Squib

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
Versione del 28 lug 2010 alle 10:37 di Blackstar (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Squib 1.jpg
Squib
Classificazione biologica
Caratteristiche fisiche
Altezza media

1 metro

Pelle

Rosa

Capelli

Dal rosso profondo al blu argenteo.

Peculiarità

Curiosi, sicuri di sè

Caratteristiche socio-culturali
Pianeta d'origine

Skor II

Lingua

Squibbiano

Membri noti

Ebareebaveebeedee, Emala, Grees, Sligh, Slythor, Spilferithimus-narlamos, Scavenger Hunt, Smileredon-Verdont

Gli Squib erano una razza senziente originaria del pianeta Skor II.

Caratteristiche

Un vecchio detto dei mercanti ammonisce di diffidare di uno Squib sorridente. Erano alti circa un metro, con grandi occhi dal giallo brillante al nero, musi da roditori, orecchie a punta e ricoperti da pelo che aveva una varietà di colori migrante dal rosso al blu. Le orecchie avevano la peculiarità di essere direzionabili e li favorivano nel recepire i suoni. Gli Squib hanno adottato l’abitudine umana di indossare vestiti e scarpe. Un altro interessante tratto evolutivo era il loro pelo, il quale fungeva da recettore olfattivo e gustativo, permettendo ad uno Squib di esaminare un oggetto semplicemente toccandolo e strofinandolo contro il pelo.

Raramente apparivano esseri minacciosi, ma nel loro campo d’azione, il baratto, erano senza scrupoli. Gli Squib adoravano mercanteggiare, ed erano molto dotati nel gestire gli affari più complicati e anche più remunerativi. Spesso, i beni non erano la cosa che importante: era la contrattazione che gli Squib valorizzavano.

Società e cultura

Gli Squib si sono evoluti su Skor II, un pianeta dell’Orlo Esterno nel sistema di Squab, che beneficiava di risorse virtualmente illimitate. Queste risorse, tuttavia, erano distribuite in ampie regioni sparse lungo tutto il pianeta. Conseguentemente, gli Squib svilupparono rapidamente una complessa cultura del baratto e del commercio dato che le varie tribù dovevano avere a che fare l’una con l’altra.

La Polianarchia Squib consisteva in comunità governate da un singolo, ma distante, re. Il monarca, ai tempi della caduta della Repubblica e dell’ascesa dell’Impero Galattico, era il re Ebareebaveebeedee. Questo venerato governante stabilì un accordo con l’Impero secondo il quale i “lavoratori” Squib (l’Impero li avrebbe qualificati come schiavi) avrebbero svolto mansioni umili a bordo delle navi Imperiali. Questi Squib avrebbero poi inviato messaggi alla Flotta di Recupero Squib, allertando la razza “spazzina” nei luoghi di scarico Imperiali, verso i quali gli Squib si sarebbero diretti.

Storia

Il primo straniero giunto sul pianeta degli Squib venne circondato da nativi curiosi ed avidi. In quella che poteva essere la più grande contrattazione degli ultimi millenni, gli Squib barattarono i diritti minerari del loro pianeta per il segreto della tecnologia astronavale. Gli Squib da quel giorno iniziarono a sviluppare una tecnologia avanzata di astronavi madre “patchwork” in grado di volare nello spazio. Queste navi erano generalmente disarmate, ma gli Squib erano molto abili nell’adattare la tecnologia raggio traente per numerose applicazioni, comprese quelle difensive e offensive. Gli Squib hanno fondato numerose grandi corporazioni, come la Squib Reclamation e la Squib Merchandising. Come detto, vagavano per lo spazio, raccogliendo rottami e rifiuti galattici che provvedevano a sistemare e riadattare, vendendoli poi a buon mercato fin nei più remoti insediamenti.

Nonostante gli Squib abbiano lodato i Cavalieri Jedi per aver protetto il loro pianeta durante la Guerra dei Cloni, scelsero di rimanere neutrali nella Guerra Civile Galattica. Attingevano volentieri sia ai rifiuti dell’Alleanza che a quelli dell’Impero.

I primi Squib erano nomadi spavaldi che erravano da una parte all’altra del loro pianeta nativo in cerca di cose necessarie alla vita, seguendo i loro sviluppatissimi istinti e la innata curiosità. Alcuni poi fondarono piccoli villaggi, sostituendo l’eccitante vita nomade con il brivido per il baratto di beni con i loro simili abitanti delle terre lontane. Altri Squib continuarono a vivere come mercanti erranti, in viaggio costante da villaggio a villaggio.

La storia dell’interazione fra gli Squib e la comunità galattica è un susseguirsi di errori. Dalla Vecchia Repubblica, passando attraverso l’Impero Galattico, per arrivare all’era del Nuovo Ordine Jedi, tutti vedevano gli Squib come odiosi, avidi, e frustranti lavoratori. Gli Squib invece si sono sempre visti come spie e maestri nel mercanteggiare, fornendo continuamente informazioni alla Merchandising Consortium Fleet su possibili opportunità di guadagno.

Carattere e personalità

Individuo di razza Squib.
Tuttavia gli Squib non condividevano mai con altri gruppi i segreti di cui venivano a conoscenza: non si interessavano di politica o affari di guerra, solamente di commercio. Erano sempre cauti nel proteggere i loro mercati, come hanno ben imparato le spie dell’Alleanza e dell’Impero che cercavano di seguire i veicoli Squib per giungere alle rispettive basi segrete durante la Guerra Civile Galattica: ben pochi di questi tentativi ebbero successo.

Gli Squib erano generalmente fiduciosi, gregari, e fastidiosamente curiosi. Tendevano ad esaminare praticamente tutto ciò che riguardava una situazione, senza preoccuparsi di pericoli apparenti o non apparenti. Il loro rapido metabolismo li rendeva un’esplosione d’energia, e spesso venivano considerati combattivi dagli altri individui.

Nonostante le misure di sicurezza che li circondavano, gli Squib erano solitamente ben accolti ovunque essi si dirigessero. Sebbene le loro personalità fossero spesso “corrosive”, erano sinceramente amichevoli. In più, erano solitamente interessati ad acquistare oggetti di poco valore e quella tecnologia che non avevano ancora avuto modo di vedere piuttosto che al valore monetario in sé. Per questo motivo, quelli che facevano affari con gli Squib sentivano nella maggior parte dei casi di stare avendo la meglio nella contrattazione. Gli Squib, dal canto loro, erano convinti di imbrogliare chi gli stava di fronte. Ad ogni modo, erano normalmente onesti nel gestire i loro affari, e avevano una bassissima considerazione dei falsi e dei disonesti.

Presente in

Holoproiettore.jpg
Guarda la galleria immagini dedicata a Squib.

Fonti

Note riferimenti

Collegamenti esterni