Template:SWX:Coda per la vetrina/Settimana 42, 2009

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
Jar Jar Episodio 2.jpg


Jar Jar Binks fu il primo Gungan a rappresentare il proprio popolo al Senato Galattico, prima come rappresentante, mentre Padmé Amidala era Senatore di Naboo, e successivamente, alla morte di quest'ultima, come Senatore lui stesso. Come la maggior parte dei Gungan, Jar Jar era alto e dinoccolato e parlava il Basic con uno strano accento. A dispetto del suo comportamento ingenuo e goffo, Jar Jar contribuì al compimento del destino della Repubblica Galattica. Fu un Generale, un Rappresentante in Senato e, più tardi, un Senatore.

Jar Jar fu anche uno dei compagni di Qui-Gon Jinn durante l'Invasione di Naboo, durante la quale viaggiò fin su lontani pianeti come Tatooine o Coruscant, attività non comune tra i Gungan. Al suo ritorno su Naboo, venne nominato per breve tempo Generale della Grand'Armata Gungan, comandando l'esercito nella Battaglia delle Pianure Erbose insieme al Generale Ceel. Binks, più tardi, aiutò il suo popolo a colonizzare la luna di Naboo Ohma-D'un. Durante la sua carriera diplomatica, propose di dare i poteri speciali al Cancelliere Supremo Palpatine (come Rappresentante); alle morte della Senatrice Padmé Amidala, Jar Jar prese il suo posto come Senatore di Naboo.

Nato da George R. Binks e sua moglie a Otoh Gunga, Jar Jar fu allevato secondo la tradizione di famiglia, composta da grandi cacciatori di balene da molte generazioni. A causa della sua goffaggine e della sua inettitudine, comunque, Jar Jar non fu mai capace di intraprendere una carriera di questo tipo, nonostante suo padre avesse voluto continuare la tradizione familiare. Una volta, durante una spedizione nei mari meridionali di Naboo, George ordinò al figlio di tenere il timone; Jar Jar, tuttavia, lo lasciò, facendo affondare la nave dopo lo scontro con la balena che stavano cacciando. .

Un mese dopo, George, sua moglie e Jar Jar si fermarono su un'isola deserta. Questo causò numerosi attacchi di depressione al padre di Jar Jar: cominciò a considerare suo figlio un imbecille e tentò addirittura di suicidarsi. Jar Jar si offrì allora di nuotare per chiedere aiuto a qualcuno, raggiungendo la costa (anche se ci sarebbero voluti circa 50 anni per farlo): il padre fu d'accordo, ma il giovane Gungan venne fermato in tempo da sua madre. Non si sa cosa accadde dopo alla famiglia Binks; tuttavia, più tardi, Jar Jar riuscì a tornare alla città di Otoh Gunga.

Prosegui la lettura