Zhell

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
Versione del 13 apr 2014 alle 16:39 di Raih Sienar (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Zhell
Pianeta d'origine

Coruscant

Vita media

Intorno ai 100 anni standard

Secondo alcuni storici gli Zhell furono i progenitori della specie umana nella Galassia. Nativi di Notron, antico nome di Coruscant, queste popolazioni erano divise in tredici nazioni.

Intorno al 200.000 BBY si scontrarono con un'altra popolazione indigena, i Taung, in un periodo particolarmente buio nella storia del pianeta: un vulcano infatti eruttò un'enorme massa di ceneri, che coprirono l'intero pianeta. I Taung divennero noti allora come i "Cacciatori Ombra", mentre i decimati Zhell subivano perdite ingenti. In una data imprecisata gli Zhell sconfissero di Taung, che migrarono su un altro pianeta, divenendo i Mandaloriani.

Il problema delle origini dell'umanità

In seguito all'esilio dei Taung restano due possibilià:

  • gli Zhell erano umanoidi che, rimanendo sul pianeta, hanno subito un'evoluzione, fino ad arrivare all'Uomo;
  • gli Zhell erano un popolo umano, e il nome è semplicemente dovuto alla tradizione umana ad essere associati ad un pianeta o ad una regione piuttosto che ad una etnia (si veda ad esempio i Naboo, i Corelliani, gli Alderiani).

Un dato da verificare potrebbe favorire la seconda teoria: risulta che i Celestiali prelevarono degli uomini di Coruscant e li portarono su Corellia. Già il fatto che si parli di uomini e non umanoidi fa pensare, inoltre non spiegherebbe com'è possibile che siano stati gli Zhell ad evolversi in uomini quando su Corellia c'erano già uomini.

Altro dato a favore della seconda tesi è il clima originariamente inabitabile di Coruscant: è più probabile che una popolazione senziente l'abbia adattato alle proprie esigenze, piuttosto che sia nata in un pianeta inospitale.

Comunque sull'argomento gli storici possono solo elaborare teorie, dato che sul pianeta le prove sono state cancellate intorno al 100.000 BBY, quando ormai tutto il mondo era ricoperto da un'unica città.

Presente in

Fonti