Star Wars Infinities: L'Impero colpisce ancora

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
Il soggetto di questa voce è apparso nell'era della Ribellione.Il soggetto di questa voce è considerato parte di Star Wars Infinities.
InfinitiesEmpireTPB.jpg
Star Wars Infinities: L'Impero colpisce ancora
Team creativo
Scritto da

Dave Land

Disegnatore

Davidé Fabbri

Inchiostratore

Christian Dalla Vecchia

Letterista

Steve Dutro

Colorista

Dan Jackson

Artista di copertina

Chris Bachalo

Informazioni di pubblicazione
Edito da

Dark Horse Comics

Informazioni generali
Era

Era della Ribellione

Timeline

Infinities

Star Wars Infinities: L'Impero colpisce ancora è un fumetto in quattro parti facente parte della serie Star Wars Infinities. E' stato pubblicato dal 2 Luglio 2002 al 20 Novembre successivo, e poi in un'unica raccolta in formato rilegato il 2 Aprile 2003.

La serie parte dal presupposto che Luke Skywalker muoia nelle distese ghiacciate di Hoth, chiedendo, poco prima di morire, a Han Solo di andare al suo posto sul misterioso Dagobah.

Sommario

Prendete gli eventi e i personaggi di uno dei film della trilogia di Star Wars, e provate ad inserire un'incidente, un contrattempo o un piccolo guasto che vada oltre la portata e il controllo dei nostri eroi, e vedrete come tutto sia destinato a cambiare in modo assolutamente radicale. Nella prima incursione targata Dark Horse nell'universo Infinities (vedi Star Wars Infinities: Una nuova speranza), Luke Skywalker non riesce, durante l'assalto alla Morte Nera, a distruggere la super-arma Imperiale con il suo siluro, che esplode in anticipo—un'evento che nessuno sarebbe riuscito a prevedere—e i ribelli sono costretti a subire una seria battuta d'arresto nei loro piani. Ora, in Infinites—L'Impero colpisce ancora, Han Solo è alla disperata ricerca del suo amico Luke, disperso nelle distese ghiacciate di Hoth. Le sue ricerche si trovano ad essere ostacolate dal tauntaun che cavalcava, che soccombe al freddo proprio quando Han è ormai vicino alla posizione di Luke. Han arriva quando ormai è troppo tardi per salvare l'amico, ma appena in tempo perchè il Jedi, morente, possa dirgli di recarsi sul pianeta Dagobah per "addestrarsi"…

Così comincia una nuova avventura, molto diversamente da quanto visto sul grande schermo. Lungo la strada, un famoso cacciatore di taglie viene congelato nella carbonite, Han e Chewbacca vengono catturati su Tatooine dal potente Jabba the Hutt, e la Principessa Leia, al fianco del Maestro Yoda si trova a dover fronteggiare, nelle giungle di Dagobah, nientemeno che Darth Vader!

La storia

Sul pianeta ghiacciato Hoth, Luke Skywalker sta perlustrando le immense distese che circondano la Base Echo quando viene aggredito da uno wampa. Dopo essersi liberato ed essere fuggito dalla tana della creatura, Luke sviene, sfinito ed infreddolito, sulla neve, e in questo stato intravede lo spirito di Obi-Wan Kenobi, il quale gli dice di andare su Dagobah per addestrarsi con Yoda. Poche ore dopo, Han Solo trova il giovane, quando è però troppo tardi per salvarlo. Luke, con le ultime forze, dice all'amico di andare su Dagobah per diventare un Jedi, e poi muore tra le braccia del Corelliano.

Il giorno seguente, il funerale di Luke viene interrotto dall'arrivo delle forze Imperiali, che hanno scoperto il rifugio ribelle. Wedge Antilles e Wes Janson muoiono durante la battaglia che ne segue, benchè molti Ribelli riescano a fuggire, inclusi Han, Leia Organa, Chewbacca, R2-D2 e C-3PO a bordo del Millennium Falcon.

Riuscendo ad eludere il blocco delle navi Imperiali, il Falcon vola fin su Bespin, dove Han e la sua ciurma incontrano Lando Calrissian. Nonostante sia piuttosto scettico sulla prospettiva che Han divenga un Jedi, Lando si offre di riparare il Falcon e di nascondere il suo equipaggio. Poi, Lando fa le presentazioni tra i fuggitivi e un'altro visitatore di Cloud City, arrivato di recente: Boba Fett.

Fett intima a Lando di consegnargli Solo e gli altri. Lando acconsente, ma riesce, con molta discrezione, a informare Lobot della situazione, e quest'ultimo informa la polizia, che accorre in aiuto di Lando. Nel breve scontro che ne segue, Fett viene colpito, perdendo i sensi, e in seguito Lando informa Han che Boba era venuto lì su richiesta del suo cliente. Ritenendo che Fett stia lavorando per Jabba the Hutt, il gruppo lascia Cloud City e parte alla volta di Dagobah.

Poco dopo, mentre si rilassa nel suo ufficio, Lando viene raggiunto da una visita importante: Darth Vader. Il Signore Oscuro dice di voler parlare con il cacciatore di taglie, ma Lando gli assicura che nè Fett nè i Ribelli si trovano lì. Vader ritiene quest'affermazione un valido pretesto per dichiarare Cloud City una base segreta dei Ribelli, e ne ordina la totale distruzione. Lando rimane ucciso.

In rotta per Dagobah, Han cerca di confortare Leia su quanto accaduto negli ultimi giorni, ritenendo che non abbiano a che fare con lei (anche se la giovane avverte, nel suo subconscio, l'eco della distruzione di Cloud City che si propaga nella Forza). Una volta arrivati su Dagobah, il gruppo trova Yoda, il quale, sorprendentemente, rivela che l'apprendista Jedi è Leia, non Han. Seppur con riluttanza, Han lascia il pianeta, dovendo ora pensare alla taglia sulla sua testa, e lascia Leia alle prese con il suo tirocinio.

Passano dei mesi, e Leia implementa i suoi grezzi talenti nella Forza, mentre Vader prosegue le ricerche di suo figlio, liquidando aggressivamente le voci che vogliono il giovane Skywalker morto durante la Battaglia di Hoth. E su Tatooine, Han si presenta a Jabba per pagare il suo debito, avvalendosi dei servigi di un vecchio Devaroniano, tale Vilmarh Grahrk. All'ultimo momento, "zio Villie" tradisce Han e i suoi compagni, che vengono catturati nel Palazzo di Jabba.

Il giorno dopo, Han e Chube vengono condotti al cospetto di Jabba, e nonostante la notevole offerta che Han fa allo Hutt in cambio di clemenza, il potente criminale condanna i due amici a morte, decidendo di darli in pasto ad una coppia di nexu. Mentre nessuno lo nota, tuttavia, il piccolo R2 libera Han e Chube, che sfuggono ai nexu—che vengono liberati a loro volta—e lasciano il palazzo.

Giunto su Tatooine il giorno dopo, Vader chiede a Jabba di consegnargli il contrabbandiere e lo Wookie. Jabba è costretto ad ammettere che i due sono evasi ed ormai lontani, ma l'attenzione del Sith viene catturata da qualcos'altro: un droide costruito da un giovanissimo Anakin Skywalker. Portatolo a bordo dell'Executor, Vader si identifica come il "creatore" del droide, e ottiene finalmente l'ubicazione dell'agognato "Skywalker": Dagobah.

Sul pianeta, Leia percepisce la presenza di un cristallo per la sua spada laser. Yoda la manda a trovarlo, dicendole che ormai è molto vicina a completare il suo tirocinio. Poco dopo la partenza della ragazza, Yoda viene raggiunto da Vader, il quale intima al piccolo Maestro di dirgli dove si trova Luke. I due ingaggiano una sorta di "battaglia mentale", che vede Vader confrontarsi con gli spiriti dei Jedi che aveva conosciuto durante la sua esistenza come Anakin, e, tra di essi, fronteggia Obi-Wan, Qui-Gon Jinn e Mace Windu.

Leia trova il cristallo, che usa per forgiare la sua prima spada laser. Una visione di Yoda in pericolo la spinge a tornare dal suo mentore, ma lo raggiunge troppo tardi. Vader ha già ferito a morte l'anziano Maestro Jedi. Leia e Vader ingaggiano un duello, duello improvvisamente interrotto da due colpi di balster di Han e Chewbacca. Le ultime parole di Vader, ferito mortalmente, sono "Avevo... ho... una figlia.".

Con Yoda e Vader morti, e Leia che è ora un Cavaliere Jedi a pieno titolo, i tre lasciano Dagobah, preparandosi a portare, dopo tanto tempo, la pace nella Galassia…

Apparizioni

Personaggi

Specie

Creature

Droidi

Luoghi

Veicoli

Organizzazioni

Tecnologia

Eventi

Miscellanea

Parallelismi con la storia originale

La versione Infinities de L'impero colpisce ancora contiene alcuni rimandi alla versione cinematografica originale:

  • Boba Fett viene congelato nella carbonite per venire poi usato come scrivania da Lando Calrissian. Nella versione originale, Han Solo subiva lo spiacevole trattamento, ma non veniva usato come scrivania.
  • Han fa un'esplicito riferimento alla scena in cui il Millennium Falcon atterra all'interno di un'asteroide.
  • Quando scopre che Darth Vader è in realtà il padre di Leia, Han esclama "E' impossibile!". Nella storia originale, Luke escalma la stessa cosa nell'apprendere la sua parentela con Vader.
  • Vader dice a C-3PO "Io sono il tuo creatore". Questo potrebbe essere un piccolo omaggio a quanto Vader dice a Luke nel film, "Io sono tuo padre".
  • Vader amputa il braccio destro di Yoda, che il Maestro usa per impugnare la sua spada laser. Anche questo sembra un rimando al film, nel quale Vader amputa la mano destra di Luke, privandolo della spada.
  • Vader dice a Leia "Unisciti a me e domineremo insieme la Galassia.". Ancora, un rimando al film, poichè in esso il Signore Oscuro dice a Luke "Unisciti a me e domineremo la Galassia come padre e figlio.".
  • Quando Han spara a Vader, lo uccide, diversamente da quanto accade nel film. E' curioso notare che in La fine dell'Impero, Han spara al clone di Palpatine allo stesso modo, riuscendo ad uccidere in modo definitivo il redivivo Imperatore.

Numeri

Collezione

La Trilogia Infinities

Collegamenti esterni