giocarono ruoli determinanti nella caduta della Repubblica Galattica e nella conseguente ascesa dell'Impero Galattico, quali il Cancelliere Supremo Palpatine, la Senatrice ed ex Regina di Naboo Padmé Amidala ed il Gungan Jar Jar Binks.

Caratteristiche

Scorcio delle pianure di Naboo.
Naboo era situato nella terza orbita di una stella gialla dell' Orlo Intermedio, la quale alimentava un sistema di pianeti scarsamente popolati. Era abitato da pacifici Umani conosciuti come i Naboo, e da una specie indigena di anfibi intelligenti chiamati Gungan. Esso era il pianeta primario del sistema di Naboo, distante circa 34.000 anni luce dal Nucleo Galattico.

La superficie di Naboo era formata da laghi e paludi, ondulate pianure, e verdi colline. Naboo era un pianeta geologicamente unico nel suo genere. Infatti non possedeva un nucleo fuso, indicativo di un pianeta antico. Il pianeta era un conglomerato di larghi corpi rocciosi pervasi da infinite grotte e reti di tunnel. Questo era la causa della presenza di numerosi laghi paludosi sulla superficie, i quali conducevano in profondità nel cuore della struttura del pianeta. I nativi Gungan svilupparono mezzi di trasporto che sfruttavano queste reti di tunnel, ma anche questi coraggiosi esploratori non si spingevano troppo profondamente nel nucleo del pianeta, a causa della presenza di mostri marini dai voraci appetiti.

I centri in cui viveva la popolazione erano splendidi: le città dei Naboo risplendevano di architettura classica e florida vegetazione, mentre gli insediamenti subacquei dei Gungan erano un altrettanto magnifico spettacolo di tecnologia esotica basata su bolle idrostatiche.

Popolazione

I Gungan

La città di Otoh Gunga.
I Gungan erano l'unica specie conosciuta nativa di Naboo. A causa dell'isolamento spazio-culturale del pianeta, solo un'altra specie senziente si è stabilita su Naboo: gli Umani. Gli etnografi repubblicani avevano predetto che nei decenni successivi alle prime colonie la situazione sarebbe cambiata, nel momento in cui i leader del pianeta avessero iniziato a mostrare interesse per i viaggi e per il commercio interstellare. I Gungan erano anfibi umanoidi che si sono evoluti nelle paludi di Naboo. Essi vivevano in città all'interno di enormi bolle sotto la superficie di laghi o oceani.

I Gungan non sono sempre vissuti in queste città, il loro orgoglio culturale infatti deriva principalmente dal coesistere in maniera armoniosa con la natura circostante, così cercarono di costruire strutture e artefatti che gli permettessero di vivere sott'acqua e che allo stesso tempo gli fornissero risorse naturali rinnovabili. La maggior parte delle comunità Gungan si basavano sull'agricoltura o sulle strutture manufatturiere per scambiare beni con le altre comunità. Gli incontri diplomatici avevano luogo a Otoh Gunga, una città costruita secoli or sono dopo l'unificazione di diverse città-stato Gungan sotto un unico vessillo.

Se da una parte i Gungan costruivano abitualmente veicoli meccanizzati per i viaggi subacquei, dall'altra mostrarono sempre pochissimo interesse verso i trasporti terrestri. Quindi non deve stupirci il fatto che essi usassero per questo scopo animali di vario genere, a seconda dello scopo. I Gungan hanno sempre dimostrato poco interesse anche per i viaggi interstellari, preferendo apparentemente le loro abitazioni subacquee ad ogni altro luogo.

I Naboo

Una vallata nella Regione dei Laghi.
Gli Umani del sistema Naboo si riferivano a sé stessi semplicemente con l'appellativo di “Naboo”. Essi discendevano da antichi colonizzatori provenienti dal pianeta Grizmallt, i quali, migliaia di anni prima, avevano riposto le loro speranze in questo lussurreggiante pianeta dell'Orlo Intermedio.

I Naboo basavano la loro cultura principalmente sull'arte e sull'apprendimento. Tradizionalmente sceglievano i loro governanti basandosi sulla loro intelligenza piuttosto che sul loro potere, e questa abitudine ha avuto lunghissima vita. Secoli dopo la fondazione della prima colonia su Naboo, rappresentanti della Repubblica raggiunsero il pianeta con l'offerta di unirsi a loro, e i Naboo accettarono. Ben presto il commercio con gli altri sistemi diventò fiorente, e, nonostante i Naboo rimanessero geograficamente isolati rispetto al resto della Repubblica, non erano più sconosciuti. Negli ultimi anni della Vecchia Repubblica, si erano gudagnati la fama di migliori filosofi e artisti della Galassia.

I Naboo erano un popolo non-violento, che metteva i valori del pacifismo e della razionalità al di sopra di tutto il resto. Le loro dispute non sfociavano mai in scontri fisici.

File:Naboo 5.jpg
La città Naboo di Theed.
Le città e i villaggi dei Naboo erano scarsamente sparsi lungo la superficie centro-meridionale del pianeta. La maggior parte di questi insediamenti viveva grazie agli allevamenti e alle miniere. Ovviamente il fulcro della vita sociale, culturale e politica era situato a Theed, la capitale del pianeta. Larghi tratti di territori disabitati separavano i centri abitati di Naboo, ma le popolazioni dimostrarono sempre scarso interesse per lo sviluppo commerciale con le aree adiacenti. I Naboo controllavano inoltre 3 spazioporti di classe stellare, uno dei quali era riservato ai politici. Gli ingegneri Naboo prestarono sempre grande attenzione nel progettare le città, avendo sempre un occhio di riguardo nel preservare il più possibile la natura e la bellezza dei paesaggi.

I Naboo incoraggiavano i loro figli a sviluppare le loro abilità artistiche e intellettuali fin dalla tenera età, indipendentemente dallo status sociale della famiglia o dagli interessi del bambino. Per questo motivo, i bambini Naboo crescevano avidi di conoscenza e in costante ricerca di metodi per la loro espressione.

Il sistema educativo aiutava a rinforzare questo tipo di crescita culturale. Il grado di avanzamento e la direzione degli studi di un individuo dipendeva formalmente dagli interessi e dalle abilità del soggetto stesso, misurati da test attitudinali effettuati a intervalli regolari. I Naboo credevano infatti che un individuo potesse raggiungere a pieno la sua realizzazione e lo sviluppo del suo potenziale solo quando gli venisse data la libertà di seguire i suoi interessi nel modo che egli preferiva.

Naturalmente la presenza di un'alta percentuale di filosofi Naboo nella Galassia era un effetto collaterale di questo tipo di cultura, che incoraggiava i cittadini a coltivare i loro interessi artistici e intellettuali. Ciò che nella galassia era visto come altamente culturale, su Naboo era semplicemente parte della vita di tutti i giorni.

Per essere una società civilizzata di questo tipo, i Naboo avevano relativamente poche industrie. Per questo motivo erano costretti a importare i componenti altamente sofisticati, come l'iperguida o i motori subluce.

In quanto i Naboo aborrivano la violenza, non mantenevano un esercito stabile. Le Forze di Sicurezza Reali di Naboo, che fornivano protezione al monarca, erano formate interamente da volontari. Per mantenere la sicurezza nel pianeta, i leader politici cercavano di assicurare il benessere dei cittadini mantenendo relazioni pacifiche con gli altri pianeti. Se questi metodi fallivano, essi facevano riferimento alla Repubblica per essere difesi.

File:Naboo 6.jpg
Esempio di architettura dei Naboo.
L'organizzazione politica dei Naboo era basata sulla monarchia. Il monarca era il punto di riferimento primario per ogni organizzazione esterna interessata a stabilire una presenza su Naboo. Il monarca era al tempo stesso la voce del popolo, in quanto saliva sul trono per voto popolare. Questo sistema ha radici antiche, ai tempi delle prime colonie, quando i Naboo nominarono una donna come loro leader durante il conflitto con i Gungan. La donna accettò il titolo di Regina, ma rifiutò di stabilire una regola ereditaria per la successione. Dichiarò infatti che la gente avrebbe scelto la persona più saggia fra di loro, quando ella sarebbe morta.

Da quel momento, i Naboo utilizzarono questo sistema di democrazia meritocratica per scegliere i loro governanti a tutti i livelli: dai sindaci dei remoti villaggi, ai governatori delle grandi città, fino ad arrivare al monarca stesso. In questo modo, tutti avevano una carica limitata nel tempo: ad esempio il monarca governava al massimo per 2/4 anni.

Il diritto di voto non era basato sull'età, ma sulla maturità intellettuale, determinata dai test attitudinali fatti nelle scuole. Allo stesso modo, non esisteva un'età minima per ottenere una posizione di potere. A causa di ciò, quando la Regina Amidala salì al poetre all'età di 14 anni, nessuno su Naboo pensava che non fosse abbastanza saggia.

Vi erano molte differenze culturali che separavano i Gungan e i Naboo. La più importante di queste era che l'orgoglio dei Naboo si basava principalmente sul creare strutture elaborate, le quali contrastavano le linee morbide dell'ambiente naturale, mentre i Gungan cercavano di emulare la natura con la loro architettura e tecnologia.

Storia

Storia antica

Hangar del Palazzo Real di Theed.
Secoli prima dell'era che portò all'ascesa dell'Impero, ebbe luogo un conflitto sanguinoso fra i Naboo e i Gungan, che richiese un numero molto alto di vite ad entrambi i popoli. Da quel momento, entrambe le parti evitarono qualsiasi tipo di contatto fra loro. La loro reciproca antipatia era basata primariamente sulle loro differenze culturali: i Naboo infatti consideravano i Gungan dei selvaggi, in quanto si affidavano alla natura per le loro macchine e i loro equipaggiamnti, mentre i Gungan consideravano i Naboo un popolo di deboli, a causa dei loro ideali pacifisti.

Nonostante questa mutuale animosità, esistevano diversi rapporti commerciali ai margini delle due società. I Gungan avevano incorporato propulsori e componenti meccanici Naboo ai loro veicoli, mentre i Naboo facevano riferimento ai Gungan per certe varietà di cibo e materiali di costruzione grezzi. Per questi motivi, essi erano strettamente interdipendenti, nonostante nessuno di loro lo avrebbe mai ammesso. Ad eccezione dei mercanti che si occupavano di questi scambi, sia i Gungan che i Naboo negavano addirittura che essi avessero luogo. Questo periodo di profonda incomprensione durò per migliaia di anni.

I diplomatici e xenoetnografi repubblicani ebbero sempre pochissimi contatti con i Gungan. Nonostante ciò, essi insistevano nel sostenere che i Gungan non fossero “sciocchi barbari che hanno appena conosciuto i principi primari alla base della civilizzazione”, al contrario di ciò che la Delegazione Senatoriale di Naboo voleva far credere alla Repubblica. I visitatori di Naboo dovevano prestare attenzione a non dare troppo credito alle opinioni che i Naboo avevano sui Gungan, e viceversa.

Battaglia di Naboo

Il principale evento storico che coinvolse Naboo, ebbe luogo negli ultimi anni della Vecchia Repubblica, e rappresentò l'inizio del periodo che portò al crollo di questo governo millenario e all'ascesa dell'Impero Galattico. Quando il Senato Galattico legiferò un provvedimento che avrebbe incrementato la tassazione lungo le rotte commerciali più esterne, l'avida Federazione dei Mercanti protestò ordinando un blocco su Naboo. Maestose navi da guerra circondarono il pianeta, tagliando fuori i rifornimenti per i Naboo. I leader del pianeta, la Regina Amidala e il governatore Sio Bibble, furono catturati dalle armate di droidi della Federazione.

Vista notturna del Palazzo Reale.
Due Cavalieri Jedi inviati dal Cancelliere Supremo Valorum liberarono la Regina Amidala, e la accompagnarono su Coruscant, per richiedere l'intervento del Senato contro il blocco. Anche il rappresentante di Naboo, il Senatore Palpatine, non potè ovviare alle tattiche evasive e burocratiche della Federazione.

Scoraggiata dall'incapacità di agire del Senato, la Regina Amidala prese in mano la situazione personalmente. Ritornò a Naboo e chiese l'aiuto dei Gungan. Insieme, i due popoli furono capaci di respingere e cacciare la Federazione nella famosa Battaglia di Naboo, e riportare la pace nel sereno pianeta.

La collaborazione fra i Naboo e i Gungan fu fondamentale, e segnò l'inizio di una nuova era fra i due popoli. Nonostante la sofferenza causata dall'invasione della Federazione dei Mercanti, la risoluzione di questo conflitto portò nuova prosperità a Naboo.

Guerre dei Cloni

Nell'interesse di preservare la stabilità ecologica, alleviare la sovrappopolazione di Otoh Gunga, e tutelare la pace e il benessere, i Naboo e i Gungan lanciarono un ambizioso progetto che prevedeva la colonizzazione di Ohma-D'un, una delle tre lune di Naboo. Questo ambizioso esperimento ebbe successo, con la conseguente creazione di un'ecologia stabile sulla luna. Sfortunatamente, la colonia venne attaccata dai Separatisti con un'arma chimica all'inizio della Guerra dei Cloni. Molti coloni Gungan morirono per via dell'esposizione ad una tossina sperimentale studiata per distruggere l'esercito di cloni della Repubblica.

Ascesa dell'Impero

La Regina Apailana assassinata dalla Legione 501esima.
Naboo invece fu risparmiato dai più cruenti eventi della Guerra dei Cloni, e con l'ascesa dell'Impero, il pacifico pianeta cercò di rimanere un esempio del periodo più sereno prima del collasso della Repubblica. La giovane monarca, la Regina Apailana, che si opponeva con cautela ai cambiamenti portati dall'Impero. Quando si spinse troppo oltre, e si credette che stesse proteggendo alcuni Jedi fuggitivi, la Legione 501esima di stormtroopers venne inviata su Naboo per eliminarla e rimettere in riga il pianeta.

Presente in

{{Scroll box |content=

}}

Presenze non canoniche

Fonti