Takodana

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
Versione del 28 lug 2016 alle 10:41 di Eterea (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Questa pagina contiene informazioni che sono considerate Canone.
Tak.png
Takodana
Dati astrografici
Regione
Settore

Settore Tashtor

Sole/i

1

Ecosistema
Terreno principale

Foreste temperate

Luoghi d'interesse
Società, economia, politica
Specie immigrate
Città principali

Andui

Affiliazione

Neutrale

Takodana era un pianeta situato in un punto imprecisato della regione nota come Distese Occidentali. Pur essendo scarsamente popolato, il pianeta era al centro di un notevole traffico di astronavi, vista la sua posizione prossima alle principali rotte commerciali che collegavano l'Orlo Interno a quello Esterno.

Descrizione

Takodana era un mondo ricoperto di lussureggianti foreste e costellato di piccoli laghi, con un clima piacevolmente temperato. Pur non essendo un pianeta popoloso, la sua posizione lo rendeva quasi un passaggio obbligato per numerosi viaggiatori che si spostavano tra l'Orlo Interno e quello Esterno; per coloro che viaggiavano verso le regioni più esterne della galassia, Takodana costituiva l'ultimo avamposto civilizzato che avrebbero incontrato per parecchio tempo, mentre chi si dirigeva verso i Mondi del Nucleo poteva assaporare su Takodana gli ultimi pittoreschi momenti della dura vita di frontiera. Col passare del tempo, Takodana si era ritagliato una posizione di riconosciuta neutralità rispetto agli eventi della tumultuosa vita galattica, offrendo a molti l'opportunità di un quieto ritiro, lontano da guerre e politica. Uno dei risultati più ovvi fu che il pianeta divenne una delle mete preferite da esploratori, contrabbandieri e, in generale, da chiunque desiderasse far perdere le proprie tracce. Sotto questo punto di vista, esisteva un'antico palazzo che era diventato uno dei più affollati punti di ritrovo per viaggiatori d'ogni sorta, gestito dalla celebre pirata Maz Kanata.

Storia

La tranquillità in cui Takodana si cullava nei decenni che seguirono la Battaglia di Endor era stata turbata diverse volte nel corso della Storia; si diceva, infatti, che in passato sul pianeta si fosse combattuta una feroce battaglia tra i Jedi e i Sith, e che il castello di Maz Kanata fosse stato costruito sull'antico campo di battaglia.

Trent'anni dopo i fatti di Endor, Han Solo, Chewbacca, Rey e Finn atterrarono nei pressi del castello di Kanata, dopo una precipitosa fuga da Jakku. Solo portava con sè un'unità BB che custodiva informazioni di vitale importanza sia per la Resistenza che per il Primo Ordine, relative alla posizione di Luke Skywalker, l'ultimo Jedi, auto-esiliatosi qualche tempo prima. Benchè il castello fosse affollato e rumoroso, il piccolo BB-8 attirò l'attenzione di più di qualche avventore; spie della Resistenza e del Primo Ordine si affrettarono ad informare i rispettivi superiori che il droide ricercato si trovava su Takodana.

Il Millennium Falcon si avvicina al castello di Maz Kanata

Mentre Solo discuteva con Kanata degli ultimi eventi e Finn cercava un passaggio per allontanarsi dal Primo Ordine e dalla sua vecchia vita, la giovane Rey fu attratta da una misteriosa sensazione nei sotterranei del castello, dove finì col trovare una spada laser; le bastò sfiorare l'arma per ricevere una visione che la lasciò confusa e spaventata. Qualche minuto dopo, il pianeta fu raggiunto da una forza d'assalto del Primo Ordine guidata da Kylo Ren, che sbarcò sulla superficie devastando il castello di Kanata alla ricerca di BB-8. Ben presto arrivarono anche squadre della Resistenza, che spinsero Ren a lasciare Takodana, portandosi dietro Rey, fatta prigioniera.

Apparizioni

Fonti