Star Wars – Il risveglio della Forza: 10 particolari dal trailer #2 che forse ci siamo persi

1124
letture recenti

Bombardati da musiche iconiche, immagini rapide, esplosioni, cattivi e soprattutto dai commoventi Ian Solo e Chewbacca, forse dal trailer #2 non abbiamo notato alcuni dettagli importanti. Mi sono imbattuta nei giorni scorsi in vari forum di discussione nei meandri dei sottolivelli di Coruscant che sollevano parecchi spunti di riflessione sul nuovo trailer e su diversi particolari sfuggiti ai più (me compresa). Particolari che aprono la via a tanti possibili scenari sulla trama del nuovo film di Star Wars: speculazioni, dettagli, discussioni, diatribe e tutto il classico brusio di voci e teorie che da sempre anima l’attesa di un nuovo film della Saga.

L’aspetto del nuovo trailer ha senz’altro colpito nel segno, donando una sensazione quasi vintage che solo la Trilogia Originale era stata capace di offrire e dandoci l’impressione che Episodio VII intenda mantenere ogni promessa: di essere davvero un film di Star Wars significativo e che lasci il segno. Non solo per i brividi provocati dalla la voce di Luke in sottofondo, per il ritorno in grande stile di Ian e Chewbacca, per la vista della maschera di Kylo Ren e la conferma che il retaggio di Darth Vader sarà un’ombra più che ingombrante nella trilogia dei sequel: c’è davvero tanto altro.

Vediamoli insieme, questi 10 particolari, portati alla luce da questo interessante articolo.

10. Una nuova aliena

Star-Wars-The-Force-Awakens-Rose1-600x300

Fin dai primi periodi di produzione di Episodio VII (ancor prima che avesse un titolo) circolavano voci che la trama principale si sarebbe svolta intorno alla vecchia spada laser di Anakin, che Luke ha perso durante il duello con Darth Vader ne L’Impero colpisce ancora. Mostrando in questa scena il passaggio della spada da una mano ad un’altra, il teaser conferma che rappresenterà davvero una parte cruciale della storia. Ma non è tutto.

Non è chiaro chi siano le due persone coinvolte (nonostante la voce in sottofondo faccia pensare che si tratti di Leila), ma nell’angolo in alto a destra dell’immagine si nota parte del viso della persona che ha la spada in mano. Sembra un viso alieno, o una maschera, anche se la carnagione arancione suggerisce la prima ipotesi. Pare che abbia un muso tozzo e due occhi molto grandi. Potrebbe trattarsi di un primo sguardo a Rose, il personaggio che si rumoreggia possa essere interpretato da Lupita Nyong’o, ma di sicuro si tratta dell’introduzione di una nuova razza aliena nella galassia di Star Wars.

9. Una scritta in Aurebesh sulla tuta di Poe Dameron

Star-Wars-The-Force-Awakens-Poe-Dameron-Oscar-Issac-600x300

Anche nel secondo teaser, compare il personaggio di Poe Dameron, interpretato da Oscar Isaac, quello che si dichiara come “il miglior pilota della galassia”, che guida una squadriglia di X-Wing su un lago di un pianeta boscoso (Yavin?).

Nell’abitacolo del caccia vediamo diversi particolari: un computer di tracciamento, simile a quello di Luke in Una nuova speranza, una tuta di volo di una tonalità più scura di arancione e il casco nero, colori che sostituiscono rispettivamente l’arancione e il grigio.

Il dettaglio degno di nota, però, è la scritta in Aurebesh (o Basic Galattico Standard) che ha sulla tuta e che tradotta significa “tirare per gonfiare”: si tratta quindi di un paracadute.

8. Kylo Ren è sullo stesso pianeta di Luke?

Star-Wars-The-Force-Awakens-Vaporator-600x300

Ci sono varie discussioni sul fatto che Luke Skywalker sia o meno presente nel secondo teaser: certo è che sentiamo la sua voce, ma non è chiaro se la figura che posa la mano meccanica su R2-D2 sia effettivamente lui, anche se resta un’ipotesi molto probabile.

Ciò che invece è un dato di fatto, è che non per la prima volta vediamo un pianeta lavico nel teaser (che si tratti o meno di Mustafar, non ci è dato sapere, ma se Luke fosse ossessionato dal passato del padre, potrebbe essere). La seconda apparizione di Kylo Ren nel trailer, che lo vede voltarsi e utilizzare una spinta di Forza rivelando così per la prima volta la sua maschera “Revanesca”, è così rapida che è difficile dire cosa stia succedendo sullo sfondo, ma la cromia permette l’ipotesi che possa trovarsi sullo stesso pianeta di R2.

Se fosse così, cosa significherebbe? L’ipotesi è che Luke e Kylo Ren siano sullo stesso pianeta, ovviamente. L’altra, estremamente affascinante quanto molto, molto speculativa, è che i due personaggi siano in qualche modo legati e che siano in lotta fra loro, o stiano collaborando o, addirittura, che siano la stessa persona.

7. Il leader dei nuovi imperiali

Star-Wars-The-Force-Awakens-General-600x300

Nonostante il piacevole epilogo al termine della Trilogia Originale (versione rimasterizzata), la morte di Palpatine ne Il ritorno dello Jedi non ha evidentemente rappresentato la fine dell’Impero. Il fatto in sè non è molto sorprendente, data l’imponente struttura di comando e l’infinito numero di soldati rimasti fedeli: una Guerra Civile non può terminare semplicemente con una battaglia combattuta per lo più da Ewok.

L’Universo Espanso si è divertito parecchio con i famosi “Resti dell’Impero“, forze unite dagli stessi ideali ma divise da estremismi e manie di grandezza. Ma tutta quella parte di Universo Espanso sappiamo che non sarà più considerata canone e quindi ben poco conosciamo dell’Impero che vedremo ne Il risveglio della Forza. Qualcosina però ci dice il secondo teaser che, in lontananza, mostra la piccola figura di quello che potrebbe essere con tutta probabilità il loro leader.

Sullo sfondo della parata di truppe d’assalto c’è il presunto erede delle forze dell’Imperatore. Fiancheggiato da una guardia dall’armatura cromata (forse il tanto discusso Chrometrooper, oppure una nuova versione delle Guardie dell’Imperatore), c’è un personaggio senza maschera, che esclude l’ipotesi possa trattarsi dello stesso Kylo Ren. Si suppone possa essere invece il personaggio interpretato da Max Von Sydow.

6. Nuove varianti di Stormtrooper

Star-Wars-The-Force-Awakens-Flametrooper-600x300

E’ evidente come i nuovi imperiali siano leggermente diversi da quelli visti nella Trilogia Originale. Hanno un nuovo logo che solamente richiama il classico emblema imperiale, i modelli delle loro astronavi hanno un nuovo design e, soprattutto, l’armatura delle truppe d’assalto ha ricevuto un vero e proprio upgrade, grazie al collegamento fra bocca e occhi e una nuova fondina per l’arma.

Ma non è finita qui. In questo shot infatti, si vede una nuova variante di stormtrooper fra la folla: un Flametrooper. Indossa un elmetto che ricorda quelli delle truppe cloni viste ne La vendetta dei Sith e ha uno zainetto con quello che si presume gas infiammabile: una nuova minaccia da cui i Jedi  con la sola spada laser non potranno di certo difendersi.

Nel teaser è presente anche un nuovo modello di Snowtrooper (con elmo rinforzato e fessura per gli occhi più stretta, come visto dai costumi presenti alla Celebration (vedasi immagine in cima all’articolo).

5. Un nuovo design per i caccia TIE

Star-Wars-The-Force-Awakens-TIE-Fighter-Attack-600x300

Già il primo trailer ha rivelato che i caccia TIE ne Il risveglio della Forza saranno un po’ diversi rispetto a quelli della Trilogia Originale: ora hanno pannelli solari bianchi con struttura grigia, al contrario del look originale. Il secondo teaser permette di dare un’occhiata più approfondita, ma rivela anche che i cambiamenti non sono solamente estetitci.

Il caccia TIE che si vede tornare nell’hangar imperiale (è forse pilotato da Finn?) non ha le solite finestre a ragnatela, ma sembra avere un piccolo oblò. Potrebbe essere un nuovo tipo di abitacolo, ma dato che tutti gli altri che abbiamo visto hanno la classica ragnatela, è improbabile. Invece forse stiamo vedendo il caccia da dietro, cosa forse meno entusiasmante, ma che rivela un dettaglio importante. Le armi dei caccia stellari imperiali a corto raggio hanno avuto un upgrade: non mirano solo dritto in avanti, ma la torretta laser può ruotare, rendendo il caccia molto più letale.

Si notano anche bande colorate di rosso intorno allabitacolo. Il pilota TIE che si vede di seguito ha strisce simili sul suo casco, cosa che potrebbe suggerire un nuovo schema di colori per i nuovi imperiali.

4. Una macchia di sangue sull’elmo di Finn

Star-Wars-The-Force-Awakens-Stormtrooper-Blood-Smear-600x300

In retrospettiva, iniziare il primo teaser con Finn che sbuca nell’inquadratura è stata una mossa intelligente, che ha permesso di mettere subito da parte, con un anno di anticipo rispetto all’uscita del film, qualsiasi storcimento di naso nei confronti di uno stormtrooper di colore. Oramai ci siamo tutti abituati all’idea, così tanto che John Boyega ha potuto confermare che all’inizio del film è un imperiale senza provocare nessun brusio di contestazione.

Dato che sappiamo che non indossa l’armatura in omaggio al piano di salvataggio di Luke e Ian in Una nuova speranza, possiamo ragionevolmente presumere che potremo finalmente esplorare qualcosa che Star Wars ha fino ad ora schivato: l’etica e la moralità dell’Impero e delle sue fila. E’ chiaro che c’è qualcosa in Finn che lo spinge al limite e sicuramente non sarà affatto piacevole.

Ne abbiamo un assaggio nel secondo teaser. Ci vuole poco per perderselo, ma mettendo in pausa l’immagine si può vedere come l’elmo che Finn si toglie abbia un distinto marchio di una mano insanguinata. Non c’è quindi da stupirsi che sia così agitato.

3. Una base imperiale costruita nella roccia

Star-Wars-The-Force-Awakens-Rock-Face-600x300

Diciamocelo: fin da quando Boba Fett non è stato gettato nelle fauci del Sarlacc, il canone di Star Wars non ha mai visto un personaggio così cazzuto come il Chrometrooper. Infatti, questo nuovo personaggio (si rumoreggia che sia interpretato da Gwendoline Christie, e qui la sottoscritta fa un doppio balzo carpiato dalla gioia se fosse vero) ha un aspetto davvero fenomenale, tanto che ha portato in molti a pensare che sia il nuovo cacciatore di taglie più temuto della galassia.

Che sia vero o no, c’è molto altro da dire sullo sfondo di questa immagine. Si vede un corridoio e dal design delle pareti abbiamo la matematica certezza che si tratti di una base imperiale, parzialmente costruita in un antro che sembra fatto di roccia. La luce rossa potrebbe suggerire che ci si trovi sul pianeta lavico già citato in precedenza, oppure semplicemente una luce artificiale.

Ai fan di vecchia data forse ricorderà la base di Ruusan in Star Wars Dark Forces II: Jedi Knight.

2. Un Super Star Destroyer

Star-Wars-The-Force-Awakens-Star-Destroyer-Super-600x300

Dopo il primo teaser, c’è stato un bel po’ di dibattito sul tipo di nave in cui entrasse il Millennium Falcon: da uno Star Destroyer, a una corvetta corelliana, a un nuovo tipo di incrociatore.

A quanto pare non è nessuno di questi, ma si tratta di un Super Star Destroyer. Lo si può intuire dalla posizione dei motori e dalla forma dello scafo. Potrebbe essere una versione riveduta e corretta e gran parte è ricoperta da sabbia quindi non possiamo averne la certezza matematica. Tuttavia, se l’immagine di questa enormità imperiale tuffata nel deserto non fosse abbastanza, la presenza di una imponente flotta imperiale ci conferma che la Battaglia di Jakku sarà qualcosa di grosso. I giocatori di Battlefront si preparino!

1. Ian e Ciube stanno mirando a qualcuno

Star-Wars-The-Force-Awakens-Han-Solo-Chewbacca-Harrison-Ford-600x300

Il primo teaser terminava col Millennium Falcon che volava sulle note del tema principale di Star Wars, a prepararci per il ritorno in pompa magna della Saga. Il termine del secondo teaser ha confermato la grande emozione: Ian Solo e Ciube di nuovo sul Millennium Falcon col primo a pronunciare la frase “Siamo a casa.” Anche se lo si sapeva da anni, vedere finalmente Harrison Ford di nuovo nei panni di Ian Solo rende davvero reale questa nuova Trilogia Sequel.

Siamo tutti così colpiti da questa incredibile emozione che è possibile che ci sfugga qualcosa che ci punta dritto in faccia, letteralmente, e cioè che i due stanno puntando le armi contro qualcuno.

I due sono chiaramente nei corridoi del Falcon, a giudicare dalle luci proprio fuori dalla cabina di pilotaggio, il che significa che ce l’hanno con qualcuno che ha requisito la loro nave. Questo chiarisce un po’ il commento “casa”: sembrano reclamare la nave da qualcuno, cosa che ci fa porre altre domande. Da quanto tempo Ian Solo è senza il suo orgoglio? E chi sta pilotando la nave attraverso i detriti nel deserto di Jakku? Ian o l’altro pilota? Forse il prossimo trailer ci darà qualche risposta.

Nel frattempo, da bravi fan quali siamo, non possiamo che speculare e speculare e speculare. Diteci la vostra nei commenti sotto, e fateci presente se dall’articolo secondo voi manca qualcosa!

Commenti

commenti

1 COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.