Battaglia di Orinda

Da SWX | DataBank Italiano su Star Wars - Guerre Stellari.
Versione del 26 lug 2016 alle 20:35 di Raih Sienar (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Questa pagina contiene informazioni che sono considerate Legends.Il soggetto di questa voce è apparso nell'era della Nuova Repubblica.
Preceduta da

Battaglia di Obredaan

Seguita da

Guerra Civile Adumari

Battaglia di Orinda
Lusankya vs Reaper.jpg
Conflitto

Guerra Civile Galattica (Campagna di Orinda)

Data

12 ABY

Luogo

Orinda

Esito

Vittoria imperiale

Schieramenti

Nuova Repubblica

Resti dell'Impero

Comandanti
Forza
Perdite

Pesanti, inclusa l'Endurance e la maggior parte dei suoi caccia

Sconosciute, probabilmente leggere o medie

La Battaglia di Orinda fu una battaglia della Guerra Civile Galattica combattuta circa otto anni dopo la Battaglia di Endor e sette mesi dopo le dimissioni dell'Ammiraglio Daala.

Preludio

Dopo che la flotta Imperiale, guidata dal Star Dreadnought di classe Executor Reaper al comando dell'Ammiraglio di Flotta Gilad Pellaeon, aveva catturato diversi pianeti della Nuova Repubblica durante la Campagna di Orinda, la Nuova Repubblica tentò un contrattacco a Orinda, uno dei pianeti catturati dai Resti dell'Impero un mese prima.

Una flotta sotto il comando del Generale Antilles e della sua ammiraglia, il Star Dreadnought di classe Executor Lusankya, venne mandata a Orinda per scontrarsi con Pellaeon.

La battaglia

La Battaglia di Orinda fu una delle poche battaglie in cui un Star Dreadnought di classe Executor si scontrò con un'altra nave della sua stessa classe.

Le sorti della battaglia furono in favore dei Resti dell’Impero con l'arrivo di un'altra Star Dreadnought, la Dominion, comandata dall'Ammiraglio Teren Rogriss, e di sei incrociatori Immobilizer 418. Tra loro e la Reaper, distrussero rapidamente il trasporto di flotta della Nuova Repubblica Endurance con tutto il suo complemento di caccia stellari Ala-E ancora a bordo; il capitano li aveva tenuti in attesa il più a lungo possibile.

Antilles era pronto ad ordinare l'abbandono della Lusankya fino a quando i suoi caccia furono in grado di creare un buco nello schermo di interdizione permettendo la ritirata della Lusankya.

Non venne fatto alcun altro tentativo di riprendere Orinda dai Resti dell'Impero.

Conseguenze

Orinda divenne il quartier generale temporaneo dell'Ammiraglio Gilad Pellaeon.

Presente in

Fonti